Motivazione: come riaccenderla quando la fiammella si spegne.

 

La mancanza di motivazione ci porta a sentirci insoddisfatti, irrealizzati e frustrati.

D’altro lato, il riaccendersi della fiammella della motivazione ci permetterà di affrontare le sfide lavorative (ed extra-lavorative) con la giusta grinta.

 

Se sei un/una giovane che si sta affacciando al mondo del lavoro o vuoi dare uno slancio alla tua carriera, in questo episodio scoprirai come ritrovare la motivazione nelle aree della tua vita dove essa sembra essersi spenta

Prima di tutto scopriremo i rischi associati a una mancanza di motivazione.

Approfondiremo poi tre passi per riaccendere la motivazione in noi.

Infine, al termine di ogni passo vedremo un esercizio pratico grazie al quale potrai riaccendere la fiammella della motivazione.

 

Il 13° episodio di Moonly CAREER sta per iniziare.

Partiamo!


Come smettere di procrastinare


 

Mantieni il focus.

Avvia Moonly Music

 

 

 

 

 

In questo episodio risponderemo alle seguenti domande.

  1. Cosa comporta una mancanza di motivazione?
  2. Quali sono tre passi per ritrovare la propria motivazione?
  3. Quali sono tre esercizi pratici per riaccendere la motivazione?
  4. Cos’è successo il 2 febbraio 2020 alla campionessa del mondo di sci alpino Mikaela Shiffrin?

 

 

Luna Moonly 

 

 

Come riaccendere la motivazione. 

Ci sono volte nelle quali percepiamo una mancanza di motivazione

Di conseguenza sentiamo di non avere quel pizzico di creatività e ispirazione che ci potrebbero aiutare a conseguire i nostri obiettivi.

 

Motivazione creatività ispirazione

 

 

Qualsiasi persona ha bisogno di trovare la propria motivazione interna, in particolar modo nelle seconde fasi dei propri progetti.

 

Motivazione alta e bassa

 

Ti è mai successo di iniziare un progetto con un alto livello di motivazione, e di vederlo ridursi man mano che passavano i giorni?

 

Domanda sulla motivazione 

 

 

Tutto ciò è assolutamente normale

La motivazione infatti tende a calare man mano che gli ostacoli si fanno vivi durante il cammino.

A ogni piccolo fallimento la nostra motivazione cala bruscamente la propria intensità.

È infatti l’arrivo delle prime delusioni a mettere il primo campanello d’allarme al nostro livello di motivazione.

 

Campanello d'allarme motivazione

 

 

Quante volte ti è successo di vivere una delusione lavorativa o relazionale e di perdere immediatamente la motivazione in quell’area della tua vita.

Se ad esempio ti è già successo di ricevere una delusione al lavoro, ti sarai sicuramente accorto/a di quanto la motivazione sia calata proprio in concomitanza con quell’avvenimento.

 

Calo della motivazione dopo una delusione  

 

 

Oppure, pensa a tutte quelle persone che scoprono di essere tradite dal proprio partner. 

La motivazione che vi era all’inizio nel voler creare una bella famiglia scompare da un momento all’altro.

 

Calo della motivazione dopo un tradimento 

 

 

Nonostante queste delusioni però, dobbiamo essere consapevoli che senza motivazione non vi sarà possibilità di raggiungere a pieno i nostri obiettivi

Qualsiasi meta ci poniamo sarà caratterizzata da momenti di soddisfazione e da momenti di tristezza.

Da momenti di gioia e da momenti di solitudine.

È proprio a causa di questi sbalzi emotivi che dobbiamo capire come attingere alle nostre riserve di motivazione

 

Attingere alle nostre riserve di motivazione 

 

 

Inoltre, non sempre la motivazione si spegne a causa di un'avvenimento attinente ai nostri obiettivi.

A volte essa viene profondamente colpita a causa di un episodio che non riguarda minimamente il nostro obiettivo principale.

Pensa a tutte quelle persone che perdono una persona cara, e a causa di quello spiacevole avvenimento perdono la motivazione anche al lavoro.

 

Calo motivazione perdita di un caro

 

 

Un esempio ce lo riporta la giovanissima campionessa olimpica di sci alpino Mikaela Shiffrin

 

Esempio motivazione mikaela shiffrin

 

 

Mikaela vinse la sua prima gara in coppa del mondo all’età di 17 anni, una sorta di record in uno sport come lo sci alpino. 

Nel giro di pochi anni riuscì a vincere ben 10 medaglie ai Campionati del mondo e alle Olimpiadi, finendo sul podio in quasi tutte le gare alle quali partecipò. 

 

Esempio calo motivazione sciatrice 

 

 

Tutto sembrava andare per il verso giusto, finché il 2 febbraio 2020, a causa di un incidente, il padre Jeff Shiffrin morì all’età di soli 65 anni. 

 

Esempio calo motivazione perdita padre 

 

 

Per Mikaela fu un duro colpo.

Mikaela era molto attaccata al padre.

Nel giro di poche ore entrò nel periodo più nero della sua vita. 

Da un momento all’altro perse completamente la motivazione e rimase per diversi mesi senza disputare alcuna gara.

La sua motivazione era totalmente azzerata.

 

Riduzione motivazione

 

 

Ci volle un anno di tempo per rivedere Mikaela fra le sciatrici più forti al mondo.

 

Ci vuole tempo per riaccendere la motivazione 

 

 

Questo avvenimento ci deve far capire quanto la motivazione sia una risorsa che può spegnersi da un momento all'altro.

Più saremo in grado di riaccenderla in fretta prima riusciremo a stare meglio e portare avanti i nostri obiettivi.

 

Come riaccendere la motivazione 

 

 

Pensa che dramma fosse stato se Mikaela avesse interrotto completamente la sua straordinaria carriera agonistica a causa della morte del padre. 

La morte del padre fu sicuramente un avvenimento devastante per lei.

D’altro canto sarebbe stato un peccato se le ambizioni professionali di Mikaela fossero state interrotte definitivamente a causa di un avvenimento esterno.

 

Avvenimento esterno calo motivazione 

 

 

Mikaela - grazie ai propri familiari, ai propri amici e ai propri allenatori - riuscì a riaccendere la propria motivazione, diventando per noi una fonte di grande ispirazione.

 

Aumentare la motivazione interiore  

 

 

Bene, ora che abbiamo capito quanto la motivazione può impattare nella nostra vita, vediamo tre passi da compiere per riaccendere in noi la motivazione.

 

 

 

 

1° passo・Ritrova il focus.

Il primo passo per riaccendere la motivazione è quello di ritrovare il focus.

 

Tecnica aumento motivazione focus 

 

 

Quando perdiamo la motivazione, la prima cosa che ci accade è che spostiamo la nostra concentrazione altrove.

Di conseguenza perdiamo il focus su ciò che ci motivava fino a poco tempo prima.

 

Maggior focus porta a maggior motivazione 

 

 

Mi spiego meglio.

Prendiamo l’esempio della campionessa Mikaela Shiffrin

Fino a quel 2 febbraio 2020 la sua motivazione era alle stelle

Essa infatti metteva gran parte del suo focus sulla propria professione, e questo la faceva sentire motivata

 

Cambiare focus per incrementare la motivazione

 

 

Non appena accadde il fatidico incidente al padre, il suo focus si spostò completamente sull'avvenimento accaduto e su come sarebbe stata la sua vita da lì in poi senza la figura paterna

 

Domanda esempio motivazione 

 

 

Ciò che salvò Mikaela fu rimettere il focus sulla propria professione.

 

Focalizzazione e motivazione

 

 

Il fatto di aver rimesso il focus sul proprio lavoro, ha permesso a Mikaela di ritrovare la motivazione dei giorni migliori

Naturalmente non è stato un processo né facile né tanto meno rapido.

C'è voluto del tempo prima che Mikaela si riprendesse.

 

Ritrovare la motivazione ci vuole tempo

 

 

Questo suo lavoro interiore però l’ha portata a perseguire nuovamente le sue ambizioni. 

La sua motivazione ha iniziato a riaccendersi.

 

Aumentare motivazione 

 

 

Con ciò non significa che dobbiamo perdere un nostro caro per spostare il focus altrove

Pensa a tutte quelle persone che si dichiarano innamorate del proprio partner, ma che a causa dell'eccessivo lavoro perdono il focus sulla loro relazione

 

Esempio motivazione lavoro e relazioni

 

 

Ricordati: basta davvero poco per perdere la concentrazione su ciò che è davvero importante.

 

Basta poco per abbassare la motivazione

 

Detto ciò, vediamo un semplice esercizio per ritrovare il focus.

 

  

 

Esercizio motivazione・Ritrova il focus.

L’esercizio è molto semplice

Immagina Marco, un venditore.

 

Esempio motivazione come aumentarla

 

 

Ultimamente Marco si sente un po’ demotivato e vuole capire come ritrovare quella motivazione che lo caratterizzava fino a qualche mese fa. 

Quindi, come prima cosa decide di identificare uno dei suoi obiettivi a livello lavorativo che attualmente non lo stanno più motivando.

L’obiettivo che attualmente non lo motiva più è il seguente: “vendere €20.000 di prodotti entro il 31 dicembre 2021”.

 

Obiettivo specifico aumento motivazione 

 

 

Ora che Marco ha identificato un obiettivo che non lo sta motivando, dovrà farsi una semplice domanda.

La domanda è la seguente: “per quanto riguarda il mio obiettivo, dove sto portando il mio focus in questo momento?”

 

Focalizzazione e aumento motivazione 

 

 

Marco, facendosi questa domanda, potrebbe rendersi conto che metà della sua giornata lavorativa è focalizzata su attività che lo stanno portando lontano dal proprio obiettivo.

Facendo così, sente che le sue azioni non lo stanno portando a raggiungere il risultato che vorrebbe ottenere.

Grazie a questa sua comprensione potrà rifocalizzarsi su ciò che secondo lui conta davvero, e ritrovare la motivazione che lo aveva accompagnato nei mesi precedenti.

 

Focus motivazione interiore 

 

 

Detto ciò, l’esercizio che ti propongo è il seguente.

Prima di tutto identifica un tuo obiettivo in un’area della tua vita nella quale senti di aver perso la motivazione.

Potrebbe essere un obiettivo legato al tuo lavoro, alle tue relazioni, al tuo livello di salute.

 

Obiettivo lavoro relazioni salute aumento motivazione 

 

 

Una volta identificato l’obiettivo chiediti: “per quanto riguarda il mio obiettivo, dove sto portando il mio focus in questo momento?”

 

Concentrazione e focus per aumentare la motivazione 

 

 

A questo punto dovrai prenderti qualche minuto di tempo per riflettere su questa domanda.

 

Momento riflessivo motivazione

 

 

Se ti renderai conto di portare il focus su qualcosa di poco funzionale per il raggiungimento del tuo obiettivo ti basterà riportare il focus su ciò che conta davvero.

 

Focus motivazione interiore 

 

 

Veniamo ora al secondo passo per riaccendere la tua motivazione. 

 

 

 

 

 

2° passo・Identifica le persone motivanti.

Il secondo passo per riaccendere la motivazione è quello di identificare le persone motivanti.

 

Persone motivanti 

 

 

Ci sono persone che in determinate aree della nostra vita possono offrirci quella spinta motivazionale necessaria per riaccendere in noi la voglia di fare. 

Queste persone potrebbero essere familiariamici, parenti, conoscenticolleghi di lavoro.

 

Persone che ci motivano esempi 

 

 

Torniamo per un attimo all’esempio di Mikaela Shiffrin.

Essa difficilmente sarebbe uscita da quel tunnel nero se non fosse stata aiutata da persone motivanti.

Mikaela è stata aiutata da uno psicologo, dai suoi allenatori e naturalmente dai suoi familiari

 

Persone che hanno motivato Mikaela Shiffrin 

 

 

Mikaela ha infatti capito che non valeva la pena incaponirsi nel voler risolvere il problema da sola

Dobbiamo infatti ricordarci che "come noi saremmo più che disposti ad aiutare qualcuno, anche gli altri sono pronti ad aiutarci nei momenti di difficoltà".

 

Le persone ci aiutano ad accrescere la motivazione 

 

 

Vediamo ora l’esercizio pratico annesso a questo secondo passo.

 

 

 

 

Esercizio motivazione・Identifica le persone motivanti.

Anche questo esercizio è molto semplice.

Per prima cosa chiediti: “chi sono le persone che conosco e che maggiormente mi motivano e mi ispirano?” 

 

Domanda motivazione

 

 

Una volta che avrai riflettuto su questa domanda, prenderai un foglio (o le note del tuo smartphone) e farai un elenco delle tre persone che maggiormente ti motivano e ti ispirano.

 

Esercizio pratico motivazione 

 

 

A questo punto non ti rimarrà che fare una semplice azione: contattarli.

Sì, esatto.

Se in questo momento non ti senti una persona particolarmente motivata ti consiglio di contattare queste persone e di farti una chiacchierata con loro.

Potrebbe sembrarti un gesto banale ma ti assicuro che avrà fatto la differenza.

 

 

Contattare persone motivanti

 

Bene, arriviamo ora al terzo passo.

 

 

 

 

3° passo・Frequenta luoghi motivanti.

Il terzo passo per riaccendere la motivazione è quello di frequentare luoghi motivanti.

 

Luoghi motivanti 

 

 

Ognuno di noi ha dei luoghi che ci fanno sentire più ispirati e motivati.

Alcune persone amano la natura.

Altre amano trascorrere qualche ora all'interno di una grande libreria.

Altre persone si fanno ispirare dalle mostre o dai musei d’arte.

 

Esempi luoghi motivanti 

 

 

Non c’è nulla di male nell’avere dei luoghi che maggiormente ci motivano e ci ispirano.

Immagina Giulia, una giovane marketing specialist.

 

Esempio aumento motivazione al lavoro 

 

 

Giulia ha trascorso i suoi primi 25 anni in un bellissimo luogo a pochi passi dal mare, in mezzo alla natura incontaminata.

 

Natura e motivazione 

 

 

Ora che però di anni ne ha 30 si ritrova a lavorare in una città frenetica, senza un minimo contatto con la natura che tanto ama.

 

Motivazione e città 

 

 

Per riaccendere la sua motivazione chiederemo a Giulia di porsi una domanda.

La domanda che Giulia si farà è la seguente: "qual è il luogo che maggiormente mi motiva e che posso frequentare per almeno due ore alla settimana?”

 

Esercizio motivazione come aumentarla 

 

 

Ponendosi questa domanda, Giulia si rende conto che la lontananza dalla natura le ha fatto perdere quella motivazione che l’aveva caratterizzata in passato.

Decide quindi di ritagliarsi due ore alla settimana e di trascorrere queste due ore in un bellissimo parco a pochi chilometri di distanza da casa sua.

 

Esercizi motivazione 

 

 

Questa semplice decisione permetterà a Giulia di rientrare in contatto con la natura incontaminata, e la sua motivazione potrebbe pian piano riaccendersi.

 

Come accendere la motivazione in noi

 

 

Detto ciò, vediamo l'esercizio pratico collegato a questo terzo passo.

 

 

 

 

Esercizio motivazione・Frequenta luoghi motivanti.

L'esercizio ci basa sul porsi la stessa domanda che si è posta Giulia

Chiediti: "qual è il luogo che maggiormente mi motiva e che posso frequentare per almeno 2 ore alla settimana?"

 

Esercizio settimanale motivazione

 

 

Ti consiglio di non scegliere quel luogo magico che sfortunatamente puoi frequentare solo poche volte all’anno, come potrebbe essere Disneyland o una splendida isola nell’oceano indiano. 

Pensa a quel luogo che puoi frequentare ogni settimana per almeno 2 ore

Potrebbe essere il parco vicino casa tua, il laghetto a qualche chilometro dal tuo ufficio o una libreria a pochi passi dal ristorante che frequenti abitualmente.

 

Scelta luogo motivante 

 

 

Insomma, deve essere un luogo che puoi frequentare per un paio di ore alla settimana e che ha la capacità di trasmetterti ispirazione e motivazione.

Questo terzo passo - che a primo impatto potrebbe sembrare poco rilevante - è in realtà una delle tecniche più impattanti per mantenere alta la motivazione durante tutta la settimana.

 

Come mantenere alta la motivazione 

 

 

Dobbiamo infatti ricordarci che la nostra motivazione è un po’ come il nostro smartphone: ha continuamente bisogno di essere ricaricata

Una ricarica alla settimana nel luogo che maggiormente ti motiva ti avrà permesso di riaccendere la fiammella della motivazione che in questo momento sembra essersi spenta.

 

 

 

 

 

Conclusione

Bene, anche questo episodio sta per concludersi.

In questo episodio abbiamo scoperto tre passi per ritrovare la propria motivazione.

  • 1° passo・Ritrova il focus.
  • 2° passo・Identifica le persone motivanti.
  • 3° passo・Frequenta luoghi motivanti.

 

Focus persone e luoghi motivanti

 

 

Abbiamo inoltre approfondito tre esercizi pratici che potrai sperimentare per riaccendere la tua motivazione.

  • Il primo esercizio basato sul ritrovare il proprio focus riguardo un obiettivo specifico.
  • Il secondo esercizio basato sul contattare le persone che maggiormente ti motivano e ti ispirano.
  • Il terzo esercizio basato sul frequentare per 2 ore alla settimana il luogo che maggiormente ti trasmette motivazione e ispirazione.

 

Incremento motivazione interiore

 

 

Congratulazioni per aver terminato questo episodio.

Ricordati che il miglior modo per interiorizzare le Human skills è quello di unire la parte teorica con le tue esperienze di vita.

Ora sta a te mettere in atto le strategie che hai appena appreso.

Se ti va, condividi questo link con 3 persone che sai già potranno beneficiarne.

In questo modo avrai aiutato altre persone come te a esaltare la propria unicità.

Tutto questo per ridonare dignità all'essere umano.

 

Grazie, e a presto.

Moonly Editorial Team

 

_

Tutti i nostri episodi sono realizzati dal nostro Team editoriale di Psicologi, Business Coach e Consulenti filosofici.

© RIPRODUZIONE RISERVATA