Emily, la giovane statunitense

 

Emily, una giovane ragazza statunitense, sta facendo sempre più fatica a trattenere la sua impulsività.

Questo suo atteggiamento la sta portando ad entrare in conflitto con molte sue colleghe, portandola a vivere il lavoro con rabbia e frustrazione.

Un sabato mattina, mentre si trova al famoso Cheesman Park di Denver, per il suo solito jogging settimanale, accade qualcosa.

Cosa succederà tra le viuzze di uno dei più bei parchi di tutto il Colorado?

Scopriamolo ora, immergendoci nella sua storia.


Gestione dei conflitti, come gestire un conflitto al lavoro, soft skills e psicologia





_

Emily, la giovane statunitense

Emily è una giovane ragazza statunitense che da ormai qualche anno lavora a Denver, presso una grande azienda nel settore delle telecomunicazioni.


Psicologia: come gestire i conflitti al lavoro e migliorare comunicazione





 

Dopo aver lavorato per alcuni anni all’interno di un reparto molto affiatato e coeso, negli ultimi mesi Emily è stata trasferita in un reparto che sembra non andarle a genio.








«Non è possibile che ogni conversazione si trasformi in un conflitto!» esclamò un giorno la giovane statunitense alla sua fidanzata Megan, non appena tornata a casa.

Capacità di gestione del conflitto: soft skills e psicologia per gestire al meglio i litigi e i conflitti al lavoro






«Emily, cos’è che porta te e le tue colleghe a discutere?» domandò la fidanzata sedendosi insieme ad Emily sul divano del loro piccolo salotto.

Conflitti e gestione dei litigi al lavoro: corso gestione dei conflitti






«Non saprei proprio, Megan. Alcune colleghe mi fanno dei discorsi che non stanno né in cielo né in terra. Così, senza quasi accorgermene, tendo ad alzare la voce contro di loro.»

Capacità di gestione del conflitto: soft skills e psicologia per gestire al meglio i litigi e i conflitti al lavoro






La conversazione fra le due fidanzate proseguì per alcuni minuti.

All’indomani, come ogni sabato mattina, Emily si diresse al Cheesman Park - uno dei parchi più spettacoli di Denver - per il suo jogging settimanale. 








«Non è possibile lavorare in questo modo!» iniziò a pensare la ragazza nel mentre corricchiava lungo le stradine ghiaiose del parco.

Capacità di gestione del conflitto: soft skills e psicologia per gestire al meglio i litigi e i conflitti al lavoro






I pensieri riguardo i rapporti con le sue colleghe proseguirono per diversi minuti finché, ad un certo punto, non si fermò e si accovacciò per riflettere.

Proprio in quel momento, alle sue spalle, si fece vivo un anziano.








«Ragazza. È tutto ok?» chiese l’uomo vedendo Emily accovacciata vicino a un albero.

Corso sulla gestione dei conflitti al lavoro: migliorare il rapporto con colleghi e colleghe e gestire il conflitto nel migliore dei modi






«Sì signore, è tutto ok. Non si preoccupi.» rispose la ragazza con volto cupo.

Capacità di gestione del conflitto: soft skills e psicologia per gestire al meglio i litigi e i conflitti al lavoro






«Mi spiace vedere il tuo bel viso coperto da un velo di ombrosità. Posso esserti d’aiuto?»

Corso sulla gestione dei conflitti al lavoro: migliorare il rapporto con colleghi e colleghe e gestire il conflitto nel migliore dei modi






«Signore, mi dica,» ribatté subito la ragazza, «per quale motivo tendo ad entrare in conflitto con la maggior parte delle mie colleghe?» domandò la giovane statunitense cercando di trovare conforto nell’uomo.

Capacità di gestione del conflitto: soft skills e psicologia per gestire al meglio i litigi e i conflitti al lavoro






«Ragazza, il tuo è un gran bel quesito. Mi lusinga il fatto che, senza conoscermi, hai offerto a me una domanda di questa portata.

Prima di provare ad aiutarti, posso chiederti il tuo nome?»

Corso sulla gestione dei conflitti al lavoro: migliorare il rapporto con colleghi e colleghe e gestire il conflitto nel migliore dei modi






«Mi chiamo Emily, signore.»

Capacità di gestione del conflitto: soft skills e psicologia per gestire al meglio i litigi e i conflitti al lavoro






«Bene Emily, il mio nome è Henry. Piacere di conoscerti.»

Corso sulla gestione dei conflitti al lavoro: migliorare il rapporto con colleghi e colleghe e gestire il conflitto nel migliore dei modi






«Il piacere è mio.» rispose la ragazza senza aggiungere altra parola.

Capacità di gestione del conflitto: soft skills e psicologia per gestire al meglio i litigi e i conflitti al lavoro






«Emily, cosa ti ha portata a trascorrere la mattinata qui?»

Corso sulla gestione dei conflitti al lavoro: migliorare il rapporto con colleghi e colleghe e gestire il conflitto nel migliore dei modi






«Il Cheesman Park è il mio parco preferito. Sono ormai anni che trascorro i sabati mattina qui.

Mi fa rientrare in contatto con me stessa. È una piccola pausa dalla vita frenetica di Denver.

Mi permette di ascoltarmi.»

Capacità di gestione del conflitto: soft skills e psicologia per gestire al meglio i litigi e i conflitti al lavoro






«Ti permette di ascoltarti, tu dici. Sì, l’ascolto è una grande dote. 

Che ne dici se ci spostiamo in un luogo ancor più magico di questo? Si trova a qualche centinaio di metri da qui. Chissà che forse durante il tragitto il tuo stato d’animo non possa mutare.»

Corso sulla gestione dei conflitti al lavoro: migliorare il rapporto con colleghi e colleghe e gestire il conflitto nel migliore dei modi






«Dove vuole che andiamo?»

Capacità di gestione del conflitto: soft skills e psicologia per gestire al meglio i litigi e i conflitti al lavoro






«Li conosci i Denver Botanic Gardens?»

Corso sulla gestione dei conflitti al lavoro: migliorare il rapporto con colleghi e colleghe e gestire il conflitto nel migliore dei modi






«Certo signore.»

Capacità di gestione del conflitto: soft skills e psicologia per gestire al meglio i litigi e i conflitti al lavoro






«Bene, incamminiamoci lì. Fra qualche minuto inizierà una piccola manifestazione. Lì, troveremo parte delle risposte che stai cercando.»

Corso sulla gestione dei conflitti al lavoro: migliorare il rapporto con colleghi e colleghe e gestire il conflitto nel migliore dei modi






I due si incamminarono lungo una stradina ben curata all’interno del parco. 

La giornata era limpida e il sole alto nel cielo offriva la miglior luce a tutte le piante che si trovavano ai lati della ragazza e del signor Henry.








«Emily,» prese parola l'uomo, «raccontami un po’ cosa sta recando cupezza al tuo dolce viso.»

Corso sulla gestione dei conflitti al lavoro: migliorare il rapporto con colleghi e colleghe e gestire il conflitto nel migliore dei modi






«Come le dicevo,» cominciò a raccontare la giovane statunitense, «nell’ultimo periodo sto facendo molta difficoltà a mantenere dei sani rapporti con le mie colleghe. 

Da quando sono subentrata nel nuovo reparto, non faccio altro che entrare in conflitto con loro.»

Capacità di gestione del conflitto: soft skills e psicologia per gestire al meglio i litigi e i conflitti al lavoro






«D’accordo.» rispose l’uomo. «Dimmi un po’: che genere di conflitti sono nati negli ultimi mesi?»

Corso sulla gestione dei conflitti al lavoro: migliorare il rapporto con colleghi e colleghe e gestire il conflitto nel migliore dei modi






«Signore, sono conflitti banali. Niente di grave.

Questo però mi fa vivere il lavoro con un velo di tristezza. È come se avessi perso la motivazione che ho sempre avuto negli anni passati.»

Capacità di gestione del conflitto: soft skills e psicologia per gestire al meglio i litigi e i conflitti al lavoro






«Comprendo bene ciò che mi stai raccontando. Avere dei sani rapporti con le proprie colleghe e i propri colleghi è di fondamentale importanza per tenere accesa la motivazione. 

Ora, lascia che ti faccia una domanda: qual è un esempio di litigio che vivi al lavoro?»

Corso sulla gestione dei conflitti al lavoro: migliorare il rapporto con colleghi e colleghe e gestire il conflitto nel migliore dei modi






La giovane statunitense arrestò per qualche attimo la camminata e pose lo sguardo verso un piccolo laghetto, forse uno stagno, circondato da incantevoli piante e da qualche fiore rosaceo.








«I conflitti che vivo con le mie colleghe sono in realtà molto simili tra loro.

In sostanza, dopo aver cominciato una classica conversazione, da lì a pochi minuti ci troviamo in disaccordo su un tema specifico. 

Da questo disaccordo nascono, nei minuti successivi, dei piccoli battibecchi.

Capacità di gestione del conflitto: soft skills e psicologia per gestire al meglio i litigi e i conflitti al lavoro






Glielo ripeto,» continuò la ragazza, «non sono conflitti disastrosi. Sono delle piccole discussioni accese, che però, per come le affronto, fanno vivere male me e le mie colleghe.»

Capacità di gestione del conflitto: soft skills e psicologia per gestire al meglio i litigi e i conflitti al lavoro






«D’accordo Emily, sei stata molto chiara. Ora, torniamo a passeggiare.» rispose l’uomo riprendendo il cammino.

Corso sulla gestione dei conflitti al lavoro: migliorare il rapporto con colleghi e colleghe e gestire il conflitto nel migliore dei modi






La loro passeggiata proseguì in silenzio per qualche decina di metri finché, dopo un’iniziale chiacchierata, non arrivarono ai fiabeschi Denver Botanic Gardens.

Di fronte a loro, un’infinità di piante dai colori più vari e dai profumi più poetici di tutta la città.








«Eccoci arrivati, ragazza. Lo sapevi che tutto ciò che i tuoi occhi stanno ammirando è considerato il quarto orto botanico più bello al mondo?»

Corso sulla gestione dei conflitti al lavoro: migliorare il rapporto con colleghi e colleghe e gestire il conflitto nel migliore dei modi






«Wow, non lo sapevo. Vengo qui ogni mese, ma non sapevo che questo giardino fosse famoso in tutto il mondo.»

Capacità di gestione del conflitto: soft skills e psicologia per gestire al meglio i litigi e i conflitti al lavoro






«Sì ragazza, qui troviamo piante provenienti da tutto il pianeta.

Si dice che passeggiare tra i suoi 93.000 metri quadrati sia come camminare in giro per il mondo.»

Corso sulla gestione dei conflitti al lavoro: migliorare il rapporto con colleghi e colleghe e gestire il conflitto nel migliore dei modi






«È magnifico!» esclamò la ragazza che, per la prima volta in quella mattinata, donò all’uomo un volto più sereno. 

Capacità di gestione del conflitto: soft skills e psicologia per gestire al meglio i litigi e i conflitti al lavoro






«Scusi se le faccio una domanda,» continuò Emily, «per quale motivo mi ha portata qui?»

Capacità di gestione del conflitto: soft skills e psicologia per gestire al meglio i litigi e i conflitti al lavoro






«Lo vedi quel padiglione all’aperto laggiù?»

Corso sulla gestione dei conflitti al lavoro: migliorare il rapporto con colleghi e colleghe e gestire il conflitto nel migliore dei modi






«Sì lo vedo.»

Capacità di gestione del conflitto: soft skills e psicologia per gestire al meglio i litigi e i conflitti al lavoro






«Bene, incamminiamoci. Tra qualche minuto vi sarà un’importante premiazione.»

Corso sulla gestione dei conflitti al lavoro: migliorare il rapporto con colleghi e colleghe e gestire il conflitto nel migliore dei modi






I due proseguirono il loro cammino e, dopo un paio di minuti, arrivarono a qualche passo dal padiglione.








«Bene ragazza, sediamoci pure qui.» disse l’uomo indicando una panchina a qualche decina di metri dal luogo dove stava per avere inizio la premiazione.

Corso sulla gestione dei conflitti al lavoro: migliorare il rapporto con colleghi e colleghe e gestire il conflitto nel migliore dei modi






«Signore, devo ammettere che mi ha incuriosita.»

Capacità di gestione del conflitto: soft skills e psicologia per gestire al meglio i litigi e i conflitti al lavoro






L’uomo rimase in silenzio per qualche istante.








«Emily, nel mentre attendiamo, vorrei che riflettessimo insieme sulla tua capacità di gestire al meglio i conflitti con le tue colleghe. Ti va?»

Corso sulla gestione dei conflitti al lavoro: migliorare il rapporto con colleghi e colleghe e gestire il conflitto nel migliore dei modi






«Sì, volentieri.» rispose la ragazza.

Capacità di gestione del conflitto: soft skills e psicologia per gestire al meglio i litigi e i conflitti al lavoro






«Sai Emily, prima di andare in pensione, ho lavorato molti anni nel mondo aziendale.

Ho avuto l’opportunità di lavorare sia in piccole start up che in grandi multinazionali. E quello che posso dirti è che i conflitti ci sono stati, ci sono e ci saranno sempre.

Corso sulla gestione dei conflitti al lavoro: migliorare il rapporto con colleghi e colleghe e gestire il conflitto nel migliore dei modi






Tuttavia,» proseguì l’uomo, «non dobbiamo vederli come qualcosa di negativo.

Dobbiamo invece capire come tenerli a bada trasformandoli in un’occasione di apprendimento.»

Corso sulla gestione dei conflitti al lavoro: migliorare il rapporto con colleghi e colleghe e gestire il conflitto nel migliore dei modi






«Cosa intende, scusi?» chiese confusa la giovane Emily.

Capacità di gestione del conflitto: soft skills e psicologia per gestire al meglio i litigi e i conflitti al lavoro






«Ora ti spiego. Quando avevo circa la tua età, ho ricevuto un insegnamento che mi sono portato con me per tutta la vita. L’insegnamento dice questo: 

“Il conflitto non si risolve con le parole. Il conflitto si previene con le orecchie.”

Corso sulla gestione dei conflitti al lavoro: migliorare il rapporto con colleghi e colleghe e gestire il conflitto nel migliore dei modi






In sostanza, se vogliamo ridurre i conflitti dobbiamo imparare ad ascoltare maggiormente.»

Corso sulla gestione dei conflitti al lavoro: migliorare il rapporto con colleghi e colleghe e gestire il conflitto nel migliore dei modi






«Scusi signore, come può l’ascolto ridurre i conflitti che ho attualmente con le mie colleghe?» chiese la ragazza con tono dubbioso.

Capacità di gestione del conflitto: soft skills e psicologia per gestire al meglio i litigi e i conflitti al lavoro






«Ragazza, se ti va posso trasferirti l’insegnamento che è stato offerto a me ben quarant’anni fa.

È un consiglio che ho appena offerto anche alla mia nipotina, e sono certo che potrà esserti d’aiuto.

Corso sulla gestione dei conflitti al lavoro: migliorare il rapporto con colleghi e colleghe e gestire il conflitto nel migliore dei modi






Fa’ attenzione a una cosa però: il consiglio che sto per offrirti prevede anche un'esercitazione che dovrai effettuare nelle prossime settimane.

A nulla serviranno le mie parole se non accompagnate dalle tue azioni.»

Corso sulla gestione dei conflitti al lavoro: migliorare il rapporto con colleghi e colleghe e gestire il conflitto nel migliore dei modi






«D’accordo signore, mi dica pure.»

Capacità di gestione del conflitto: soft skills e psicologia per gestire al meglio i litigi e i conflitti al lavoro






L’uomo pose lo sguardo verso il piccolo palcoscenico sul quale si stava per tenere la manifestazione. 

Gli organizzatori e le organizzatrici stavano sistemando gli ultimi preparativi.

Alcune persone si stavano avvicinando al padiglione.








«Ragazza,» riprese il discorso il signor Henry, «come valuteresti il tuo ascolto nei confronti delle tue colleghe?»

Corso sulla gestione dei conflitti al lavoro: migliorare il rapporto con colleghi e colleghe e gestire il conflitto nel migliore dei modi






«Beh, diciamo che le sto ad ascoltare finché non scatta in me qualcosa che mi fa smettere di ascoltarle. E da lì, inizia il piccolo conflitto.»

Capacità di gestione del conflitto: soft skills e psicologia per gestire al meglio i litigi e i conflitti al lavoro






«Quindi, se non sbaglio, i tuoi conflitti nascono non appena smetti di ascoltare. Dico bene?»

Corso sulla gestione dei conflitti al lavoro: migliorare il rapporto con colleghi e colleghe e gestire il conflitto nel migliore dei modi






«Sì, esatto.»

Capacità di gestione del conflitto: soft skills e psicologia per gestire al meglio i litigi e i conflitti al lavoro






«E mi stai dicendo che finché ascolti le tue colleghe, il conflitto non ha modo di nascere. È corretto?»

Corso sulla gestione dei conflitti al lavoro: migliorare il rapporto con colleghi e colleghe e gestire il conflitto nel migliore dei modi






«Sì, effettivamente è proprio così.» rispose la giovane dopo qualche attimo di riflessione.

Capacità di gestione del conflitto: soft skills e psicologia per gestire al meglio i litigi e i conflitti al lavoro






«Vedi ragazza, l’ascolto - spontaneo, naturalmente - è una delle migliori armi per fare in modo di non entrare in conflitto con le persone. 

Prova a pensarci: quanto è bello parlare con delle persone che ci ascoltano in modo spontaneo?»

Corso sulla gestione dei conflitti al lavoro: migliorare il rapporto con colleghi e colleghe e gestire il conflitto nel migliore dei modi






«Sì, è bellissimo. Anche se è davvero difficile trovare persone che ti ascoltano con spontaneità.» rispose la ragazza.

Capacità di gestione del conflitto: soft skills e psicologia per gestire al meglio i litigi e i conflitti al lavoro






«Esatto. Sarà proprio ascoltando in modo sincero che ti distinguerai da qualsiasi altra persona, cara Emily.

Corso sulla gestione dei conflitti al lavoro: migliorare il rapporto con colleghi e colleghe e gestire il conflitto nel migliore dei modi






Ora, prima che inizi la cerimonia di premiazione, lascia che ti offra i quattro passi che mi sono stati insegnati quando ero un giovincello come te. 

Sono quattro passi che, a differenza di molte altre cose, andranno sempre di moda. Hanno funzionato per anni e sono certo che funzioneranno per sempre.»

Corso sulla gestione dei conflitti al lavoro: migliorare il rapporto con colleghi e colleghe e gestire il conflitto nel migliore dei modi






«D'accordo signore, mi dica pure.»

Capacità di gestione del conflitto: soft skills e psicologia per gestire al meglio i litigi e i conflitti al lavoro






«Ottimo! Mi dicevi che i conflitti con le tue colleghe nascono da delle semplici conversazioni, dico bene?»

Corso sulla gestione dei conflitti al lavoro: migliorare il rapporto con colleghi e colleghe e gestire il conflitto nel migliore dei modi






«Sì esatto. Delle conversazioni che, da lì a pochi minuti, si trasformano in qualcosa di più acceso.»

Capacità di gestione del conflitto: soft skills e psicologia per gestire al meglio i litigi e i conflitti al lavoro






«Bene. Il primo passo che devi ricordarti di compiere, da oggi in poi, è quello di rimanere in silenzio. Tutto qui.»

Corso sulla gestione dei conflitti al lavoro: migliorare il rapporto con colleghi e colleghe e gestire il conflitto nel migliore dei modi






«Signore, in che senso dovrò rimanere in silenzio?»

Capacità di gestione del conflitto: soft skills e psicologia per gestire al meglio i litigi e i conflitti al lavoro






«Ragazza, la maggior parte dei conflitti che hai con le tue colleghe nasce perché, da un momento all’altro, prendi la parola e interrompi i loro discorsi. Dico bene?»

Corso sulla gestione dei conflitti al lavoro: migliorare il rapporto con colleghi e colleghe e gestire il conflitto nel migliore dei modi






«Sì certo. Trovandomi in disaccordo mi viene spontaneo interromperle.»

Capacità di gestione del conflitto: soft skills e psicologia per gestire al meglio i litigi e i conflitti al lavoro






«Bene, se vuoi ridurre gran parte dei conflitti, ti basterà prolungare maggiormente il tuo silenzio e forzarti nel non aprire bocca. 

Lo so che potrebbe sembrarti una banalità, ma dal momento in cui smetterai di far uscire le tue parole dalla bocca, e lascerai la persona parlare, avrai già ridotto gran parte dei litigi.»

Corso sulla gestione dei conflitti al lavoro: migliorare il rapporto con colleghi e colleghe e gestire il conflitto nel migliore dei modi






«Ma signore, così facendo mi sta togliendo la possibilità di esprimermi!» esclamò la ragazza.

Capacità di gestione del conflitto: soft skills e psicologia per gestire al meglio i litigi e i conflitti al lavoro






«Tranquilla Emily, arriverà il momento in cui potrai far sentire la tua parola. Nel frattempo, come primo step, assicurati di tenere la bocca chiusa per qualche secondo in più. 

Se normalmente apri bocca dopo pochi secondi, prova ad aprirla solamente una volta che l’altra persona avrà finito la conversazione.»

Corso sulla gestione dei conflitti al lavoro: migliorare il rapporto con colleghi e colleghe e gestire il conflitto nel migliore dei modi






«D’accordo, ci proverò.» affermò la ragazza ancora un po’ incerta.

Capacità di gestione del conflitto: soft skills e psicologia per gestire al meglio i litigi e i conflitti al lavoro






«Sì, ci proverai.» confermò il signor Henry con il sorriso stampato in faccia. 

Corso sulla gestione dei conflitti al lavoro: migliorare il rapporto con colleghi e colleghe e gestire il conflitto nel migliore dei modi






«Una volta che avrai prolungato il tuo silenzio,» proseguì l’uomo, «il secondo passo si basa sul sostenere la conversazione.»

Corso sulla gestione dei conflitti al lavoro: migliorare il rapporto con colleghi e colleghe e gestire il conflitto nel migliore dei modi






«Cosa intende per “sostenere la conversazione”?»

Capacità di gestione del conflitto: soft skills e psicologia per gestire al meglio i litigi e i conflitti al lavoro






«Ora ti spiego. Quando una persona sta discutendo con te, si aspetta che tu, in qualche modo, le risponda. A nessuno di noi piace parlare con una mummia ferma e silenziosa.»

Corso sulla gestione dei conflitti al lavoro: migliorare il rapporto con colleghi e colleghe e gestire il conflitto nel migliore dei modi






«Scusi signore,» esclamò immediatamente la ragazza, «è stato lei che mi ha appena detto di rimanere in silenzio!»

Capacità di gestione del conflitto: soft skills e psicologia per gestire al meglio i litigi e i conflitti al lavoro






«Sì ragazza, lasciami finire.

Come abbiamo detto poco fa, mentre la persona parla, tu non dovrai far uscire alcuna parola di disaccordo. 

Dovrai appunto bloccare qualsiasi tuo discorso che vada a mettersi contro ciò che essa ti sta dicendo. 

Corso sulla gestione dei conflitti al lavoro: migliorare il rapporto con colleghi e colleghe e gestire il conflitto nel migliore dei modi






Questo però non significa che tu non possa incoraggiare e sostenere la conversazione. 

La persona si aspetta che tu la capisca, in qualche modo.

Quindi, per sostenere la conversazione, ti consiglio di non rimanere muta bensì di utilizzare delle micro-espressioni che facciamo comprendere alla persona che tu la stia ascoltando per davvero.»

Corso sulla gestione dei conflitti al lavoro: migliorare il rapporto con colleghi e colleghe e gestire il conflitto nel migliore dei modi






«D’accordo, mi saprebbe offrire degli esempi?»

Capacità di gestione del conflitto: soft skills e psicologia per gestire al meglio i litigi e i conflitti al lavoro






«Sì. Potresti, ad esempio, annuire dicendo “ok” o “mmh mmh” o semplicemente sorridendo in modo spontaneo. 

L'importante è che tu faccia capire all’altra persona che la stai ascoltando per davvero e che stai sostenendo la conversazione.»

Corso sulla gestione dei conflitti al lavoro: migliorare il rapporto con colleghi e colleghe e gestire il conflitto nel migliore dei modi






«E se non dovessi trovarmi d’accordo con quanto detto dall'altra persona?» domandò la giovane statunitense.

Capacità di gestione del conflitto: soft skills e psicologia per gestire al meglio i litigi e i conflitti al lavoro






«Ragazza, qui non stiamo parlando di essere d’accordo o in disaccordo. Stiamo semplicemente parlando di rispettare il discorso dell’altra persona e di farle capire che la stiamo ascoltando. 

Poi, quando arriverà il nostro turno, potremo far sentire la nostra opinione.»

Corso sulla gestione dei conflitti al lavoro: migliorare il rapporto con colleghi e colleghe e gestire il conflitto nel migliore dei modi






«Ok, ora mi è chiaro. In sostanza devo farle capire - tramite il mio atteggiamento, tramite la mia mimica facciale e tramite alcuni piccoli intercalari - che la sto ascoltando per davvero. È così?» chiese conferma la giovane statunitense.

Capacità di gestione del conflitto: soft skills e psicologia per gestire al meglio i litigi e i conflitti al lavoro






«Bravissima ragazza. Proprio così!»

Corso sulla gestione dei conflitti al lavoro: migliorare il rapporto con colleghi e colleghe e gestire il conflitto nel migliore dei modi






I due fermarono nuovamente il discorso e si guardarono attorno.








«Signore,» chiese la ragazza, «per quale motivo siamo circondati da così tanti cani con i loro padroni?»

Capacità di gestione del conflitto: soft skills e psicologia per gestire al meglio i litigi e i conflitti al lavoro






«Tra poco capirai, ragazza.»

Corso sulla gestione dei conflitti al lavoro: migliorare il rapporto con colleghi e colleghe e gestire il conflitto nel migliore dei modi






«Signore, lo sa vero che io amo i cani?»

Capacità di gestione del conflitto: soft skills e psicologia per gestire al meglio i litigi e i conflitti al lavoro






«Certo Emily! Tranquilla, non è un caso se ora ti trovi qui. 

Che ne dici se nel frattempo proseguiamo con gli ultimi due step?»

Corso sulla gestione dei conflitti al lavoro: migliorare il rapporto con colleghi e colleghe e gestire il conflitto nel migliore dei modi






«Sì, procediamo!» esclamò la ragazza che, per la prima volta in quella giornata, fece uscire il sorriso che l’aveva da sempre contraddistinta.

Capacità di gestione del conflitto: soft skills e psicologia per gestire al meglio i litigi e i conflitti al lavoro






«Bene, il terzo passo si basa su quella che viene chiamata "verifica della comprensione".

Dimmi un po’ Emily: ti è mai successo che una persona, dopo un lungo discorso, ti dicesse “Hai capito?”»

Corso sulla gestione dei conflitti al lavoro: migliorare il rapporto con colleghi e colleghe e gestire il conflitto nel migliore dei modi






«Oh sì, a volte succede anche a me di chiedere a qualche mia collega se il mio discorso è stato sufficientemente chiaro.»

Capacità di gestione del conflitto: soft skills e psicologia per gestire al meglio i litigi e i conflitti al lavoro






«Ottimo. Secondo te, per quale motivo queste persone chiedono conferma riguardo al fatto di aver compreso il loro discorso?»

Corso sulla gestione dei conflitti al lavoro: migliorare il rapporto con colleghi e colleghe e gestire il conflitto nel migliore dei modi






«Beh, credo che lo facciano in quanto non sono certe che il proprio interlocutore abbia capito. In sostanza vogliono assicurarsi che l’altra persona abbiamo compreso.»

Capacità di gestione del conflitto: soft skills e psicologia per gestire al meglio i litigi e i conflitti al lavoro






«Ottima risposta! Il terzo step si basa sull’anticipare questa domanda ed essere tu colei che verifica, in prima persona, di aver compreso a fondo.»

Corso sulla gestione dei conflitti al lavoro: migliorare il rapporto con colleghi e colleghe e gestire il conflitto nel migliore dei modi






«Ok, potrebbe farmi un esempio?»

Capacità di gestione del conflitto: soft skills e psicologia per gestire al meglio i litigi e i conflitti al lavoro






«Certo. Immagina che una tua collega inizi una conversazione. 

Dopo aver messo in atto i primi due step che ti ho precedentemente offerto - quindi, rimanere in silenzio e sostenere la conversazione - non dovrai fare altro che interromperla - gentilmente - e riassumere ciò che ha appena detto.»

Corso sulla gestione dei conflitti al lavoro: migliorare il rapporto con colleghi e colleghe e gestire il conflitto nel migliore dei modi






«Mi sta quindi dicendo che dovrò interrompere il suo discorso?»

Capacità di gestione del conflitto: soft skills e psicologia per gestire al meglio i litigi e i conflitti al lavoro






«Attenzione ragazza: dovrai farlo con tatto. Ci sono sempre dei momenti nei quali puoi fermare - gentilmente - la tua collega e chiederle conferma riguardo ciò che ha appena detto.»

Corso sulla gestione dei conflitti al lavoro: migliorare il rapporto con colleghi e colleghe e gestire il conflitto nel migliore dei modi






«D’accordo, e cosa dovrò fare una volta interrotta la conversazione?»

Capacità di gestione del conflitto: soft skills e psicologia per gestire al meglio i litigi e i conflitti al lavoro






«Dovrai semplicemente riassumere, in una o due frasi, il discorso che ha appena pronunciato.

Ciò non significa che dovrai diventare un pappagallo. Significa piuttosto che ti assicurerai di aver compreso le sue parole.

Corso sulla gestione dei conflitti al lavoro: migliorare il rapporto con colleghi e colleghe e gestire il conflitto nel migliore dei modi






Potresti, ad esempio, utilizzare frasi come:

  • Ok, vediamo se ho capito: mi hai detto che…
  • Bene, ciò che mi stai dicendo è che…
  • Ottimo, se ho capito bene, stai affermando che…
  • Essenzialmente mi stai chiedendo di….
Corso sulla gestione dei conflitti al lavoro: migliorare il rapporto con colleghi e colleghe e gestire il conflitto nel migliore dei modi






Ti basterà aggiungere a queste frasi il succo del discorso appena svolto dalla tua collega, e assicurarti di aver compreso.»

Corso sulla gestione dei conflitti al lavoro: migliorare il rapporto con colleghi e colleghe e gestire il conflitto nel migliore dei modi






«Ok signore, quindi questo terzo step serve per avere la certezza di aver compreso ciò che mi dicono le mie colleghe?»

Capacità di gestione del conflitto: soft skills e psicologia per gestire al meglio i litigi e i conflitti al lavoro






«Sì, e non solo, cara Emily. Oltre ad assicurarti di aver capito le parole della tua collega, farai anche capire ad essa che la stai ascoltando per davvero. 

Corso sulla gestione dei conflitti al lavoro: migliorare il rapporto con colleghi e colleghe e gestire il conflitto nel migliore dei modi






Ti assicuro che sentirsi ripetere le parole appena pronunciate - senza che l'altra persona sembri un pappagallo, naturalmente - ci mette in una condizione di profonda sintonia con colui o colei che ci sta ascoltando.

Corso sulla gestione dei conflitti al lavoro: migliorare il rapporto con colleghi e colleghe e gestire il conflitto nel migliore dei modi






Ad ogni modo, ricordati che l’incomprensione è il fattore che, più di tutti, fa scaturire qualsiasi tipologia di conflitto. 

Questo terzo step, cara ragazza, ti avrà aiutata a ridurre il più possibile l’incomprensione.»

Corso sulla gestione dei conflitti al lavoro: migliorare il rapporto con colleghi e colleghe e gestire il conflitto nel migliore dei modi






«Sì, credo proprio lo metterò in pratica.» affermò la giovane statunitense che iniziava ad intravedere nelle parole del signor Henry una possibile via d’uscita ai continui battibecchi al lavoro.

Capacità di gestione del conflitto: soft skills e psicologia per gestire al meglio i litigi e i conflitti al lavoro






«Emily, proseguiamo con il quarto passo. Ok?»

Corso sulla gestione dei conflitti al lavoro: migliorare il rapporto con colleghi e colleghe e gestire il conflitto nel migliore dei modi






La ragazza annuì con il capo e si mise in ascolto.








«Il quarto passo si basa sul riconoscere la verità.»

Corso sulla gestione dei conflitti al lavoro: migliorare il rapporto con colleghi e colleghe e gestire il conflitto nel migliore dei modi






«In che senso, scusi?»

Capacità di gestione del conflitto: soft skills e psicologia per gestire al meglio i litigi e i conflitti al lavoro






«Vedi ragazza, la maggior parte delle conversazioni che si hanno con le persone - anche se esse ci portano ad avere qualche battibecco - contengono sempre una piccola percentuale di allineamento con i nostri valori.

Magari non siamo d’accordo sul 95% della conversazione, ma c’è sempre quel 5% che ci accorgiamo essere in linea con ciò in cui crediamo.

Corso sulla gestione dei conflitti al lavoro: migliorare il rapporto con colleghi e colleghe e gestire il conflitto nel migliore dei modi






Ecco,» continuò l’uomo, «se vuoi far capire all’altra persona che la stai ascoltando e che sei disposta ad avere una conversazione piacevole, il quarto step si basa proprio sul riconoscere quel 5% nel quale tu sei d’accordo.»

Corso sulla gestione dei conflitti al lavoro: migliorare il rapporto con colleghi e colleghe e gestire il conflitto nel migliore dei modi






«Signore, le chiederei di farmi qualche esempio.» disse gentilmente la giovane statunitense.

Capacità di gestione del conflitto: soft skills e psicologia per gestire al meglio i litigi e i conflitti al lavoro






«Certo, con piacere. Alcune frasi che potresti utilizzare potrebbero essere:

  • Sì, ciò che mi hai appena detto ha molto senso.
  • Sì, anch’io ritengo importante questo singolo aspetto.
  • Sì, sono d’accordo riguardo questa cosa.
Corso sulla gestione dei conflitti al lavoro: migliorare il rapporto con colleghi e colleghe e gestire il conflitto nel migliore dei modi






Questo non significa che tu sia d’accordo su tutto ciò che ti sta dicendo.

Significa invece riconoscere l’allineamento di visione tra te e la tua collega riguardo un concetto specifico.»

Corso sulla gestione dei conflitti al lavoro: migliorare il rapporto con colleghi e colleghe e gestire il conflitto nel migliore dei modi






«Ok signore, posso farle solamente una domanda?»

Capacità di gestione del conflitto: soft skills e psicologia per gestire al meglio i litigi e i conflitti al lavoro






«Certo, dimmi Emily.»

Corso sulla gestione dei conflitti al lavoro: migliorare il rapporto con colleghi e colleghe e gestire il conflitto nel migliore dei modi






«I quattro step che mi ha appena offerto si basano sull’ascoltare in modo profondo l’altra persona. Dico bene?»

Capacità di gestione del conflitto: soft skills e psicologia per gestire al meglio i litigi e i conflitti al lavoro






«Sì esatto.»

Corso sulla gestione dei conflitti al lavoro: migliorare il rapporto con colleghi e colleghe e gestire il conflitto nel migliore dei modi






«Quindi, le chiedo: come può tutto ciò ridurre i conflitti tra me e le mie colleghe?»

Capacità di gestione del conflitto: soft skills e psicologia per gestire al meglio i litigi e i conflitti al lavoro






«Ragazza, il conflitto si basa sulla presa di responsabilità. 

Se si vogliono ridurre i conflitti, una delle due persone deve fare un passo indietro e mettersi in ascolto dell’altra. 

Corso sulla gestione dei conflitti al lavoro: migliorare il rapporto con colleghi e colleghe e gestire il conflitto nel migliore dei modi






Ti assicuro che dal momento in cui metterai in atto questi quattro step accadranno due importanti magie.»

Corso sulla gestione dei conflitti al lavoro: migliorare il rapporto con colleghi e colleghe e gestire il conflitto nel migliore dei modi






«Quali magie?»

Capacità di gestione del conflitto: soft skills e psicologia per gestire al meglio i litigi e i conflitti al lavoro






«La prima magia riguarda te stessa: ascoltando attivamente la tua collega, comprendendo ciò che vuole realmente dirti, e riducendo al minimo l’incomprensione, avrai sicuramente meno necessità di rispondere in modo acceso.»

Corso sulla gestione dei conflitti al lavoro: migliorare il rapporto con colleghi e colleghe e gestire il conflitto nel migliore dei modi






«Sì, in effetti credo abbia ragione. E la seconda magia?»

Capacità di gestione del conflitto: soft skills e psicologia per gestire al meglio i litigi e i conflitti al lavoro






«La seconda magia riguarda l’altra persona: una volta che la tua collega si sentirà ascoltata, sarà di conseguenza più propensa ad ascoltare ciò che tu le andrai a dire in seguito. 

Ricordati che la coerenza è uno dei fattori più potenti nella comunicazione fra essere umani: se una persona si sente ascoltata, si sentirà di conseguenza in obbligo di ascoltare anch’essa le parole del suo interlocutore.»

Corso sulla gestione dei conflitti al lavoro: migliorare il rapporto con colleghi e colleghe e gestire il conflitto nel migliore dei modi






«Ok signore. Tutto sommato non sembra tanto difficile mettere in pratica ciò che mi ha consigliato. Si tratta semplicemente di ascoltare.» affermò la ragazza.

Capacità di gestione del conflitto: soft skills e psicologia per gestire al meglio i litigi e i conflitti al lavoro






«Emily, non prendere sottogamba quanto ti ho appena offerto. In questo momento ti trovi in una condizione emotivamente piacevole. 

La tua bravura sarà quella di mettere in pratica tutto ciò quando il tuo stato d’animo non sarà dei migliori. Quando ti troverai a pochi centimetri dal possibile conflitto.»

Corso sulla gestione dei conflitti al lavoro: migliorare il rapporto con colleghi e colleghe e gestire il conflitto nel migliore dei modi






L’uomo fermò il suo discorso e, dopo alcuni minuti di attesa, la manifestazione di fronte a loro iniziò.








«Guarda ragazza, la premiazione sta per avere inizio.»

Corso sulla gestione dei conflitti al lavoro: migliorare il rapporto con colleghi e colleghe e gestire il conflitto nel migliore dei modi





 

 

Insieme ai due vi erano un centinaio di persone, gran parte di esse con le loro macchine fotografiche.







 

«Signore, perché la maggior parte delle persone sembra prepararsi per scattare delle fotografie?»

Capacità di gestione del conflitto: soft skills e psicologia per gestire al meglio i litigi e i conflitti al lavoro






«La presentatrice sta per premiare i cani e le cagne più unici e uniche al mondo.»

Corso sulla gestione dei conflitti al lavoro: migliorare il rapporto con colleghi e colleghe e gestire il conflitto nel migliore dei modi






«Davvero?»

Capacità di gestione del conflitto: soft skills e psicologia per gestire al meglio i litigi e i conflitti al lavoro






«Sì, la premiazione riguarda proprio la loro unicità.»

Corso sulla gestione dei conflitti al lavoro: migliorare il rapporto con colleghi e colleghe e gestire il conflitto nel migliore dei modi






Il signor Henry e la giovane Emily si lasciarono trasportare dalle gioiose parole della presentatrice.

Nei minuti successivi, salirono sul palco il cane più alto al mondo, il cane più piccolo, quello con la coda più lunga, il cane con gli occhi più dolci e persino il cane più colorato del pianeta. 

Ad un certo punto, dopo aver premiato una dozzina di cani, la presentatrice si fermò per qualche istante e si preparò per l’ultima premiazione.








«Ragazza, ora arriva la premiazione che stavi aspettando.» sussurrò a bassa voce il signor Henry senza far trapelare altro.

Corso sulla gestione dei conflitti al lavoro: migliorare il rapporto con colleghi e colleghe e gestire il conflitto nel migliore dei modi






La presentatrice iniziò il discorso.








“Signore e signori, è con grande piacere che sto per presentarvi Harbor, un black and tan coonhound.

Il nostro splendido Harbor non proviene dal Canada, e nemmeno dalla Cina, e men che meno dall’Europa.

Harbor è un cane nato proprio qui, a Denver.

Conflict management: come fare, strategie, tecniche ed esercizi di conflict management






Facciamo salire sul palco Harbor, il cane con le orecchie più grandi al mondo!» esclamò la donna accogliendo sul palco Harbour e il suo proprietario.

Conflict management: come fare, strategie, tecniche ed esercizi di conflict management






Gli applausi della folla non tardarono ad arrivare.

Poco dopo, la presentatrice riprese il discorso. 








«Con l'orecchio sinistro di 31,1 centimetri e l’orecchio destro di 34,3 centimetri, il nostro Harbor è famoso in tutto il mondo per le sue bellissime e grandissime orecchie. Complimenti!» esclamò nuovamente la presentatrice facendo spazio a un ultimo applauso da parte della folla.

Conflict management: come fare, strategie, tecniche ed esercizi di conflict management






Nel frattempo, Emily, incredula di ciò che i suoi occhi stavano ammirando, riprese la parola.








«Signore, mi ha fatto una bellissima sorpresa. La ringrazio davvero!» esclamò un po’ emozionata la ragazza.

Capacità di gestione del conflitto: soft skills e psicologia per gestire al meglio i litigi e i conflitti al lavoro






«Mi fa piacere che ti sia piaciuta.

Prima di lasciarti vorrei donarti lo stesso esercizio che quarant’anni fa mi è stato offerto da parte di una persona a me cara. Ti va?»

Corso sulla gestione dei conflitti al lavoro: migliorare il rapporto con colleghi e colleghe e gestire il conflitto nel migliore dei modi






«Sì certo.»

Capacità di gestione del conflitto: soft skills e psicologia per gestire al meglio i litigi e i conflitti al lavoro






«Bene, non appena arriverai a casa, prendi il tuo taccuino e fai un elenco di venti persone con le quali sai già comunicherai nei prossimi giorni.

Una volta fatto l’elenco, non dovrai fare altro che mettere in atto - con tutte e venti le persone - i quattro step che ti ho offerto in questa mattinata.

Corso sulla gestione dei conflitti al lavoro: migliorare il rapporto con colleghi e colleghe e gestire il conflitto nel migliore dei modi






Ciò significa che non appena inizierai a conversare con le persone, ti impegnerai a fare quattro semplici azioni:

  • Prima azione: Rimanere in silenzio.
  • Seconda azione: Sostenere la conversazione.
  • Terza azione: Verificare la comprensione.
  • Quarta azione: Riconoscere la verità.»
Corso sulla gestione dei conflitti al lavoro: migliorare il rapporto con colleghi e colleghe e gestire il conflitto nel migliore dei modi






«D’accordo, e poi?» chiese la giovane statunitense.

Capacità di gestione del conflitto: soft skills e psicologia per gestire al meglio i litigi e i conflitti al lavoro






«E poi sarai pronta per affrontare al meglio qualsiasi tipologia di conversazione.

Questi quattro step diventeranno per te una vera e propria abitudine. Un’abitudine che, senza quasi accorgertene, ti farà vivere il rapporto con le tue colleghe con una maggior intesa.»

Corso sulla gestione dei conflitti al lavoro: migliorare il rapporto con colleghi e colleghe e gestire il conflitto nel migliore dei modi






L’uomo fece una breve pausa e si apprestò per concludere il suo discorso.








D’ora in poi, cara Emily, ogni volta che comunicando con una persona ti renderai conto di essere vicina a un possibile conflitto, ricordati delle grandi orecchie del nostro splendido Harbor.

Sarà grazie alle tue orecchie - e al tuo ascolto sincero - che potrai spezzare la nascita dei conflitti.»

Corso sulla gestione dei conflitti al lavoro: migliorare il rapporto con colleghi e colleghe e gestire il conflitto nel migliore dei modi






 

 

 

Conclusione

Ora, la giovane statunitense, dopo aver scoperto la presenza del dolce Harbor nella sua città, conosce un metodo pratico per tenere alla larga i conflitti inutili che fino ad oggi si sono fatti vivi tra lei e le sue colleghe.

Su consiglio del signor Henry, Emily, nei prossimi giorni, si eserciterà comunicando con venti persone diverse. 

Le basterà rimanere in silenzio, sostenere la conversazione, verificare la comprensione e riconoscere la verità.

Tutto ciò permetterà alla giovane statunitense di affrontare le conversazioni lavorative - e non solo - con maggior efficacia ed empatia.

Negli Stati Uniti, tornerà a brillare l’unicità di Emily.

 

Gestire al meglio i conflitti al lavoro e fuori dal lavoro 

 

  

 

_  

Congratulazioni per aver concluso questa Learning Story.

Se vuoi contribuire alla nostra missione, condividi ora questa storia con le 3 persone che sai già ne avranno beneficiato.

In questo modo avrai aiutato altre persone come te ad esaltare la propria unicità.

Tutto questo per ridonare dignità all'essere umano. 

 

 

 

Scopri le nuove uscite, qui →