Francesca Pettinella

 

Abruzzo, pallavolo, trade marketing, scrittura, lettura, sport, viaggi, trasparenza, determinazione, onestà.

Questo è solamente un piccolo assaggio dell'unicità di Francesca.

Scopriamo il lato umano di Fater attraverso gli occhi di Francesca Pettinella.

 

 

_

Ciao Francesca, raccontaci un po’ di te.

Mi chiamo Francesca, ho 30 anni, sono parte della grande famiglia Fater da sei anni e sono abruzzese.

Sono un'appassionata lettrice tanto che da bambina il mio sogno nel cassetto era diventare una scrittrice, finché non ho scoperto il mio dualismo: una naturale propensione per i numeri e uno spontaneo interesse per il marketing.

Questo ha portato il mio percorso di studi in una direzione diversa. Mi sono laureata in Economia e ho scoperto il dinamico mondo del Trade Marketing in Fater.

Mi piace viaggiare e sono un'instancabile sportiva, che da sempre credo sia una fonte di insegnamenti e emozioni, dall'adrenalina dello sci al valore di una sinergica e affiatata squadra di pallavolo.

I miei valori sono quelli che eredito dalla mia famiglia, onestà, trasparenza e bontà, e quelli che le esperienze mi hanno insegnato, determinazione, collaborazione e amicizia.



Lavoro in Fater, cultura aziendale in Fater, lavorare in Fater, carriera lavorativa in Fater, clima aziendale in Fater, come si lavora in Fater, cosa pensano le persone di Fater

 






_

Cosa ti ha portata a entrare in Fater?

Volevo lavorare in un'azienda del FMCG e Fater era in cima alla lista essendo un esempio di come si vince in questo campo e avendo nel suo portafoglio una serie di brand leader.

La vicinanza territoriale ha sicuramente favorito il nostro incontro, e quando mi fu proposto uno stage rinunciai a una corposa borsa lavoro per lavorare nel trade marketing su un brand acquisito da poco, Ace.



Lavoro in Fater, cultura aziendale in Fater, lavorare in Fater, carriera lavorativa in Fater, clima aziendale in Fater, come si lavora in Fater, cosa pensano le persone di Fater

 








_

Che definizione daresti al tuo lavoro in Fater?

Una sfida continua e quotidiana, fatta di importanti ambizioni e innovazione incessante.

Il numero di lanci e progetti impone pianificazione, organizzazione e l'interfunzionalità, che è uno degli aspetti più stimolanti.



Lavoro in Fater, cultura aziendale in Fater, lavorare in Fater, carriera lavorativa in Fater, clima aziendale in Fater, come si lavora in Fater, cosa pensano le persone di Fater

 

 






_

Quali sono le 3 caratteristiche che reputi più importanti per svolgere al meglio il tuo lavoro?

Determinazione e resilienza, non bisogna mai guardare al passato e pensare che qualche obiettivo sia impossibile, c'è sempre qualche angolo in cui diventa possibile.

Per questo, anche saper guardare da prospettive diverse una situazione è importante, tanto più in un'azienda così strutturata.

La collaborazione e lo spirito di team è imprescindibile per raggiungere qualsiasi obiettivo.



Lavoro in Fater, cultura aziendale in Fater, lavorare in Fater, carriera lavorativa in Fater, clima aziendale in Fater, come si lavora in Fater, cosa pensano le persone di Fater









_

Quali sono le soft skills che reputi più importanti nel tuo team e che consiglieresti ai giovani di coltivare?

Spirito critico e autonomia. In Fater c'è bisogno di tanti piccoli imprenditori che siano in grado di portare avanti progetti con responsabilità, sentendoli propri.

L'empatia è fondamentale per creare spirito di team, far sentire a tutti il supporto, il "puoi contare su di me". 

Spesso le competenze all'interno di un team sono complementari ed è importante anche avere l'umiltà di riconoscerlo e apprezzare le nostre diversità come un vantaggio per il team e per l'azienda.



Lavoro in Fater, cultura aziendale in Fater, lavorare in Fater, carriera lavorativa in Fater, clima aziendale in Fater, come si lavora in Fater, cosa pensano le persone di Fater







_

Ti va di raccontarci quando ti sei accorta che la forza del team ha fatto la differenza di fronte a una difficoltà?

I problemi sono complessi e possono essere risolti solo interfunzionalmente in quanto richiedono il contributo di tutti gli anelli della catena, che a volte coinvolge anche i fornitori. 

Se penso ad un caso specifico ricordo quando avevamo un elevato numero di prodotti che in una struttura espositiva arrivarono danneggiati: abbiamo seguito tutto il ciclo di vita, dall'allestimento alla consegna al punto vendita e nel team composto anche da buying, logistica e technical packaging siamo riusciti ad individuare le aree critiche, ognuno per la sua area di competenza, e risolvere il problema. 



Lavoro in Fater, cultura aziendale in Fater, lavorare in Fater, carriera lavorativa in Fater, clima aziendale in Fater, come si lavora in Fater, cosa pensano le persone di Fater







_

Che consiglio daresti ai giovani che stanno cercando la propria strada nel mondo del lavoro?

Il primo è un aspetto quasi scontato, ma seguire la propria passione è necessario per essere felici negli anni successivi all'ingresso nel mondo del lavoro. Senza questo pilastro è difficile costruire una vita lavorativa soddisfacente. Non arrendersi quindi finché non si trova la propria strada.

Essere curiosi e preparati, ma soprattutto essere umili ed entrare in azienda con tanta voglia di imparare. In una prima fase lavorativa l'investimento in termini di impegno e tempo è sproporzionato, ma è un sicuro investimento sul futuro.

Essere proattivi e trasmettere fiducia e senso di responsabilità.



Lavoro in Fater, cultura aziendale in Fater, lavorare in Fater, carriera lavorativa in Fater, clima aziendale in Fater, come si lavora in Fater, cosa pensano le persone di Fater








_

A quali persone consiglieresti di entrare a lavorare in Fater?

Consiglierei Fater a tutti i ragazzi e ragazze con un'instancabile voglia di vincere e ambizione, e che vogliono vivere un ambiente estremamente interfunzionale e dinamico. 



Lavoro in Fater, cultura aziendale in Fater, lavorare in Fater, carriera lavorativa in Fater, clima aziendale in Fater, come si lavora in Fater, cosa pensano le persone di Fater






 



_

Cosa ami maggiormente di Fater?

I rapporti informali e diretti tra colleghi e colleghe a qualsiasi livello.

Non esiste competizione tra persone degli stessi reparti e tra direzioni diverse, ma solo l'unione e la collaborazione verso l'obiettivo comune.


Lavoro in Fater, cultura aziendale in Fater, lavorare in Fater, carriera lavorativa in Fater, clima aziendale in Fater, come si lavora in Fater, cosa pensano le persone di Fater

 








_

In che modo credi che Fater sia unica rispetto ad altre aziende?

Credo che sia una delle pochissime aziende che ha le dimensioni di una multinazionale, ma l'atmosfera e l'agilità di una realtà più "locale", dove si percepisce la familiarità dei rapporti e la velocità dei processi e del decision making.



Lavoro in Fater, cultura aziendale in Fater, lavorare in Fater, carriera lavorativa in Fater, clima aziendale in Fater, come si lavora in Fater, cosa pensano le persone di Fater

 

 





_

Al giorno d’oggi, quanto ritieni importante crescere costantemente sia a livello tecnico che a livello umano?

Credo che siano entrambi importanti ma in due fasi differenti del percorso lavorativo.

Sebbene aspetti come l'empatia, l'ascolto e il senso dell'obiettivo comune siano rilevanti in ogni fase, le competenze tecniche sono imprenscindibili in una prima fase e bisogna avere l'umiltà di apprenderne il più possibile da neo-assunti o quando si cambia incarico.

Crescere a livello umano fa la differenza vivendo in un'azienda interconnessa o quando si diventa responsabili di persone che devono sentirsi motivate, ascoltate e incluse in un obiettivo comune.



Lavoro in Fater, cultura aziendale in Fater, lavorare in Fater, carriera lavorativa in Fater, clima aziendale in Fater, come si lavora in Fater, cosa pensano le persone di Fater

 








_

Se dovessi descriverci una cosa per cui ti sei sentita particolarmente fiera in Fater cosa ci racconteresti?

Ho avuto la fortuna di poter vivere il lancio di un brand dalla fase di start up (Hero Solo) e la nascita di una nuova Joint venture (Madrenatura).

È stato un progetto molto sfidante, ma ho vissuto un'esperienza estremamente formativa, che mi ha permesso non solo di capire flussi e processi del tutto nuovi e di sviluppare soft skills, ma anche di respirare l'aria internazionale di una collaborazione che va oltre i confini di Fater e si mescola con un'altra grande realtà multinazionale (Hero Group).

Questo progetto mi ha fatto vivere anche la grande fiducia che viene data alle persone in Fater e la forza con cui affrontiamo insieme sfide e obiettivi importanti, non dimenticandoci mai però di essere vicini alla realtà dei consumatori e dei clienti.



Lavoro in Fater, cultura aziendale in Fater, lavorare in Fater, carriera lavorativa in Fater, clima aziendale in Fater, come si lavora in Fater, cosa pensano le persone di Fater

 

 





_

Come descriveresti l’atmosfera lavorativa in Fater?

Serena e aperta al confronto. Ognuno si sente libero di esprimere il proprio punto di vista e c'è un grandissimo ascolto.

La voglia di vincere e le sfide quotidiane sono accompagnate anche da una recente cultura del fallimento. Dietro ogni errore impariamo che ci sono sempre tantissimi insegnamenti.

I responsabili di persone con cui ho avuto la fortuna di collaborare sono dei role model e sono una spalla fondamentale per aiutarti ad affrontare le difficoltà quotidiane.

Tutto questo dà alle persone un grande coraggio e ci fa vedere una rete di protezione che non ci fa sentire la paura di cadere.



Lavoro in Fater, cultura aziendale in Fater, lavorare in Fater, carriera lavorativa in Fater, clima aziendale in Fater, come si lavora in Fater, cosa pensano le persone di Fater

 

  

 

 

Scopri altre storie di Fater, qui →

Oppure, visita il sito, qui →