Come diventare più produttivi grazie alla piramide della produttività.

 

Quante volte hai sentito la frase: “In azienda cerchiamo persone produttive.”

Sì, diventare una persona produttiva ti differenzierà sul mercato e ti farà diventare più attraente agli occhi delle migliori aziende.

 

Se sei un/una giovane che si sta affacciando al mondo del lavoro o vuoi dare uno slancio alla tua carriera, in questo episodio scoprirai come diventare una persona più produttiva.

Prima di tutto scopriremo i 5 step che caratterizzano la piramide della produttività.

Una volta che li avremo scoperti vedremo un esercizio pratico che potrai sperimentare in totale autonomia.

Il 3° episodio di Moonly CAREER sta per iniziare. 

Partiamo!

 

La piramide della produttività


 

Mantieni il focus.

Avvia Moonly Music

 

 

 

 

 

In questo episodio risponderemo alle seguenti domande.

  1. Come aumentare la produttività?
  2. Qual è l’obiettivo principale della piramide della produttività?
  3. Qual è il principale errore che viene compiuto dalle persone poco produttive?
  4. Quali sono i 5 step da seguire per diventare una persona più produttiva?
  5. In che modo la produttività sarà fondamentale nel tuo lavoro?

 

 

Luna Moonly 

 

 

La piramide della produttività.

Quando si parla di produttività si tende spesso a fare confusione. 

Si tende a parlare di micro-obiettivi, macro-obiettivi, progetti, mansioni, attività e chi più ne ha più ne metta.

Tutti questi sono concetti fondamentali, che però hanno bisogno di essere conosciuti in profondità

 

Produttività profondita

 

 

Spesso infatti siamo così indaffarati dalle mille cose da fare che ci dimentichiamo il vero motivo per il quale svolgiamo tali azioni. 

Uno dei motivi per il quale molte persone sono poco produttive (e poco motivate) è il fatto che esse tendono a focalizzarsi solamente sull’azione specifica che devono svolgere. 

Focus sull'azione

 

 

Immagina per qualche istante di dover scrivere un articolo di giornale

 

Esempio produttività

 

Le persone poco produttive (e poco motivate) sono quelle persone che porteranno il loro focus direttamente sull’azione da compiere, ovverosia "scrivere l’articolo di giornale".

Produttività scrivere articolo

 

 

Le persone più produttive invece sono quelle persone che partono pensando a qualcosa di più grande della semplice azione.

Qualcosa che scava più in profondità della semplice scrittura di un articolo. 

 

Scavare in profondità sulla produttività

 

 

La piramide della produttività è una piramide costituita da 5 step.

L’obiettivo di questa piramide è aiutarti in due fasi:

  • nella fase di organizzazione delle varie attività da svolgere;
  • nella fase di esecuzione delle varie attività, nella quale è necessaria una giusta dose di motivazione.

 

Organizzazione esecuzione

 

 

Nella prima fase la piramide ti sarà utile per avere maggior chiarezza sul che cosa devi fare.

Nella seconda fase invece ti sarà utile per comprendere il perché devi fare ciò che hai pianificato di fare. 

Questo "perché" sarà la tua molla motivazionale che ti aiuterà ad agire.

 

Produttività e motivazione

 

 

Detto ciò, capiamo più in dettaglio quali sono i cinque step della piramide.

 

 

 

 

1° step・Lo scopo

Il primo step della piramide è lo scopo.

 

Lo scopo e la produttività

 

 

Potrebbe sembrare scontato ma per ottenere qualsiasi risultato (ed essere più produttivi) dobbiamo prima di tutto capire quale sia lo scopo finale delle attività che andremo a svolgere.

Per quale motivo molte persone desiderose di migliorare nel lavoro, nelle relazioni o in altre aree delle vita non hanno successo? 

La risposta è semplice: essi portano il loro focus immediatamente sulle attività da svolgere senza pensare minimamente a quale sia il proprio scopo (il proprio perché).

 

Focus scopo

 

 

Il nostro scopo ci permette di mantenere la motivazione sempre accesa.

Il nostro scopo ci aiuta ad essere produttivi anche nei momenti emotivamente più difficili.

Infine, il nostro scopo ci aiuta a fissare con maggior efficacia gli obiettivi e le attività più funzionali da svolgere.

 

Produttività obiettivi attività

 

 

Ti faccio subito un esempio.

Immagina di voler migliorare la tua produttività al lavoro

Il fatto di conoscere tutte le tecniche di produttività non ti sarà sufficiente per diventare davvero una persona produttiva. 

Ciò che dovrai fare è partire dal tuo scopo, ossia dal perché vuoi essere una persona produttiva

 

Perché essere produttivi

 

 

Questo vale in qualsiasi area della tua vita.

Vuoi ottenere più risultati al lavoro

Vuoi migliorare il tuo livello di salute

Vuoi creare maggior feeling con i tuoi colleghi? 

Il segreto è partire dal tuo scopo, ossia dal perché vuoi davvero ottenere quel determinato risultato.

 

Partire dal perché per aumentare la produttività

 

 

Molte persone che vogliono ottenere più risultati lavorativi si focalizzano solamente sulle azioni che devono compiere quotidianamente.

Molte persone che vogliono migliorare la propria salute si focalizzano solamente sull’attività fisica che è stata consigliata loro di svolgere.

Molte persone che vogliono creare maggior feeling con i propri colleghi portano il loro focus solamente sul loro modo di comunicare con essi.

 

Produttività e azioni 

 

 

Questo modo di agire porta queste persone ad essere produttive (e motivate) solamente in una prima fase.

Superata la prima fase (della durata di poche settimane) queste persone vedono calare la propria motivazione e la propria produttività.

 

Bassa produttività a lungo termine 

 

 

Le persone che invece partono dal proprio scopo riescono a mantenere la produttività (e la motivazione) sempre elevata.

I momenti difficili non mancheranno, certo.

Ma sarà proprio grazie al proprio scopo che sapranno affrontarli con la giusta grinta.

 

Alta produttività a lungo termine 

 

 

La domanda che ora potresti farti è: “Ok, ma che cos’è lo scopo?”

 

Che cos'è lo scopo? 

 

 

Lo scopo non è altro che una frase emotiva che vuole scavare in profondità sul tuo perché.

Quel "perché" che funge da molla motivazionale.

 

Molla motivazionale 

 

 

Vediamo tre esempi di scopo in tre aree differenti: lavoro, salute e relazioni (nello specifico relazioni con i propri colleghi).

Dal punto di vista lavorativo, una persona potrebbe avere come scopo quello di “sentirsi una persona realizzata contribuendo in modo etico al miglioramento dell’ecosistema”.

 

Sensazione di realizzazione e produttività 

 

 

Dal punto di vista salutistico, una persona potrebbe avere come scopo quello di “vivere una vita con energia e vitalità potendo gustare a pieno ogni esperienza con i propri amici e familiari”.

 

Energia e vitalità 

 

 

Dal punto di vista relazionale (con i propri colleghi) una persona potrebbe avere come scopo quello di “far parte di un gruppo di persone allineate a solidi valori che insieme vogliono creare un importante impatto sociale ed economico”.

 

Allineamento e impatto

 

 

Come vedi lo scopo è qualcosa di più emotivo dei classici obiettivi o delle classiche To-Do List.

Ciò non significa che gli obiettivi e le To-Do List non siano importanti, anzi.

Questi però sono più razionali, e li troveremo più in là nella nostra piramide.

 

Produttività e razionalità 

 

 

Per ora dobbiamo ricordarci che - se vogliamo essere più produttivi - dobbiamo associare ogni nostra azione al nostro scopo in quell’area specifica.

Ciò significa che se dobbiamo scrivere un articolo di giornale non dobbiamo partire dall'attività di scrittura bensì dallo scopo che ci guida in quell'area della nostra vita.

 

Azioni e scopo 

 

Veniamo ora al secondo step della piramide.

 

 

 

 

2° step・Il progetto (o missione)

Il secondo step della piramide è il progetto, o chiamato anche missione.

 

Piramide della produttività secondo step

 

Questo secondo step, a differenza del primo, ha un tocco più razionale e ha una durata limitata nel tempo.

Solitamente al progetto viene data una scadenza a 3-20 anni.

Ciò significa che un progetto può durare un minimo di 3 anni a un massimo di 20 anni

 

Produttività e progetto

 

 

Esistono varie tipologie di progetto.

Ci sono progetti personali, come ad esempio i progetti di carriera, i progetti familiari o i progetti legati al proprio livello di salute.

Ci sono poi progetti aziendali, come ad esempio il lancio di nuovi prodotti o l'internazionalizzazione dell’azienda. 

 

Progetti personali aziendali

 

 

Vediamo alcuni esempi più nel dettaglio.

 

Esempi produttività

 

 

Un progetto di carriera potrebbe essere quello di diventare manager entro 5 anni.

Un progetto aziendale invece potrebbe essere quello di lanciare una nuova piattaforma digitale ottenendo 10.000 clienti entro 4 anni da oggi.

Questi, come vedi, non sono degli obiettivi, bensì dei progetti.

Il progetto, a differenza dell’obiettivo, ha una data di scadenza molto in là con il tempo.

 

Produttività lunga durata

 

 

Ora potresti chiederti: “Chi dovrà fissare questi progetti?”

A differenza della scopo che deve partire esclusivamente da te (e possibilmente deve essere in linea con lo scopo dell’azienda per cui lavori) i progetti non sempre sono fissati direttamente da te

  • I progetti personali (carriera, famiglia, salute) li potrai fissare direttamente tu.
  • I progetti aziendali invece, verranno fissati direttamente dall’azienda

 

Personali aziendali

 

 

Arriviamo ora al step della piramide.

 

 

 

 

 

3° step・Il macro-obiettivo 

Il terzo step della piramide è il macro-obiettivo.

 

Produttività macro obiettivi

 

 

Abbiamo detto che i progetti hanno una durata che va dai 3 ai 20 anni.

Per portare a compimenti questi progetti abbiamo bisogno di fissare alcune tappe intermedie.

Queste tappe intermedie prendono il nome di macro-obiettivo

I macro-obiettivi hanno una durata media che va dai 6 ai 24 mesi.

 

Macro-obiettivi tempistiche

 

 

Essi hanno il singolo obiettivo di avvicinarci il più possibile al raggiungimento della missione (progetto) che ci siamo posti.

Il tutto mantenendo sempre fede al nostro scopo.

 

Mantenere fede al tuo scopo

 

 

Prendiamo gli esempi fatti poco fa. 

Nel caso in cui il tuo progetto di carriera preveda di diventare manager entro 5 anni, dovrai fissarti dei macro-obiettivi che avranno una durata tra i 3 e i 24 mesi. 

Un primo macro-obiettivo potrebbe essere quello di ottenere determinati risultati entro 6 mesi da oggi.

Oppure potrebbe essere quello di affiancare al tuo attuale lavoro un piccolo progetto aziendale che farai vedere al tuo capo tra 3 mesi.

Tutto questo per far notare le tue capacità e la tua forte ambizione di crescita.

 

Capacità ambizioni

 

 

Nel caso invece il macro-obiettivo sia correlato a un progetto aziendale, molto probabilmente sarà l’azienda a fissarti direttamente il tuo macro-obiettivo. 

Torniamo all'esempio di prima.

Un macro-obiettivo per lanciare una nuova piattaforma digitale entro 4 anni e ottenere 10.000 clienti (il progetto iniziale) potrebbe essere quello di ottenere entro 4 mesi mille feedback da parte di possibili persone interessate.

Oppure un altro macro-obiettivo potrebbe essere quello di instaurare dieci partnership con altre aziende del settore entro 12 mesi da oggi.

Questi macro-obiettivi ti aiuteranno ad avvicinarti al raggiungimento della tua missione (progetto).

 

Macro obiettivo missione

 

Passiamo ora al quarto step della piramide.

 

 

 

 

 

4° step・Il micro-obiettivo 

Il quarto step della piramide è il micro-obiettivo.

 

Micro obiettivo

 

 

Il macro-obiettivo abbiamo detto avere una durata di 3-24 mesi.

Il micro-obiettivo invece ha una durata inferiore ai 3 mesi.

Questo significa che possiamo fissarci sia dei micro-obiettivi con scadenza a 3 mesi, sia dei micro-obiettivi con scadenza a poche ore o giorni di distanza.

 

Micro obiettivo e produttività

 

 

Tornando agli esempi di prima, se il tuo macro-obiettivo per diventare manager entro 5 anni fosse quello di ottenere determinati risultati nei prossimi 6 mesi, alcuni micro-obiettivi potrebbero essere i seguenti:

  • portare € 50.000 di vendite all’azienda entro 4 settimane;
  • creare entro la fine di questo mese un piccolo progetto di team building così da rendere più affiatati i tuoi colleghi;
  • ideare una possibile idea di business entro 2 mesi;
  • etc...

 

Macro-obiettivo e micro-obiettivo

 

 

Oppure, se il macro-obiettivo aziendale fosse quello di avere mille feedback di possibili persone interessate alla piattaforma digitale entro 4 mesi, alcuni micro-obiettivi potrebbe essere i seguenti:

  • ottenere 50 feedback il primo mese;
  • ottenere 150 feedback il secondo mese;
  • ottenere 350 feedback il terzo mese;
  • ottenere 450 feedback il quarto mese.


Tutti questi sono micro-obiettivi che ti aiuteranno a raggiungere il tuo macro-obiettivo.

 

Macro-obiettivo e micro-obiettivi

 

 

La domanda ora è: “Sarai tu a fissare questi micro-obiettivi?”

 

Produttività e fissaggio micro obiettivi

 

 

 

Per quanto riguardo i tuoi progetti personali assolutamente .

Per quanto riguarda i progetti aziendali la risposta corretta è “dipende”.

Potrebbe succedere che i micro-obiettivi ti vengano offerti direttamente dal manager, o che in alternativa esso ti dia la libertà di fissarli in totale autonomia

Come sempre dipende dal contesto aziendale e dalla situazione specifica.

 

Micro-obiettivi personali e aziendali

 

 

Veniamo ora al quinto step della piramide.



 

 

5° step・L’attività

Il quinto step della piramide è l'attività.

 

Attività piramide produttività

 

 

Una volta che abbiamo sottomano i micro-obiettivi arriva il momento di focalizzarsi sulle attività da svolgere.

Ti ricordi cosa ci siamo detti all’inizio dell’episodio?

Molte persone non sono produttive proprio perché partono dalle attività da svolgere, senza minimamente pensare ai 4 step precedenti

 

Piramide produttività flusso

 

 

Capisci bene che se la persona non ha ben chiaro quale sia il proprio scopo, il proprio progetto, il proprio macro-obiettivo e il proprio micro-obiettivo è normale che non riesca ad essere produttiva (e motivata).

Non è colpa di questa persona.

È solamente che nessuno le ha mai spiegato dove portare l'attenzione.

 

Focus produttività elevata

 

 

Detto ciò, che cos'è l'attività?

L’attività è quella singola azione (o più azioni) che dovrai compiere per raggiungere il tuo micro-obiettivo.

Azioni da svolgere

 

 

Vediamo alcuni esempi di attività in base ai micro-obiettivi che abbiamo trattato poco fa.

Se il tuo micro-obiettivo fosse quello di portare all’azienda € 50.000 di vendite entro 4 settimane, le tue attività potrebbero essere le seguenti:

  • creare delle campagne marketing per attirare possibili clienti;
  • contattare le persone che hanno lasciato i propri dati per essere contattate (grazie alla campagna marketing);
  • creare 1 video di presentazione da condividere via mail con queste persone;
  • creare 10 video educativi da pubblicare sui social network.
  • etc...

 

Micro obiettivi e azioni

 


 

Oppure, se il tuo micro-obiettivo fosse quello di ottenere i primi 50 feedback da parte di possibili persone interessate alla piattaforma digitale, alcune attività potrebbero essere:

  • creare un sondaggio online e sponsorizzarlo in LinkedIn tramite una campagna pubblicitaria;
  • contattare personalmente 20 persone al giorno chiedendo loro di darti un feedback sincero;
  • organizzare tutte le risposte ottenute nel database aziendale
  • etc...

 

Micro-obiettivi e azioni da compiere

 

 

Come vedi qui stiamo entrando maggiormente nello specifico. 

Nel caso di progetti personali sarai naturalmente tu a fissare le attività da svolgere.

Nel caso di progetti aziendali dipende - come sempre - dalla cultura aziendale e dal contesto.

In azienda, è molto probabile che sarai tu - in totale autonomia - a scegliere quali siano le azioni più funzionali da svolgere per raggiungere quel micro-obiettivo.

L’azienda avrà il solo compito di offrirti delle linee guida da dover rispettare, ad esempio i propri valori aziendali.

 

Valori aziendali

 

 

Bene, ora che abbiamo analizzato l'intera piramide vediamo un esercizio pratico.

 

 

 

Esercizio produttività.

L'esercizio che ti propongo si basa sul triangolo della produttività che abbiamo appena trattato insieme.

Ciò che ti consiglio di fare è prende il tuo diario personale e iniziare a disegnare la tua piramide della produttività.

 

Piramide della produttività esercizio

 

 

Una volta che l'avrai disegnata, ti consiglio di riflettere su ogni step che la caratterizza.

Deciderai tu se prenderti una giornata intera - magari in mezzo alla natura - per riflettere su tutti e 5 gli step, o se prenderti una mezz'oretta al giorno nei prossimi giorni e riflettere su uno step alla volta.

L'importante è partire dal 1° step e concludere con il 5° step.

 

 

 

 

 

Conclusione

Anche questo episodio sta per concludersi.

In questo episodio abbiamo capito che se vuoi diventare una persona più produttiva è bene seguire i 5 step della piramide della produttività.

  • 1° step・Fissa il tuo scopo.
  • 2° step・Fissa dei progetti con scadenza superiore ai 3 anni allineati al tuo scopo.
  • 3° step・Fissa dei macro-obiettivi che abbiamo una scadenza dai 3 ai 24 mesi e che ti aiutino a realizzare i progetti prefissati.
  • 4° step・Fissa dei micro-obiettivi con scadenza inferiore ai 3 mesi così da conseguire i macro-obiettivi fissati precedentemente.
  • 5° step・Scegli quali siano le attività che dovrai compiere per raggiungere i micro-obiettivi, e portale a compimento.

 

 

Come aumentare la produttività con la piramide della produttività

 

 

Tutto questo ti aiuterà ad essere una persona più produttiva e motivata.

Molte volte rischiamo di arrampicarci in cima alla piramide senza passare per gli step che stanno alla base

Così facendo, rischiamo di svolgere tante attività senza comprendere il reale motivo che sta alla base del nostro comportamento.

 

Motivazione produttività

 

 

 

Congratulazioni per aver terminato questo episodio.

Ricordati che il miglior modo per interiorizzare le Human skills è quello di unire la parte teorica con le tue esperienze di vita.

Ora sta a te mettere in atto le strategie che hai appena appreso.

Se ti va, condividi questo link con 3 persone che sai già potranno beneficiarne.

In questo modo avrai aiutato altre persone come te a esaltare la propria unicità.

Tutto questo per ridonare dignità all'essere umano.

 

Grazie, e a presto.

Moonly Editorial Team

 

_

Tutti i nostri episodi sono realizzati dal nostro Team editoriale di Psicologi, Business Coach e Consulenti filosofici.

© RIPRODUZIONE RISERVATA