Andrew, il giovane statunitense


Andrew, un giovane ragazzo statunitense, sta avendo qualche piccolo problema relazionale con alcuni suoi colleghi.

Nonostante il suo animo generoso verso il territorio e le sue innumerevoli attività di volontariato, Andrew sembra far fatica a tessere degli ottimi rapporti con le persone.

Cosa accadrà un sabato di marzo nel famoso Botanical Gardens di Atlanta?

Scopriamolo ora, immergendoci nella sua storia.


Gestione dei conflitti: come migliorare il rapporto con le persone in azienda




_

Andrew, il giovane statunitense

Andrew è un giovane ragazzo statunitense nato ad Atlanta, capitale dello stato americano della Georgia, nonché luogo di nascita di Martin Luther King.

 

Soft skills e gestione dei conflitti: come gestirli i conflitti sul posto di lavoro 

 

 

È sabato mattina e, come suo solito fare da ormai qualche anno nei sabati di marzo, Andrew si dirige ai famosi Botanical Gardens per fare del volontariato al celeberrimo Orchid Daze, la mostra annuale di orchidee famosa in tutto il mondo, oltre che la più grande concentrazione di orchidee degli Stati Uniti. 

Ad un certo punto, mentre Andrew stava sistemando delle orchidee nei pressi del giardino, di fronte a lui, un turista iniziò a criticare il lavoro di una donna che, come Andrew, stava anch’ella facendo del volontariato.

Nonostante ciò, come se nulla fosse, la donna non fece alcuna piega e, con tono benevolo, rispose educatamente al turista.

Il ragazzo, scioccato da come la donna fosse riuscita a rimanere pacata nonostante le critiche dell'uomo, si avvicinò a lei.








«Signora, come ha fatto ad essere così calma e pacata?» chiese Andrew.

La gestione dei conflitti sul posto di lavoro: comunicazione con colleghi e colleghe dopo un conflitto





«Buongiorno ragazzo.» disse la donna, voltandosi verso il giovane statunitense. È la nostra unicità a renderci capaci di ciò.» 

Come gestire i conflitti sul posto di lavoro, tecniche di gestione dei conflitti, conflict management





«Bah, io proprio non riuscirei a comportarmi come si è comportata lei. Invidio la sua pazienza.»

La gestione dei conflitti sul posto di lavoro: comunicazione con colleghi e colleghe dopo un conflitto





«La pazienza è un’arte, caro ragazzo. Come è un’arte la determinazione. E tu, di determinazione, mi pare che ne abbia in abbondanza.» disse la donna.

Come gestire i conflitti sul posto di lavoro, tecniche di gestione dei conflitti, conflict management





«Sì signora, sono una persona abbastanza determinata. Tuttavia, non sempre i miei rapporti con le persone vanno a gonfie vele.»

La gestione dei conflitti sul posto di lavoro: comunicazione con colleghi e colleghe dopo un conflitto





«Oh, non temere. Non sei l’unico. Anch’io, a volte, faccio difficoltà. Tutto sta nel comprendere chi siamo, e chi sono le persone di fronte a noi.»

Come gestire i conflitti sul posto di lavoro, tecniche di gestione dei conflitti, conflict management





«Già.» replicò il giovane statunitense, senza aggiungere altra parola.

La gestione dei conflitti sul posto di lavoro: comunicazione con colleghi e colleghe dopo un conflitto





La donna, vedendo il volto un po’ tetro di Andrew, intervenne all’istante.







«Ragazzo, posso sapere il tuo nome?»

Come gestire i conflitti sul posto di lavoro, tecniche di gestione dei conflitti, conflict management





«Mi chiamo Andrew, signora. Piacere di conoscerla.»

La gestione dei conflitti sul posto di lavoro: comunicazione con colleghi e colleghe dopo un conflitto





«Il piacere è mio, Andrew. Il mio nome è Tiffany. Che ne dici se ci sediamo su quella panchina laggiù e mi racconti cosa ti sta turbando?» chiese cordialmente la donna.

Come gestire i conflitti sul posto di lavoro, tecniche di gestione dei conflitti, conflict management





«E le orchidee? Chi le finisce di sistemare?»

La gestione dei conflitti sul posto di lavoro: comunicazione con colleghi e colleghe dopo un conflitto





«Non preoccuparti, Andrew. Alle orchidee ci pensiamo dopo.» disse la donna, incamminandosi verso la panchina in legno a pochi metri da loro.

Come gestire i conflitti sul posto di lavoro, tecniche di gestione dei conflitti, conflict management





Il giovane statunitense seguì la donna e si sedette a fianco a lei.

Di fronte a loro un centinaio di orchidee colorate rendevano quel luogo uno dei posti più graziosi di tutto il giardino.







«Andrew, ti piacciono le orchidee?»

Come gestire i conflitti sul posto di lavoro, tecniche di gestione dei conflitti, conflict management





«Sì, eccome! È già il terzo anno che faccio volontariato in questo giardino. Mi fa stare bene.»

La gestione dei conflitti sul posto di lavoro: comunicazione con colleghi e colleghe dopo un conflitto





«Sì, il contatto con la natura fa stare bene, caro ragazzo. Ma dimmi un po’: mi dicevi che i rapporti con le persone non sembrano andare a gonfie vele. È così?»

Come gestire i conflitti sul posto di lavoro, tecniche di gestione dei conflitti, conflict management





«Sì, la mia personalità mi porta spesso ad avere dei piccoli battibecchi.»

La gestione dei conflitti sul posto di lavoro: comunicazione con colleghi e colleghe dopo un conflitto





«Capisco. Se dovessi chiederti qual è l’area della tua vita nella quale sono più presenti questi battibecchi, di che area mi parleresti?»

Come gestire i conflitti sul posto di lavoro, tecniche di gestione dei conflitti, conflict management





«L’area lavorativa, signora. È nel mio lavoro che, a volte, si creano delle discussioni e dei lievi conflitti.»

La gestione dei conflitti sul posto di lavoro: comunicazione con colleghi e colleghe dopo un conflitto





«Ok Andrew. E dimmi: lo sai vero che ogni persona è unica?»

Come gestire i conflitti sul posto di lavoro, tecniche di gestione dei conflitti, conflict management





«Sì, certo.»

La gestione dei conflitti sul posto di lavoro: comunicazione con colleghi e colleghe dopo un conflitto





«E lo sai che nonostante la nostra unicità, esistono quattro grandi categorie di persone?»

Come gestire i conflitti sul posto di lavoro, tecniche di gestione dei conflitti, conflict management





«No, non lo sapevo.» ammise il ragazzo.

La gestione dei conflitti sul posto di lavoro: comunicazione con colleghi e colleghe dopo un conflitto





«E lo sai che una volta scoperta la propria categoria di appartenenza - e la categoria appartenente ai nostri interlocutori - potremo ridurre i conflitti e migliorare il rapporto con le persone?»

Come gestire i conflitti sul posto di lavoro, tecniche di gestione dei conflitti, conflict management





«Signora, mi sta incuriosendo.»

La gestione dei conflitti sul posto di lavoro: comunicazione con colleghi e colleghe dopo un conflitto





«Beh, la curiosità è un gran dote, caro ragazzo. Anche William Moulton Marston era un uomo molto curioso.»

Come gestire i conflitti sul posto di lavoro, tecniche di gestione dei conflitti, conflict management





«William chi?»

La gestione dei conflitti sul posto di lavoro: comunicazione con colleghi e colleghe dopo un conflitto





«William Moulton Marston. Lo psicologo che ha inventato le quattro categorie che ora, se lo vorrai, potremo approfondire insieme.»

Come gestire i conflitti sul posto di lavoro, tecniche di gestione dei conflitti, conflict management





«Non ne ho mai sentito parlare.» ammise il giovane statunitense.

La gestione dei conflitti sul posto di lavoro: comunicazione con colleghi e colleghe dopo un conflitto





«Davvero? Pensa che il signor Marston è nato a Cliftondale, un quartiere della Georgia a pochi chilometri da qui.

Si dice sia stato anche l’inventore di Wonder Woman e della nota macchina del tempo.»

Come gestire i conflitti sul posto di lavoro, tecniche di gestione dei conflitti, conflict management





«Wow, questa mi è nuova!» esclamò il ragazzo.

La gestione dei conflitti sul posto di lavoro: comunicazione con colleghi e colleghe dopo un conflitto





«Nuova? Bene. Che ne dici se proviamo a riflettere sulla tipologia di personalità che maggiormente rispecchia il tuo comportamento?» propose la donna.

Come gestire i conflitti sul posto di lavoro, tecniche di gestione dei conflitti, conflict management






«Sì, volentieri. Le faccio solamente una domanda: secondo lei, è possibile scoprire la tipologia appartenente ai miei colleghi e alle mie colleghe?»

La gestione dei conflitti sul posto di lavoro: comunicazione con colleghi e colleghe dopo un conflitto





«Oh, certo che sì! Inoltre, se lo vorrai, potremo scoprire come comunicare al meglio con le persone appartenenti alle diverse tipologie.»

Come gestire i conflitti sul posto di lavoro, tecniche di gestione dei conflitti, conflict management





«D’accordo, sono proprio curioso.»

La gestione dei conflitti sul posto di lavoro: comunicazione con colleghi e colleghe dopo un conflitto





«Bene ragazzo, dimmi un po’: ce l’hai un diario qui con te?»

Come gestire i conflitti sul posto di lavoro, tecniche di gestione dei conflitti, conflict management





«Ehm, no. Purtroppo no.»

La gestione dei conflitti sul posto di lavoro: comunicazione con colleghi e colleghe dopo un conflitto





«È tutto ok, fortunatamente la mia borsa ospita sempre qualche diario in più.» disse la donna, estraendo dalla sua borsetta un piccolo diario.

Come gestire i conflitti sul posto di lavoro, tecniche di gestione dei conflitti, conflict management





«Tieni ragazzo, questo è tuo. Al suo interno troverai una matita.»

Come gestire i conflitti sul posto di lavoro, tecniche di gestione dei conflitti, conflict management





«La ringrazio signora!» esclamò il ragazzo, prendendo in mano il diario. «Posso chiederle a cosa mi servirà?»

La gestione dei conflitti sul posto di lavoro: comunicazione con colleghi e colleghe dopo un conflitto





«Andrew, vuoi o non vuoi scoprire la tipologia di personalità che maggiormente rispecchia il tuo comportamento?»

Come gestire i conflitti sul posto di lavoro, tecniche di gestione dei conflitti, conflict management





«Certo che sì!»

La gestione dei conflitti sul posto di lavoro: comunicazione con colleghi e colleghe dopo un conflitto





«Ottimo! Ciò che farò tra pochi secondi sarà elencarti i tratti distintivi che, secondo William Moulton Marston, contraddistinguono le quattro tipologie di personalità.

Ti anticipo che esse si chiamano: Dominante, Influente, Stabile e Cauto.

Come gestire i conflitti sul posto di lavoro, tecniche di gestione dei conflitti, conflict management




Ti va se iniziamo a scoprire la prima tipologia?»

Come gestire i conflitti sul posto di lavoro, tecniche di gestione dei conflitti, conflict management





«Intende il Dominante?» chiese il ragazzo.

La gestione dei conflitti sul posto di lavoro: comunicazione con colleghi e colleghe dopo un conflitto





«Sì, esatto. In questo modo, non appena avrai scoperto le caratteristiche delle quattro personalità, potrai captare quale sia la personalità più allineata al tuo comportamento.»

Come gestire i conflitti sul posto di lavoro, tecniche di gestione dei conflitti, conflict management





«D’accordo signora. Quali sono le caratteristiche principali del Dominante?»

La gestione dei conflitti sul posto di lavoro: comunicazione con colleghi e colleghe dopo un conflitto





«Beh, partiamo col dire che il Dominante è una persona molto orientata ai risultati e al raggiungimento dei propri obiettivi. 

Tende ad avere una personalità molto forte e, sicuramente, non ama perdere tempo. 

Come gestire i conflitti sul posto di lavoro, tecniche di gestione dei conflitti, conflict management





È una persona molto determinata, focalizzata. Una persona che ama le sfide e non disdegna il prendersi dei piccoli o grandi rischi.

È inoltre una persona che adora tenere il timone della nave e avere tutto sotto controllo.»

Come gestire i conflitti sul posto di lavoro, tecniche di gestione dei conflitti, conflict management





«Wow!» esclamò il giovane statunitense. «Sono tutti tratti molto positivi, non crede?»

La gestione dei conflitti sul posto di lavoro: comunicazione con colleghi e colleghe dopo un conflitto





«Beh, diciamo che ogni tipologia ha i suoi lati positivi e i suoi lati meno positivi.»

Come gestire i conflitti sul posto di lavoro, tecniche di gestione dei conflitti, conflict management





«Ah sì? Quali sono i lati meno positivi del Dominante?» domandò il ragazzo.

La gestione dei conflitti sul posto di lavoro: comunicazione con colleghi e colleghe dopo un conflitto





«Beh, qui tocchiamo il tema della pazienza di cui mi hai accennato poco fa, caro Andrew. 

Il Dominante è una persona poco paziente, oltre che facilmente irritabile. Diciamo che ci vuole davvero poco per vedere il Dominante arrabbiarsi.»

Come gestire i conflitti sul posto di lavoro, tecniche di gestione dei conflitti, conflict management





«Signora, mi ci rivedo molto in questa tipologia.»

La gestione dei conflitti sul posto di lavoro: comunicazione con colleghi e colleghe dopo un conflitto





«Dici?» chiese sorridendo la donna. «Che punteggio ti daresti da 1 a 10 riguardo questa tipologia? 

Prenditi pure del tempo per riflettere. Non appena avrai riflettuto, potrai riportare il punteggio sul tuo diario.»

Come gestire i conflitti sul posto di lavoro, tecniche di gestione dei conflitti, conflict management





Il giovane statunitense rimase in silenzio e, con gli occhi rivolti verso le orchidee variopinte, iniziò a riflettere sul comportamento che era solito utilizzare, sia al lavoro che nella vita privata.

Pensò al suo modo di atteggiarsi con le persone e alla mentalità che era solito adottare durante le conversazioni con i suoi colleghi e le sue colleghe.







«Ok, signora. A questa tipologia darei come punteggio un bel 9.»

La gestione dei conflitti sul posto di lavoro: comunicazione con colleghi e colleghe dopo un conflitto





«È 9 il punteggio che vuoi dare al tuo comportamento da Dominante?» chiese conferma la donna.

Come gestire i conflitti sul posto di lavoro, tecniche di gestione dei conflitti, conflict management





«Sì! Vuole che lo scriva sul diario?»

La gestione dei conflitti sul posto di lavoro: comunicazione con colleghi e colleghe dopo un conflitto





«Sì, se hai piacere scrivilo pure.»

Come gestire i conflitti sul posto di lavoro, tecniche di gestione dei conflitti, conflict management





Il giovane statunitense trascrisse il punteggio e attese che la signora Tiffany riprendesse il discorso.







«Andrew, ti va se scopriamo le caratteristiche che contraddistinguono la tipologia dell’Influente?»

Come gestire i conflitti sul posto di lavoro, tecniche di gestione dei conflitti, conflict management





«Sì, mi dica pure.»

La gestione dei conflitti sul posto di lavoro: comunicazione con colleghi e colleghe dopo un conflitto





«L’Influente» iniziò a raccontare la donna, «è una persona che ama relazionarsi con gli esseri umani e utilizzare ampi gesti del corpo per comunicare al meglio. 

È una persona molto socievole che, oltre a riporre particolare fiducia nelle altre persone - e essere ottimista per il futuro -, adora comunicare e parlare con chiunque.»

Come gestire i conflitti sul posto di lavoro, tecniche di gestione dei conflitti, conflict management





«Signora,» interruppe il discorso il ragazzo, «sbaglio o queste caratteristiche sarebbero perfette in tutti quei lavori che includono una grande capacità relazionale?»

La gestione dei conflitti sul posto di lavoro: comunicazione con colleghi e colleghe dopo un conflitto





«Sì Andrew, proprio così. Tuttavia, anche l’Influente ha i suoi lati non particolarmente positivi.»

Come gestire i conflitti sul posto di lavoro, tecniche di gestione dei conflitti, conflict management





«Quali, signora?»

La gestione dei conflitti sul posto di lavoro: comunicazione con colleghi e colleghe dopo un conflitto





«Beh, molto spesso questa tipologia di persona fa fatica a gestire al meglio il proprio tempo, oltre che ad essere poco organizzata. 

Inoltre, ha spesso bisogno di un riconoscimento sociale per stare bene. Questo non per forza è qualcosa di negativo, tuttavia è bene saperlo.»

Come gestire i conflitti sul posto di lavoro, tecniche di gestione dei conflitti, conflict management





«Ok, capisco.» replicò il ragazzo. «Le dico già che a questa tipologia dò come punteggio 5. Non mi ci rivedo molto in questa persona.»

La gestione dei conflitti sul posto di lavoro: comunicazione con colleghi e colleghe dopo un conflitto





«D’accordo Andrew, trascrivi pure il numero 5 sul tuo diario.» disse la donna, tornando a guardare la quantità infinita di orchidee di fronte a loro.

Come gestire i conflitti sul posto di lavoro, tecniche di gestione dei conflitti, conflict management





«Ok, ho fatto!» esclamò il ragazzo dopo qualche secondo. «Se non sbaglio la terza tipologia si chiama Stabile, corretto?»

La gestione dei conflitti sul posto di lavoro: comunicazione con colleghi e colleghe dopo un conflitto





«Sì, ragazzo. Bravo!»

Come gestire i conflitti sul posto di lavoro, tecniche di gestione dei conflitti, conflict management





«E quali sono i suoi tratti distintivi?» chiese il giovane statunitense.

La gestione dei conflitti sul posto di lavoro: comunicazione con colleghi e colleghe dopo un conflitto





«Beh, lo Stabile è una persona particolarmente calma, tranquilla, amichevole, fedele e paziente.»

Come gestire i conflitti sul posto di lavoro, tecniche di gestione dei conflitti, conflict management





«Ha detto paziente?» chiese il ragazzo sorridendo.

La gestione dei conflitti sul posto di lavoro: comunicazione con colleghi e colleghe dopo un conflitto





«Sì, lo Stabile, tra le tante caratteristiche, detiene anche quella della pazienza.

Oltre a questo, è una persona molto disponibile al confronto, leale e tendenzialmente gentile verso il prossimo. 

Come gestire i conflitti sul posto di lavoro, tecniche di gestione dei conflitti, conflict management

 

 

 

Anche le sue capacità organizzative non sono niente male. Insomma, è una persona molto pacata che fa dell’ascolto attivo una delle sue migliori abilità.»

Come gestire i conflitti sul posto di lavoro, tecniche di gestione dei conflitti, conflict management





«Wow, sembra perfetta questa persona!» esclamò il giovane statunitense, intravedendo nella terza tipologia molti tratti diversi dai suoi.

La gestione dei conflitti sul posto di lavoro: comunicazione con colleghi e colleghe dopo un conflitto





«Oh, anche lo Stabile ha le sue criticità. Diciamo che la sua tranquillità, a volte, è fin troppo accomodante.

Lo Stabile non si fa problemi a fare marcia indietro riguardo un obiettivo da conseguire.

Come gestire i conflitti sul posto di lavoro, tecniche di gestione dei conflitti, conflict management

 

 

 

La sua ambizione, come puoi ben immaginare, non è delle più alte, a differenza del Dominante. E anche il suo forte legame alla tradizione lo porta spesso a frenare le novità che gli vengono proposte.

Come gestire i conflitti sul posto di lavoro, tecniche di gestione dei conflitti, conflict management





Ad ogni modo, rimane una persona estremamente affidabile e amorevole verso le altre persone.»

Come gestire i conflitti sul posto di lavoro, tecniche di gestione dei conflitti, conflict management





«Signora, mi è appena venuto in mente un collega che credo appartenga proprio a questa tipologia.» disse Andrew, ricordando un episodio accaduto qualche settimana prima.

La gestione dei conflitti sul posto di lavoro: comunicazione con colleghi e colleghe dopo un conflitto





«Davvero? E dimmi, che punteggio ti daresti a questa tipologia?»

Come gestire i conflitti sul posto di lavoro, tecniche di gestione dei conflitti, conflict management





«Intende quanto mi ci rivedo in questa personalità?»

La gestione dei conflitti sul posto di lavoro: comunicazione con colleghi e colleghe dopo un conflitto





«Sì, esatto. Che punteggio daresti alla tua personalità in merito alla tipologia dello Stabile?»

Come gestire i conflitti sul posto di lavoro, tecniche di gestione dei conflitti, conflict management





«Signora, non mi ci rivedo particolarmente in questa tipologia. Direi che 4 è il punteggio corretto.» disse il ragazzo, trascrivendo il punteggio sul suo diario.

La gestione dei conflitti sul posto di lavoro: comunicazione con colleghi e colleghe dopo un conflitto





«Va benissimo, Andrew. Ognuno di noi è unico, te l’ho detto.

Ti va se approfondiamo l’ultima tipologia?»

Come gestire i conflitti sul posto di lavoro, tecniche di gestione dei conflitti, conflict management





«Sì, qual è la quarta tipologia? Non la ricordo.» 

La gestione dei conflitti sul posto di lavoro: comunicazione con colleghi e colleghe dopo un conflitto





«La quarta tipologia corrisponde all’individuo Cauto.»

Come gestire i conflitti sul posto di lavoro, tecniche di gestione dei conflitti, conflict management





«Ok signora, posso già immaginare quali saranno le sue caratteristiche. E immagino che siano ben lontane da quelle che possiedo io.» disse il ragazzo sorridendo.

La gestione dei conflitti sul posto di lavoro: comunicazione con colleghi e colleghe dopo un conflitto





«E cosa immagini, Andrew? Quali sono le caratteristiche che, secondo il tuo punto di vista, contraddistinguono gli individui Cauti?»

Come gestire i conflitti sul posto di lavoro, tecniche di gestione dei conflitti, conflict management





«Beh, immagino siano persone molto riflessive, molto pacate, molto attente.»

La gestione dei conflitti sul posto di lavoro: comunicazione con colleghi e colleghe dopo un conflitto





«Esatto, proprio così.» confermò la donna. «Inoltre, sono persone che - oltre ad essere particolarmente precise, organizzative e riservate - tendono ad approcciare i problemi con molto logica e razionalità.»

Come gestire i conflitti sul posto di lavoro, tecniche di gestione dei conflitti, conflict management





«Signora, immagino che anche questa persona abbia dei tratti non positivi.»

La gestione dei conflitti sul posto di lavoro: comunicazione con colleghi e colleghe dopo un conflitto





«Sì, diciamo che l’individuo Cauto ha qualche tratto che lo differenzia molto dalle altre tipologie. Un esempio è la sua ridotta emotività.»

Come gestire i conflitti sul posto di lavoro, tecniche di gestione dei conflitti, conflict management





«Cosa intende, signora?»

La gestione dei conflitti sul posto di lavoro: comunicazione con colleghi e colleghe dopo un conflitto





«Intendo che, quando comunica con le persone, tende a non far trasparire alcuna emozione. 

È una persona che utilizza un tono di voce sempre uguale, non dando al proprio interlocutore l’esatta percezione delle emozioni che sta vivendo.»

Come gestire i conflitti sul posto di lavoro, tecniche di gestione dei conflitti, conflict management





«Ah, quindi anche lui vive delle emozioni, non è vero?»

La gestione dei conflitti sul posto di lavoro: comunicazione con colleghi e colleghe dopo un conflitto





«Certo, ognuno di noi è immerso nella magia delle emozioni. L’individuo Cauto fa semplicemente fatica a farle emergere.»

Come gestire i conflitti sul posto di lavoro, tecniche di gestione dei conflitti, conflict management





«Signora, questa tipologia mi sembra molto simile alla tipologia precedente.»

La gestione dei conflitti sul posto di lavoro: comunicazione con colleghi e colleghe dopo un conflitto





«Intendi lo Stabile?»

Come gestire i conflitti sul posto di lavoro, tecniche di gestione dei conflitti, conflict management





«Sì, non le sembra anche a lei?»

La gestione dei conflitti sul posto di lavoro: comunicazione con colleghi e colleghe dopo un conflitto





«Sì, hai ragione. C’è però da dire che il Cauto - a differenza dello Stabile - è una persona che apprezza molto l’innovazione.

Grazie al suo intuito e alle sue profonde riflessioni, riesce spesso a dare vita a nuove idee geniali.»

Come gestire i conflitti sul posto di lavoro, tecniche di gestione dei conflitti, conflict management





«Ok, capisco. Devo dirle che mi ci rivedo un po’ di più in questa tipologia.»

La gestione dei conflitti sul posto di lavoro: comunicazione con colleghi e colleghe dopo un conflitto





«Ah sì? E che punteggio andresti a trascrivere sul tuo diario?»

Come gestire i conflitti sul posto di lavoro, tecniche di gestione dei conflitti, conflict management





«Credo che 6 sia il punteggio più azzeccato.» confermò il giovane statunitense, trascrivendo quanto detto.

La gestione dei conflitti sul posto di lavoro: comunicazione con colleghi e colleghe dopo un conflitto





Nel frattempo, il giardino iniziò a popolarsi di un gran numero di turisti. Turisti provenienti da tutto il mondo.







«Guarda ragazzo, non è bello vedere quanto la nostra terra ospiti persone così diverse e uniche?»

Come gestire i conflitti sul posto di lavoro, tecniche di gestione dei conflitti, conflict management





«Sì, ha ragione. Chissà a che tipologia apparterranno tutte queste persone!» esclamò il ragazzo, lasciandosi andare a una piccola risata.

La gestione dei conflitti sul posto di lavoro: comunicazione con colleghi e colleghe dopo un conflitto





«Sì, è proprio ciò che potrai fare, caro Andrew.»

Come gestire i conflitti sul posto di lavoro, tecniche di gestione dei conflitti, conflict management





«Cosa signora?»

La gestione dei conflitti sul posto di lavoro: comunicazione con colleghi e colleghe dopo un conflitto





«Indagare a che tipologia appartengono le persone che ti circondano.

Sbaglio o vuoi migliorare i rapporti con i tuoi colleghi e le tue colleghe?»

Come gestire i conflitti sul posto di lavoro, tecniche di gestione dei conflitti, conflict management





«Non sbaglia, signora.»

La gestione dei conflitti sul posto di lavoro: comunicazione con colleghi e colleghe dopo un conflitto





«Bene, se vogliamo tessere un bel rapporto con le persone dobbiamo, come prima cosa, individuare la tipologia di appartenenza dell’altra persona. 

Una volta fatto ciò, dovremo semplicemente adattare la nostra comunicazione alla persona che avremo di fronte.»

Come gestire i conflitti sul posto di lavoro, tecniche di gestione dei conflitti, conflict management





«Vuole dirmi che esiste una comunicazione ad hoc in base alla tipologia di persona con la quale ci rapportiamo?» chiese stupito il giovane statunitense.

La gestione dei conflitti sul posto di lavoro: comunicazione con colleghi e colleghe dopo un conflitto





«Certo ragazzo. Ti faccio una domanda: in base ai punteggi trascritti sul tuo diario, come credi sia il tuo comportamento?»

Come gestire i conflitti sul posto di lavoro, tecniche di gestione dei conflitti, conflict management





Il ragazzo si prese un momento di pausa e osservò i quattro numero trascritti nei minuti precedenti.







«Beh, direi che il mio comportamento è più in linea con i tratti caratteriali del Dominante.»

La gestione dei conflitti sul posto di lavoro: comunicazione con colleghi e colleghe dopo un conflitto





«Bene. Ciò significa che, se una persona vuole avere un ottimo rapporto con te, dovrà prima di tutto captare la tua tipologia predominante e, successivamente, adottare una comunicazione in linea al tuo stile.»

Come gestire i conflitti sul posto di lavoro, tecniche di gestione dei conflitti, conflict management





«Ok, e immagino che la stessa cosa la dovrò fare io con le altre persone. Dico bene?»

La gestione dei conflitti sul posto di lavoro: comunicazione con colleghi e colleghe dopo un conflitto





«Esatto ragazzo. Dimmi un po’: che comunicazione sarebbe bene adottare con un individuo che ha un comportamento da Dominante?»

Come gestire i conflitti sul posto di lavoro, tecniche di gestione dei conflitti, conflict management





«Beh, credo che per entrare in relazione con una persona come me, sia necessario comprendere l’importanza che do ai risultati e agli obiettivi che mi prefiggo.»

La gestione dei conflitti sul posto di lavoro: comunicazione con colleghi e colleghe dopo un conflitto






«Sì Andrew, proprio così. Inoltre, ogni volta che ci interfacciamo con persone di questo tipo, è bene essere diretti, schematici e molto concreti. 

I Dominanti sono persone che vogliono arrivare dritte al punto.

Come gestire i conflitti sul posto di lavoro, tecniche di gestione dei conflitti, conflict management





Oltre a ciò, con loro è bene avere un tono comunicativo sì amichevole ma anche professionale. Essendo queste persone molto orientate all’obiettivo, non vogliono perdere tempo con persone improvvisate.

Come gestire i conflitti sul posto di lavoro, tecniche di gestione dei conflitti, conflict management





Oltretutto, dobbiamo ricordarci che i Dominanti sono persone molto precise, organizzate, puntuali e che, di loro natura, adorano alla follia la pianificazione di ogni loro attività.»

Come gestire i conflitti sul posto di lavoro, tecniche di gestione dei conflitti, conflict management 






«Sì, lo so bene.» disse il ragazzo, interrompendo per un istante il discorso della donna.

La gestione dei conflitti sul posto di lavoro: comunicazione con colleghi e colleghe dopo un conflitto





«Sì Andrew, lo sai bene. E sai anche quanto queste persone siano poco influenzabili dalle emozioni. 

Come gestire i conflitti sul posto di lavoro, tecniche di gestione dei conflitti, conflict management

 

 

 

Con queste persone è bene utilizzare un tono deciso, sicuro e apportare alla nostra comunicazione delle prove di quanto diciamo. 

Essendo persone molto razionali e focalizzate all’obiettivo, hanno molto a cuore il proprio tempo. Non vogliono assolutamente disperderlo in alcun modo.»

Come gestire i conflitti sul posto di lavoro, tecniche di gestione dei conflitti, conflict management





Il ragazzo rimase in silenzio e prese qualche appunto sul suo diario.







«Signora, mi è tutto molto chiaro. Posso chiederle ora quale sia la miglior comunicazione da adottare con la tipologia degli Influenti?»

La gestione dei conflitti sul posto di lavoro: comunicazione con colleghi e colleghe dopo un conflitto





«Beh, con loro, essendo persone particolarmente socievoli, è bene avere una comunicazione centrata sulla relazione che ci unisce ad esse.

Come gestire i conflitti sul posto di lavoro, tecniche di gestione dei conflitti, conflict management





Con le persone Influenti è bene essere ottimisti, positivi, entusiasti, gentili, cordiali.

È inoltre fondamentale dare loro la possibilità di parlare e di esprimersi.

Come gestire i conflitti sul posto di lavoro, tecniche di gestione dei conflitti, conflict management 

 

 

Perciò, con queste persone, è bene porre molte domande e molti quesiti atti a tessere una relazione ancor più forte e duratura.

Come gestire i conflitti sul posto di lavoro, tecniche di gestione dei conflitti, conflict management





Non dimentichiamoci inoltre che, queste persone, danno molto peso a cosa la società dice di loro.»

Come gestire i conflitti sul posto di lavoro, tecniche di gestione dei conflitti, conflict management





«Capisco signora. Immagino che queste persone, mettendo le relazioni al primo posto, non siano persone particolarmente sintetiche come me. Dico bene?»

La gestione dei conflitti sul posto di lavoro: comunicazione con colleghi e colleghe dopo un conflitto





«Sì Andrew, dici bene. Queste persone hanno bisogno dei loro tempi per comunicare. Esse necessitano di una comunicazione un po’ più elaborata.

La sintesi e gli schemi non sono il loro pane quotidiano.»

Come gestire i conflitti sul posto di lavoro, tecniche di gestione dei conflitti, conflict management





Il giovane statunitense fece un cenno con il capo e trascrisse sul suo diario quanto detto dalla donna.







«Signora,» disse Andrew, mentre stava finendo di scrivere, «credo che dovrò prestare particolare attenzione alla comunicazione con questa tipologia di persone.»

La gestione dei conflitti sul posto di lavoro: comunicazione con colleghi e colleghe dopo un conflitto





«Sì ragazzo, è bene prestare attenzione a come comunichiamo. Spesso, i conflitti nascono proprio per una mancanza di attenzione.»

Come gestire i conflitti sul posto di lavoro, tecniche di gestione dei conflitti, conflict management





Il giovane statunitense scollò gli occhi dal diario e li ridonò alla donna.







«Signora, che ne dice se passiamo alla terza tipologia? Che comunicazione bisognerebbe avere con le persone con personalità Stabile?» chiese il ragazzo.

La gestione dei conflitti sul posto di lavoro: comunicazione con colleghi e colleghe dopo un conflitto





«Secondo te, Andrew? Che comunicazione dovresti adottare con loro?»

Come gestire i conflitti sul posto di lavoro, tecniche di gestione dei conflitti, conflict management





«Credo che dovrei utilizzare una comunicazione totalmente diversa da quella che tendo ad avere io.» rispose il ragazzo sorridendo.

La gestione dei conflitti sul posto di lavoro: comunicazione con colleghi e colleghe dopo un conflitto





«Non hai tutti i torti, caro Andrew. Con queste persone è bene avere una comunicazione calma, tranquilla, pacata. 

Bisogna dare ad esse il tempo di esprimersi, bisogna ascoltarle e bisogna offrire loro la nostra massima disponibilità.

Come gestire i conflitti sul posto di lavoro, tecniche di gestione dei conflitti, conflict management





Questi individui, volendo circondarsi di persone di fiducia, apprezzano molto la sincerità, la lealtà e la vulnerabilità.

È bene quindi donare loro dei suggerimenti - e non degli ordini -, oltre che offrire loro il nostro massimo ascolto.»

Come gestire i conflitti sul posto di lavoro, tecniche di gestione dei conflitti, conflict management





«Signora,» disse il ragazzo finendo di trascrivere qualche nota sul suo diario, «sono curioso di scoprire la comunicazione da avere con la quarta tipologia.»

La gestione dei conflitti sul posto di lavoro: comunicazione con colleghi e colleghe dopo un conflitto





«Wow, sei un razzo, Andrew. Si vede che non ami perdere tempo.» disse sorridendo la signora Tiffany.

Come gestire i conflitti sul posto di lavoro, tecniche di gestione dei conflitti, conflict management





«Vado troppo veloce?» chiese il ragazzo, un po’ preoccupato per il suo comportamento.

La gestione dei conflitti sul posto di lavoro: comunicazione con colleghi e colleghe dopo un conflitto





«È tutto ok, Andrew. Tuttavia, non dimenticarti di alzare gli occhi al cielo e ringraziare per ciò che abbiamo.» disse la donna, portando lo sguardo al manto azzurro sopra le loro teste.

Come gestire i conflitti sul posto di lavoro, tecniche di gestione dei conflitti, conflict management





Il giovane statunitense copiò il gesto della donna e, per la prima volta in quella giornata, si prese un momento di relax.







«Mmm, che profumo!» esclamò Andrew, respirando la fragranza delle orchidee e delle piante tropicali vicino a loro.

La gestione dei conflitti sul posto di lavoro: comunicazione con colleghi e colleghe dopo un conflitto





«Sì, è la magia della natura.» replicò la donna, chiudendo per un istante gli occhi.

Come gestire i conflitti sul posto di lavoro, tecniche di gestione dei conflitti, conflict management





Il ragazzo, vedendo la donna serrare lo sguardo, spense anch’egli la vista, lasciandosi andare per qualche minuto, ascoltando le melodie di qualche canarino.

Dopo una manciata di minuti, il giovane statunitense riprese la parola.







«Signora, il mio animo frettoloso - a quanto pare tipico dei Dominanti - mi porta a chiederle quale sia la comunicazione da adottare con la quarta tipologia di persone.»

La gestione dei conflitti sul posto di lavoro: comunicazione con colleghi e colleghe dopo un conflitto





La donna aprì delicatamente gli occhi e riprese il discorso.







«Se vogliamo avere la fiducia degli individui Cauti è bene far vedere loro quanto abbiamo a cuore l’organizzazione, la pianificazione, l’ordine e la precisione. 

Inoltre, essendo loro persone molto riflessive, dobbiamo dare ad esse la possibilità di riflettere e pensare.

Come gestire i conflitti sul posto di lavoro, tecniche di gestione dei conflitti, conflict management





Oltre a ciò, è bene ricordarsi che, a differenza degli Influenti che adorano una comunicazione molto calorosa, i Cauti non l’apprezzano particolarmente.

Essendo loro persone tendenzialmente fredde, non è bene discostarsi molto dal loro modo di atteggiarsi.

Come gestire i conflitti sul posto di lavoro, tecniche di gestione dei conflitti, conflict management





Ricordiamoci infine di essere molto specifici in ciò che diciamo loro. Queste persone non apprezzano una comunicazione troppo generica e poco concreta.»

Come gestire i conflitti sul posto di lavoro, tecniche di gestione dei conflitti, conflict management





La donna concluse il discorso e, con la sua solita calma, si alzò in piedi e si avvicinò a un'orchidea a qualche metro di distanza.







«Signora, cosa fa?»

La gestione dei conflitti sul posto di lavoro: comunicazione con colleghi e colleghe dopo un conflitto





«Il nostro lavoro ci attende, ragazzo.»

Come gestire i conflitti sul posto di lavoro, tecniche di gestione dei conflitti, conflict management





«Ma signora, è tutto qui ciò che voleva dirmi?»

La gestione dei conflitti sul posto di lavoro: comunicazione con colleghi e colleghe dopo un conflitto





«Sì, ragazzo. Credi di aver bisogno d’altro?»

Come gestire i conflitti sul posto di lavoro, tecniche di gestione dei conflitti, conflict management





«Beh, forse dovrei capire come mettere in pratica tutto ciò…»

La gestione dei conflitti sul posto di lavoro: comunicazione con colleghi e colleghe dopo un conflitto





«Hai ragione, Andrew. Ascolta bene le mie parole. 

Non appena tornerai al lavoro, offri quanto imparato oggi alle persone appartenenti al tuo team. Fate in modo di scoprire la tipologia appartenente a ciascun membro della vostra squadra.

Come gestire i conflitti sul posto di lavoro, tecniche di gestione dei conflitti, conflict management





Una volta che avrete scoperto la tipologia che più si avvicina ad ognuno di voi, il vostro obiettivo sarà semplicemente quello di adattare il vostro stile comunicativo in base alla persona con la quale comunicherete.»

Come gestire i conflitti sul posto di lavoro, tecniche di gestione dei conflitti, conflict management





«Quindi si tratta di una sorta di esercizio?» chiese conferma il ragazzo.

La gestione dei conflitti sul posto di lavoro: comunicazione con colleghi e colleghe dopo un conflitto





«Sì Andrew, inizialmente sarà un semplice esercizio. Poi, con il tempo, l’esercizio diventerà consuetudine. 

Come gestire i conflitti sul posto di lavoro, tecniche di gestione dei conflitti, conflict management





Inoltre, se vorrai esercitarti individualmente - oltre che all’interno del tuo team - ti basterà identificare ogni giorno una persona con la quale interfacciarti. 

Una volta identificata, non dovrai fare altro che adattare il tuo stile comunicativo in base allo stile dell’altra persona.

Come gestire i conflitti sul posto di lavoro, tecniche di gestione dei conflitti, conflict management





Sarà in questo modo che creerai ottimi rapporti con le persone e ridurrai di gran lunga i conflitti con esse.»

Come gestire i conflitti sul posto di lavoro, tecniche di gestione dei conflitti, conflict management





«Signora, è esattamente ciò che ha fatto lei oggi con me.»

La gestione dei conflitti sul posto di lavoro: comunicazione con colleghi e colleghe dopo un conflitto





«Sì, ma sei stato tu ad iniziare la conversazione. Sei stato tu la persona coraggiosa che si è fatta viva nella mia giornata. E, con lo stesso coraggio, potrai esercitarti da adesso in poi.

Come gestire i conflitti sul posto di lavoro, tecniche di gestione dei conflitti, conflict management





Ricordati,» disse la donna concludendo il discorso, «il segreto per ridurre i conflitti sta nell’adattarsi allo stile comunicativo altrui. Sarà in questo modo che instaurerai dei rapporti forti e duraturi con le persone.»

Come gestire i conflitti sul posto di lavoro, tecniche di gestione dei conflitti, conflict management








Conclusione

Ora Andrew, grazie all’incontro con la signora Tiffany, ha scoperto quali sono le quattro tipologie di personalità che caratterizzano la società secondo lo psicologo William Moulton Marston.

  • Prima tipologia・Gli individui Dominanti.
  • Seconda tipologia・Gli individui Influenti.
  • Terza tipologia・Gli individui Stabili.
  • Quarta tipologia・Gli individui Cauti.

D’ora in poi, ogni volta che Andrew vorrà tessere un miglior rapporto con le persone - e ogni volta che vorrà ridurre i conflitti nel suo team di lavoro - gli basterà individuare la tipologia che maggiormente rispecchia il proprio interlocutore e adattare la comunicazione ad egli.

Tutto questo permetterà al giovane statunitense di creare delle relazioni più forti e solide con le persone, senza perdere minimamente i tratti caratteriali che lo hanno da sempre contraddistinto.

Negli Stati Uniti tornerà a brillare l’unicità di Andrew.

 

Gestione dei conflitti e comunicazione efficace

  

 

_  

Congratulazioni per aver concluso questa Learning Story.

Se vuoi contribuire alla nostra missione, condividi ora questa storia con le 3 persone che sai già ne avranno beneficiato.

In questo modo avrai aiutato altre persone come te ad esaltare la propria unicità.

Tutto questo per ridonare dignità all'essere umano. 

 

 

 

Scopri le nuove uscite, qui →