Insonnia dovuta al lavoro? Un rischio per la produttività aziendale

"Sono 700 milioni le persone che nel mondo soffrono di insonnia." Lo dice la Global Burden of Disease in uno dei suoi ultimi studi effettuati. 

Un numero enorme se pensiamo al fatto che in tutto il pianeta vivono 7 miliardi di umani. Ciò significa che 1 persona su 10 soffre di insonnia, senza calcolare il numero dei bambini e degli anziani che hanno meno difficoltà nel dormire in modo soddisfacente. 

Purtroppo, anche in questo caso, parte del problema è dovuto al lavoro, o meglio al modo in cui viviamo il lavoro.

In Moonly crediamo che il sonno sia parte integrante dello stato di Salute del proprio team, e senza di esso i livelli di produttività, per l'ennesima volta rischiano di ridursi.

Vediamo quindi cos'è l'insonnia e come puoi eliminarla dalla tua vita e dalla vita dei tuoi collaboratori.

 

Che cos’è l’insonnia?

L'insonnia è semplicemente la sensazione di avere un sonno insoddisfacente. Un criterio comune per la diagnosi di insonnia è il cattivo sonno almeno due volte a settimana per un periodo di tre mesi. 

Ci sono due segnali che possono aiutarti a capire se stai soffrendo di insonnia:
  1. Il primo segnale avviene quando non si riesce ad addormentarsi quando si vorrebbe o quando non si è in grado di rimanere addormentati durante tutta la notte. 
  2. Il secondo segnale di insonnia è una sensazione di fastidio durante la giornata. Potresti ad esempio sentirti ansioso, stressato o potresti arrabbiarti più facilmente con i tuoi colleghi di lavoro.

Naturalmente ci sono casi e casi. Ci sono persone che hanno due notti terribili di sonno al mese e non gli succede nulla, altri invece che dormono male una volta al mese e ciò gli comporta una forte arrabbiatura per diversi giorni. In quest’ultimo caso possiamo parlare di insonnia.


Entriamo nella pratica

Se ogni mattina, invece di alzarti sempre alla stessa ora, cambi continuamente orario è arrivato il momento di creare il tuo nuovo programma di sonno.

Avere un normale orario di sveglia è estremamente utile per il tuo sonno generale. Per dormire bene, devi avere il controllo del tuo programma di sonno. Una volta raggiunto questo, avere una brutta notte di sonno non avrà ripercussioni. Tuttavia, se continui a lasciare che il tuo sonno regoli il tuo programma, permetterai a esso di controllare la tua vita.  

Per iniziare, scegli un momento di sveglia che funzioni per te. Assicurati che si adatti al tuo lavoro e alle altre tue responsabilità, o che semplicemente si rispecchi con le tue preferenze mattutine. Se ad esempio vuoi farti una bella doccia e gustarti un’ottima colazione in tranquillità, imposta l’orario di sveglia un po’ prima, così da consentirti di svolgere tutte le attività predefinite.

Quando stabilisci il tuo programma di sonno, è anche una buona idea scoprire di quanto sonno hai realmente bisogno. Il tempo ideale varia da persona a persona, quindi per scoprirlo, segui questo esercizio.

Prima di tutto imposta l’orario in cui dovrai svegliarti, ipotizziamo 6:30.

Ora, togli cinque ore e mezza da questo orario e il risultato ti dirà l’ora in cui dovrai andare a letto, ossia all’una di notte.

La prima notte, quindi, dormirai cinque ore e mezza, dalle 1:00 alle 6:30 e ricordati di non fare nessun riposino durante il giorno.

Dal giorno dopo inizia ad aggiungere, ogni giorno, 15 minuti di sonno andando a dormire, quindi, sempre 15 minuti prima, mantenendo fisso l’orario di sveglia. Continua così finché la sonnolenza che senti durante il giorno cessa di farsi sentire. Una volta raggiunto questo punto, conoscerai la quantità di sonno di cui hai bisogno. Per la maggior parte delle persone, la quantità va dalle sei e mezza alle otto ore di sonno a notte. 

Potrebbe risultare difficile avere un programma di sonno coerente, ma è esso è uno dei modi più efficaci per migliorare la qualità del sonno e la qualità della tua vita in generale. 

L'insonnia è una problematica che non dobbiamo assolutamente sottovalutare. Fino a qualche anno fa non si dava tanta importanza a tutto ciò, ma ora, come ci dicono le ultime ricerche, l'insonnia è destinata a diventare una delle problematiche più grandi insieme allo stress, all'ansia, alla depressione e all'obesità.

Queste cinque patologie purtroppo vanno spesso a braccetto, e se non vogliamo che esse intacchino la nostra vita e la vita dei nostri collaboratori dobbiamo iniziare a creare una cultura basata sull'ottimo sonno. 

In questo modo tutto il team di lavoro si sentirà più sereno e la produttività aziendale sarà massima. 

 

"I nostri talenti sono la risorsa più preziosa che abbiamo in azienda. Teniamoceli stretti e in Benessere!" 

- Team Moonly

 

Il Blog che ti consigliamo di leggere

 

 

Ti andrebbe di fare quattro chiacchiere con un nostro Moonly Hero, riguardo la possibilità di portare il Wellbeing nella tua azienda?

Se sì, che ne dici di fissare la tua Moonly CALL senza impegno?

powered by Typeform