Come avere una comunicazione impattante a un primo incontro.

 

Qual è il tuo approccio con un collega di lavoro che ancora non conosci?

In che modo è bene approcciarsi con un possibile cliente?

Che comunicazione utilizzi quando devi approcciarti con una persona a te sconosciuta?

 

La comunicazione “a primo impatto” è uno strumento fondamentale nel mondo del lavoro.

Le relazioni forti e durature nascono quasi sempre da una comunicazione impattante già nei primi minuti.

Se sei un/una giovane che si sta affacciando al mondo del lavoro o vuoi dare uno slancio alla tua carriera, in questo episodio scoprirai come migliorare la tua comunicazione nei primi minuti di una conversazione.

Prima di tutto scopriremo i 3+2 elementi che ti avranno aiutato a rendere la tua comunicazione iniziale più impattante con il tuo interlocutore. 

In seguito vedremo un esercizio pratico che potrai sperimentare sulla tua pelle.

 

Il 5° episodio di Moonly CAREER sta per iniziare.

Partiamo!

 

 

Come avere una comunicazione d'impatto in una prima conversazione 


 

Mantieni il focus.

Avvia Moonly Music

 

 

 

 

In questo episodio risponderemo alle seguenti domande.

  1. Come creare impatto a un primo incontro con un nuovo cliente o collega?
  2. Quali sono i 3 elementi fondamentali che anticipano la conversazione?
  3. Quali sono i 2 elementi su cui focalizzarsi nei primi secondi della conversazione?
  4. Che differenza c’è tra domande chiuse e domande aperte?
  5. Qual è un esercizio pratico da sperimentare nei prossimi 30 giorni con i propri colleghi, clienti o amici?

 

 

Luna Moonly 

 

 

La comunicazione impattante al primo incontro.

Immagina di dover incontrare una persona a te sconosciuta.

Questa persona potrebbe ad esempio essere un possibile cliente, un futuro fornitore o un ipotetico partner commerciale.

Come ti approccerai con questa persona? 

Che atteggiamento avrai con essa nei primi minuti?

 

Approccio atteggiamento comunicazione primo impatto 

 

 

Partiamo subito da un concetto importante: tutti noi siamo fatti per stare a contatto con le persone. 

Naturalmente c’è chi ama maggiormente la solitudine e chi invece adora la continua connessione con altre persone.

Resta comunque il fatto che ognuno di noi ha bisogno di instaurare forti relazioni.

È intrinseca nell’essere umano la necessità di condividere con altre persone le proprie difficoltà, i propri traguardi e le proprie idee.

 

Comunicazione condivisione idee traguardi difficoltà

 

 

Quando entriamo in contatto con le persone anche la nostra sensazione di benessere ne risente positivamente. 

Coloro che hanno continue connessioni con le persone vivono meglio e in salute

 

Condivisione comunicazione benessere salute 

 

 

Detto ciò, non è certo facile entrare in contatto con le persone e stabilire con esse una forte connessione fin dai primi minuti.

Sì esatto, “primi minuti.”

È infatti nei primi 2 minuti che scatta la scintilla tra due interlocutori.

 

Primi minuti di una conversazione 

 

 

Quante volte ti è successo di avere un inizio di conversazione non particolarmente entusiasmante?

E quante volte questa stessa conversazione ha fatto nascere una relazione un po’ zoppa?

Come se in qualche modo la relazione fosse stata influenzata definitivamente proprio da quei primi minuti di conversazione.

 

Comunicazione i primi minuti della conversazione 

 

 

Allo stesso tempo, quante volte ti è successo di avere un inizio di conversazione straordinaria, e di aver dato il via a una relazione che ancora oggi risulta essere forte e sana?

Ciò avviene per un semplice motivo: i primi 2 minuti della conversazione sono quelli che daranno lo slancio alla relazione futura.

Questo ci fa quindi capire quanto sia importante il primo impatto che riusciremo a trasmettere nella prima conversazione con le persone.

 

Come creare impatto con la comunicazione

 

 

Ora potresti chiederti: “se i primi minuti sono quelli più importanti, cosa è bene dire in questi primi minuti?”

 

Cosa dire nei primi minuti di una conversazione

 

 

Ottima domanda.

Devi sapere che saranno principalmente tre gli elementi che influenzeranno la prima impressione che le persone avranno di te.

E indovina un po’?

Le parole che andrai a utilizzare non rientreranno minimamente nei tre elementi che avranno influenzato la tua prima impressione.

 

Parole e comunicazione

 

 

Proprio così: non saranno le parole che utilizzerai nei primi due minuti a fare la vera differenza.

Esistono tre elementi che vengono valutati dal tuo interlocutore prima che tu riesca a pronunciare la prima parola.

Capiamo subito quali sono questi tre elementi.

 

Tre elementi comunicazione impattante 

 

 

 

1・Gli occhi

Il primo elemento sono gli occhi.

 

L'importanza dello sguardo nella comunicazione

 

 

Pochissimi attimi di secondo prima di pronunciare le tue prime parole, il tuo interlocutore guarderà i tuoi occhi e inizierà a farsi una prima impressione di te.

Sia che il vostro incontro avvenga dal vivo, sia che venga svolto in video-conferenza, assicurati di mantenere il contatto visivo fin da primi secondi. 

Il fatto di guardare la persona negli occhi fin dal primo secondo farà in modo che essa si senta al sicuro.

Di conseguenza, la fiducia che avrà nei tuoi confronti inizierà a crescere.

 

Sicurezza e fiducia nella comunicazione 

 

 

Questo non significa che dovrai sembrare una persona pazza e fissare con due occhi spalancati il tuo interlocutore.

Sii semplicemente presente fin dai primi secondi e guarda negli occhi la persona.

 

Comunicare con presenza

 

Ricordati inoltre di non guardare né lo smartphone né qualsiasi altro dispositivo che possa distrarti nei secondi prima di entrare in contatto con la persona.

Forse ti sarà già successo ti attendere in video-conferenza qualche collega o cliente e di approfittarne per dare una sbirciata ai social network

Facendo così però rischiamo di perdere il focus e di non essere pronti ad affrontare i primi secondi della conversazione in modo presente ed efficace.

 

Perdita di focus nella comunicazione 

 

 

La stessa cosa vale negli appuntamenti dal vivo

Se sai che il tuo appuntamento è alle ore 16:00, smetti di guardare lo smartphone cinque minuti prima e preparati ai primi secondi della conversazione. 

Ricordati che quei primi secondi saranno il trampolino di lancio della tua nuova relazione con quella persona. 

Se ci rifletti è una questione di rispetto, non credi?

 

Comunicazione e forma di rispetto

 

 

 

2・Il corpo

Il secondo elemento è il corpo.

 

 

L'importanza della postura nella comunicazione

 

 

 

Qui la parola chiave è “apertura”. 

 

Forma di apertura nella comunicazione

 

 

Sì, ciò che il tuo interlocutore sta inconsciamente cercando è un’apertura da parte tua. 

Per fare ciò devi mantenere una postura ben eretta, le spalle aperte e il mento allineato al pavimento, oltre ad avere il cuore rivolto verso il tuo interlocutore.

 

Postura spalle mento e cuore elementi comunicativi 

 

 

Questo vale sia nelle video-conferenze che dal vivo

Naturalmente dal vivo avrai ancor più possibilità di far notare la tua postura sicura e aperta, ma anche in video-conferenza puoi far notare le tue spalle ben posizionate e una postura corretta.

Tutto ciò, non solo trasmetterà apertura nei confronti del tuo interlocutore, ma ti renderà anche una persona più sicura di se stessa.

 

Trasmettere sicurezza nella comunicazione

 

 

 

3・Il viso

Il terzo elemento è il viso.

 

Viso sorriso e comunicazione

 

 

Qui la parola chiave non è più “apertura”, bensì “sorriso”.

 

L'importanza del sorriso nella comunicazione

 

 

Un sorriso sincero e luminoso è una delle armi più potenti per creare una forte relazione fin dai primi secondi. 

Il sorriso è contagioso, e permetterà alla conversazione di iniziare con la giusta positività

Quindi, prima di pronunciare la tua prima parola, ricordati di sfoggiare il tuo miglior sorriso, mantenendolo in linea con la conversazione che andrai ad avere.

Mi raccomando: deve essere un sorriso sincero, non forzato.

 

Sorriso sincero 

 

 

Bene, ora che abbiamo capito quali sono i tre elementi che dobbiamo gestire negli attimi che anticipano la conversazione per rendere l’atmosfera più piacevole, vediamo come approcciarci con la vera e propria conversazione.

 

 

 

 

Come iniziare una conversazione.

Partiamo subito dalla bella notizia: il passo più importante è già stato fatto.

Se avrai portato attenzione ai tre elementi che abbiamo appena visto sarà molto più facile avere successo con le tue prime parole.

Infatti, ciò che dovrai fare a questo punto sarà semplicemente utilizzare un classico saluto 

Il saluto nella comunicazione

 

 

Se conosci già il nome dell’altra persona potrai ad esempio dire “Buongiorno Marta” oppure “Ciao Kevin”.

 Se invece non conosci il nome del tuo interlocutore potrai dire semplicemente “Buongiorno” o “Ciao”.

Una volta che l’altra persona ti avrà detto il suo nome potrai dire “Marta, piacere di conoscerti” oppure “Piacere di conoscerti Kevin.”

In qualsiasi caso, ricordati di ripetere il prima possibile il nome del tuo interlocutore. 

Questo infonderà in lui una piacevole sensazione, e allo stesso tempo riuscirai a ricordarti più facilmente il suo nome senza commettere l’errore di dimenticartelo dopo pochi minuti.

Ripetere il nome della persona nella comunicazione 

 

 

Nel caso vi sia una stretta di mano, ricordati di eseguirla in modo deciso e rispettoso nei confronti della persona che hai di fronte. 

 

Comunicazione stretta di mano decisa e rispettosa 

 

 

A questo punto non ti rimarrà che sbloccare il ghiaccio e iniziare la conversazione

Un buon modo per iniziare una conversazione è quello di porre una domanda aperta.

 

Le domande aperte nella comunicazione

 

 

Le domande aperte sono quelle domande che prevedono una risposta approfondita e che evitano la classica risposta “-no”.

 

Risposte chiuse nella comunicazione 

 

La risposta “-no” viene data quando le domande che poniamo risultano essere “chiuse”, come ad esempio “tutto bene?”

Queste domande daranno vita a una risposta eccessivamente breve che manterrà il clima della conversazione troppo freddo.

 

Domande chiuse comunicazione fredda 

 

 

Le domande aperte invece, sono ad esempio: “Com’è andato il viaggio?”, oppure “Sono appena stato al ristorante qui sotto, si mangia davvero bene. Da quanti anni sono aperti?

Domande di questo tipo ti aiuteranno a sbloccare il ghiaccio e a iniziare una conversazione in modo più spontaneo

 

Comunicazione spontanea 

 

Bene, ora che abbiamo visto gli elementi fondamentali per creare una comunicazione impattante fin dai primi minuti vediamo un esercizio pratico che potrai sperimentare già da domani.

 

 

 

 

Esercizio comunicazione.

Abbiamo detto che i tre elementi chiave per instaurare fin da subito un’ottima conversazione sono gli occhi, il corpo e il viso.

Oltre a questi tre elementi abbiamo visto essere importanti le domande aperte e la ripetizione del nome dell'altra persona.

Bene, ciò che dovrai fare nei prossimi 30 giorni è utilizzare questi 3+2 elementi in almeno una conversazione al giorno.

 

Esercizio comunicazione una conversazione al giorno

 

 

La conversazione non dovrà obbligatoriamente essere svolta con una persona a te sconosciuta.

Potrai infatti esercitarti in una conversazione con un tuo amico, un tuo collega o un tuo attuale cliente.

 

Esercizio comunicazione impattante con amico collega cliente

 

 

Appena incontrerai questa persona - sia che tu la incontri dal vivo o in video-conferenza - ricordarti di svolgere queste tre azioni.

  1. Guarda la persona dritta negli occhi lasciando da parte qualsiasi dispositivo distraente nei secondi prima di incontrarla.
  2. Mettiti in una postura sicura ed eretta.
  3. Sfoggia il tuo miglior sorriso.

 

Elementi fondamentali della comunicazione 

 

 

Una volta fatto ciò - se il contesto te lo permette - inizia la discussione con una domanda aperta e ripeti il nome del tuo interlocutore il prima possibile. 

 

Domande aperte e ripetere il nome della persona per comunicare con efficacia

 

 

Questo esercizio dovrai farlo ogni giorno per 30 giorni.

L’ottimale sarebbe quello di identificare a inizio giornata la persona con la quale vorrai sperimentare questo esercizio.

 

Esercizio comunicazione efficace

 

 

Inoltre, non per forza dovrai svolgere questo esercizio con trenta persone diverse.

Se solitamente entri in contatto con meno di trenta persone al mese ti basterà semplicemente utilizzare questa tecnica con le poche persone che frequenti.

Una volta che questo tuo modo di fare sarà diventato un’abitudine potrai utilizzarlo in tutti i nuovi incontri che avrai nel tempo.

Come vedi è un esercizio molto semplice, che però ha bisogno di impegno e costanza.

 

Esercizi comunicazione con impegno e costanza

 

 

 

 

Conclusione

Bene, anche questo episodio sta per concludersi.

In questo episodio abbiamo capito che i 3 elementi fondamentali che anticipano la conversazione sono:

  • i tuoi occhi;
  • il tuo corpo;
  • il tuo viso).

 

Elementi comunicazione d'impatto



 

Abbiamo poi visto che i primi secondi di conversazione dovrebbero contenere due elementi:

  • una domanda aperta;
  • la ripetizione del nome del proprio interlocutore.

 

Elementi comunicazione conversazione




Questi 3+2 elementi ti aiuteranno a creare maggior impatto con il tuo interlocutore e ti permetteranno di mettere le basi di una splendida relazione.

 

Comunicazione human skill soft skill

 

 

 

Congratulazioni per aver terminato questo episodio.

Ricordati che il miglior modo per interiorizzare le Human skills è quello di unire la parte teorica con le tue esperienze di vita.

Ora sta a te mettere in atto le strategie che hai appena appreso.

Se ti va, condividi questo link con 3 persone che sai già potranno beneficiarne.

In questo modo avrai aiutato altre persone come te a esaltare la propria unicità.

Tutto questo per ridonare dignità all'essere umano.

 

Grazie, e a presto.

Moonly Editorial Team

 

_

Tutti i nostri episodi sono realizzati dal nostro Team editoriale di Psicologi, Business Coach e Consulenti filosofici.

© RIPRODUZIONE RISERVATA