Lewa, la giovane tanzaniana


Lewa, una giovane ragazza tanzaniana, sta vivendo degli stati d’animo altalenanti.

Il suo continuo confrontarsi con le proprie colleghe la sta facendo sentire inferiore, insoddisfatta e spesso infelice.

Cosa accadrà una sera nel mentre Lewa si trova sulla vita di ritorno dal lavoro?

Scopriamolo ora, immergendoci nella sua storia.


Psicologia, confrontarsi con le persone sensazione di inferiorità, inadeguatezza





_

Lewa, la giovane tanzaniana

Lewa è una giovane ragazza tanzaniana originaria di Dodoma, capitale della Tanzania, nonché città africana famosa per la sua natura incontaminata. 

 

Confrontarsi con le persone e psicologia: effetti del confronto con gli altri 

 

 

Sono da poco passate le sette di sera, e Lewa, come suo solito fare, sta tornando a casa - a piedi - dal lavoro.

Mancano poche centinaia di metri dalla sua umile abitazione quando, immersa dai suoi pensieri, Lewa attraversa la strada non vedendo una jeep in arrivo. 

L'uomo, a bordo della grande jeep nera, frena bruscamente.

 

 



«Ragazza, è tutto ok?» chiese l’uomo, dall’interno della sua jeep cabrio.

Mindset, learning stories

 

 

 

«Sì signore, mi scusi. Mi sono distratta.»

Soft skills e mindset: psicologia e confronto, sensazione di inferiorirà 

 

 

«Fai attenzione la prossima volta, mi raccomando.» disse l’uomo, porgendole un grazioso sorriso.

Mindset, learning stories 

 

 

«Sì, non è mia consuetudine attraversare la strada in questo modo. Sto vivendo un periodaccio. Ho la testa altrove!»

Soft skills e mindset: psicologia e confronto, sensazione di inferiorirà 

 

 

«Un periodaccio? In che senso?» chiese l’uomo, vedendo il viso triste della giovane tanzaniana.

Mindset, learning stories 

 

 

«Lasci stare, non capirebbe. La ringrazio comunque.»

Soft skills e mindset: psicologia e confronto, sensazione di inferiorirà 

 

 

«Già, hai ragione. Non capirei. Forse però c’è qualcuno che capirebbe…»

Mindset, learning stories 

 

 

«Chi?» chiese incuriosita la ragazza.

Soft skills e mindset: psicologia e confronto, sensazione di inferiorirà 

 

 

«La natura.»

Mindset, learning stories 

 

 

«In che senso? Non la capisco.»

Soft skills e mindset: psicologia e confronto, sensazione di inferiorirà 

 

 

«Ragazza, sono diretto al safari Luna's Wild Rides. È un luogo speciale, quello.»

Mindset, learning stories 

 

 

«E perché ci sta andando?» chiese Lewa.

Soft skills e mindset: psicologia e confronto, sensazione di inferiorirà 

 

 

«Sono una guida turistica, io.»

Mindset, learning stories 

 

 

«E perché mi ha detto che la natura potrebbe aiutarmi?»

Soft skills e mindset: psicologia e confronto, sensazione di inferiorirà 

 

 

«Beh, perché la natura nasconde le risposte alle nostre domande.

Che fai, salti su con me o vuoi rimanere qui?» domandò l’uomo, sorridendo.

Mindset, learning stories 

 

 

«Mi sta invitando a visitare il safari insieme lei?»

Soft skills e mindset: psicologia e confronto, sensazione di inferiorirà 

 

 

«Sì. Se questo è l’invito che le tue orecchie hanno intercettato, sì.»

Mindset, learning stories 

 

 

La ragazza rimase in silenzio per un momento.

Si guardò attorno e perlustrò, per pochi attimi di secondo, l’intera zona, come per vedere se vi fosse qualcuno che la stesse spiando.

 

 

 

«D’accordo signore. Qualcosa mi dice che di lei posso fidarmi.»

Soft skills e mindset: psicologia e confronto, sensazione di inferiorirà 

 

 

«Bene, mi fa piacere. Salta su!» disse l’uomo, aprendo la portiera della jeep e facendo salire al suo fianco la giovane tanzaniana.

Mindset, learning stories 

 

 

La ragazza si accomodò e, senza dire nulla, attese qualche parola da parte del signore al suo fianco.

 

 

 

«Ragazza, il mio nome è Kifle.» disse l’uomo, riaccendendo il motore della sua jeep e dirigendosi verso il safari.

Mindset, learning stories 

 

 

«Piacere di conoscerla, signore Kifle. Il mio nome è Lewa.»

Soft skills e mindset: psicologia e confronto, sensazione di inferiorirà 

 

 

«Bene Lewa, mi dicevi che stai vivendo un periodaccio. È così?»

Mindset, learning stories 

 

 

«Sì signore, sto vivendo un periodo per nulla felice.» confermò un po’ sconsolata la giovane tanzaniana.

Soft skills e mindset: psicologia e confronto, sensazione di inferiorirà 

 

 

«Capisco. E raccontami un po’: cos’è che ti rende infelice?»

Mindset, learning stories 

 

 

«Non saprei, è una sensazione strana. È come se vivessi degli stati d’animo altalenanti. Ci sono giorni dove le cose sembrano andare per il verso giusto. Altri, invece, dove vivo degli stati d’animo particolarmente negativi.»

Soft skills e mindset: psicologia e confronto, sensazione di inferiorirà 

 

 

«Ok Lewa, parlami un po’ di questi stati d’animo negativi. Quand’è che si fanno vivi in te?»

Mindset, learning stories 

 

 

«Beh, principalmente al lavoro. Mi sono resa conto che il confronto con le mie colleghe mi porta spesso a sentirmi infelice.

Ogni volta che confronti i loro risultati con i miei mi sento insoddisfatta.»

Soft skills e mindset: psicologia e confronto, sensazione di inferiorirà 

 

 

«Capisco Lewa. È quindi il fatto di confrontarti con le tue colleghe a renderti infelice?» chiese conferma l’uomo.

Mindset, learning stories 

 

 

«Sì signore, credo di sì. Mi sono accorta che, ogni volta che valuto me stessa in  base a ciò che hanno realizzato le mie colleghe, finisco per entrare in uno stato d’animo negativo.»

Soft skills e mindset: psicologia e confronto, sensazione di inferiorirà 

 

 

«Comprendo bene ciò che mi stai dicendo.» disse l’uomo, continuando a guidare. «E dimmi: la valutazione che dai a te stessa in base a ciò che fanno le tue colleghe, come ti fa sentire nei confronti di esse?»

Mindset, learning stories 

 

 

La ragazza rimase muta per un breve momento.

Pensò a quali erano le sensazioni che l’avvolgevano ogni volta che, di sua spontanea volontà e senza alcuna motivazione precisa, decideva di mettere a confronto i suoi risultati con quelli ottenuti dalle sue colleghe.

 

 

 

«Mi sento inferiore, signore.» disse la giovane tanzaniana, con un lieve nodo alla gola.

Soft skills e mindset: psicologia e confronto, sensazione di inferiorirà 

 

 

«Inferiore, mi dici. Inferiore rispetto a chi?» chiese l’uomo.

Mindset, learning stories 

 

 

«Inferiore rispetto alle mie colleghe.»

Soft skills e mindset: psicologia e confronto, sensazione di inferiorirà 

 

 

«D’accordo Lewa, capisco. Quindi, se non vado errato, il metro di paragone che utilizzi per valutarti, non sei te stessa, bensì le tue colleghe. Dico bene?»

Mindset, learning stories 

 

 

«Beh sì, in qualche modo sì.» 

Soft skills e mindset: psicologia e confronto, sensazione di inferiorirà 

 

 

«Ok. E dimmi: secondo te, è funzionale avere come metro di paragone una persona diversa da te stessa?»

Mindset, learning stories 

 

 

La giovane tanzaniana si prese nuovamente una breve pausa.

 

 

 

«Signore, credo non sia corretto valutare me stessa paragonandomi alle altre colleghe.»

Soft skills e mindset: psicologia e confronto, sensazione di inferiorirà 

 

 

«D’accordo Lewa, dimmi un po’: secondo il tuo punto di vista, quale sarebbe l’azione più corretta da fare per ridurre la sensazione di inferiorità che a volte percepisci?»

Mindset, learning stories 

 

 

«Beh, forse dovrei evitare di paragonarmi alle mie colleghe.»

Soft skills e mindset: psicologia e confronto, sensazione di inferiorirà 

 

 

«Ok, e a chi potresti paragonarti?»

Mindset, learning stories 

 

 

«Non saprei. Forse a me stessa.» sussurrò a bassa voce la ragazza.

Soft skills e mindset: psicologia e confronto, sensazione di inferiorirà 

 

 

«A te stessa? Credi sia corretto avere come metro di paragone te stessa?» chiese l’uomo.

Mindset, learning stories 

 

 

«Forse sì, signore.»

Soft skills e mindset: psicologia e confronto, sensazione di inferiorirà 

 

 

Il signor Kifle rimase in silenzio e, dopo solamente pochi minuti di viaggio, si addentrò finalmente nella natura incontaminata.

Il sole aveva già concluso il suo corso giornaliero.

Solamente il chiarore della luna - piena in quella serata - illuminava l’intero safari. 

 

 

 

«Lewa, eccoci qui all’ingresso del safari Luna's Wild Rides.» disse l’uomo, proseguendo lentamente lungo una strada sterrata.

Mindset, learning stories 

 

 

«Wow! Sbaglio o quelle laggiù sono delle zebre?»

Soft skills e mindset: psicologia e confronto, sensazione di inferiorirà 

 

 

«Sì, sono zebre. E quelle, le hai viste?» chiese l’uomo, indicando un gruppo di giraffe dall’altro lato della strada.

Mindset, learning stories 

 

 

«È fantastico!» esclamò la giovane tanzaniana. «Non ero mai venuta qui. Non mi hanno mai raccontato della presenza di questo safari.»

Soft skills e mindset: psicologia e confronto, sensazione di inferiorirà 

 

 

«Già, le persone tendono spesso raccontare di argomenti futili, inconsapevoli che, nella natura, vivono i migliori racconti al mondo.» disse l’uomo, bloccando per un attimo il veicolo.

Mindset, learning stories 

 

 

«Ragazza,» continuò il signor Kifle, portando gli occhi al manto scuro sopra di lui, «guarda il cielo.»

Mindset, learning stories 

 

 

La giovane tanzaniana levò anch’ella il capo, ammirando il cielo illuminato dalla luna piena e da qualche stella che, in modo pacato, tentava di farsi spazio nell’immensità della notte.

 

 

 

«Dimmi un po’ Lewa, la vedi quella porzione di cielo poco illuminata?» chiese l’uomo, indicando la parte di cielo più lontana dalla luna.

Mindset, learning stories 

 

 

«Sì, la vedo.»

Soft skills e mindset: psicologia e confronto, sensazione di inferiorirà 

 

 

«Come ti sembra?»

Mindset, learning stories 

 

 

«Beh, molto buia.»

Soft skills e mindset: psicologia e confronto, sensazione di inferiorirà 

 

 

«Già, molto buia. E quella porzione lì, come la vedi?» domandò l’uomo, indicando l’esatto punto sul quale la luna aveva da poco deciso di adagiarsi.

Mindset, learning stories 

 

 

«Illuminata, signore!»

Soft skills e mindset: psicologia e confronto, sensazione di inferiorirà 

 

 

«Sì, proprio così. Illuminata.

Anche il confronto, cara ragazza, può essere buio o illuminato. 

Mindset, learning stories

 

 

 

Vi sono confronti maligni, e altri, invece, che possiamo considerare benigni.

Il confronto maligno ci rende infelici, insoddisfatti, inferiori.

Il confronto benigno, invece, ci porta la luce, ci illumina il cammino, ci aiuta a crescere.»

Mindset, learning stories 

 

 

Il signor Kifle interruppe tutto d’un tratto il suo discorso e, con la massima tranquillità, scese dalla jeep.

La ragazza, un po’ stranita, copiò il suo gesto e, insieme, si incamminarono lungo l’unica via sterrata percorribile nell’immenso safari.

 

 

 

«Signore,» prese la parola Lewa, passeggiando a fianco all'uomo, «posso chiederle cosa intende con confronto maligno e confronto benigno

Soft skills e mindset: psicologia e confronto, sensazione di inferiorirà 

 

 

«Vedi ragazza, confrontarsi con le altre persone è assolutamente normale.

Viviamo in un’era nella quale siamo valutati, e valutate, per qualsiasi cosa. E, ahimè, la valutazione è sempre relativa alla valutazione di qualcun altro. 

Mindset, learning stories 

 

 

Pensa a quando andavamo a scuola. Se svolgevamo un compito in modo impeccabile, ma un altro bambino - o un’altra bambina - lo svolgeva in modo ancor più ineccepibile, il nostro voto non poteva essere massimo, in quanto risultava inferiore rispetto a quello dell’altro bambino - o dell’altra bambina.

Tutto questo, nonostante il nostro compito fosse svolto in modo pressoché perfetto.»

Mindset, learning stories 

 

 

«Ha ragione, signore!» esclamò la ragazza, portando alla mente un suo ricordo passato.

«Mi sta quindi dicendo che non è corretto confrontarsi con le altre persone?» chiese Lewa, continuando a camminare a fianco all’uomo.

Soft skills e mindset: psicologia e confronto, sensazione di inferiorirà 

 

 

«Oh, no. Come ti dicevo poco fa, il confronto tra persone è normale. 

Questo perché, consciamente o inconsciamente, cerchiamo di paragonare quelli che sono i nostri risultati a quelli ottenuti da qualcun altro.»

Mindset, learning stories 

 

 

«E perché lo facciamo?» chiese incuriosita la giovane tanzaniana.

Soft skills e mindset: psicologia e confronto, sensazione di inferiorirà 

 

 

«Beh, perché vogliamo accertarci di essere sulla strada corretta. 

Se una persona è riuscita a conseguire un importante risultato, e anche noi vorremmo conseguirlo, è normale valutare il nostro comportamento e confrontarlo con quello dell’altra persona.

Mindset, learning stories 

 

 

Tuttavia, come ti raccontavo poco fa, esistono confronti maligni e confronti benigni. Confronti che ci indeboliscono, e altri, che invece, ci rafforzano.»

Mindset, learning stories 

 



«Signore, secondo lei, quello che sto vivendo con le mie colleghe, è un confronto maligno o benigno?» chiese la giovane tanzaniana.

Soft skills e mindset: psicologia e confronto, sensazione di inferiorirà 

 



«Bella domanda, Lewa. Secondo te, il confronto che metti in atto tra te e le tue colleghe, ti indebolisce o ti rafforza?»

Mindset, learning stories 

 

 

«Beh, credo che mi indebolisca. Come le dicevo, ogni volta che paragono i miei risultati ai loro, tendo a sentirmi inferiore e infelice.»

Soft skills e mindset: psicologia e confronto, sensazione di inferiorirà 

 

 

«Già, credo proprio che tu abbia ragione, cara ragazza. Tuttavia, non temere. Sono molte le persone che, come te, si sentono inferiori e infelice a causa dei confronti maligni.

Mindset, learning stories 

 

 

Pensa a tutte quelle persone che, purtroppo, associano la propria bellezza alla bellezza dei personaggi famosi. 

Mindset, learning stories 

 

 

Queste persone, paragonandosi a dei modelli - o a delle modelle - non fanno altro che dare vita a un confronto maligno. 

Tutto ciò porta queste persone a sentirsi perennemente inferiori e infelici, oltre che insoddisfatte del proprio corpo.

Mindset, learning stories 

 

 

Oppure, pensa a tutte quelle persone che confrontano la propria carriera con il percorso professionale svolto dai più grandi imprenditori e dalle più grandi imprenditrici al mondo. 

Notando che i propri successi sono minimi rispetto a quelli ottenuti da altre persone di gran successo, si demoralizzano e si demotivano.»

Mindset, learning stories 

 

 

«Signore, lo sa che ha proprio ragione? Ora che ci penso, sono tante le persone di mia conoscenza che vivono in questa sorta di loop

Soft skills e mindset: psicologia e confronto, sensazione di inferiorirà 

 

 

«Sì Lewa, capisco a pieno ciò che mi stai dicendo. Tuttavia, come ti dicevo poco fa, dietro al confronto non vi è solamente malignità. 

Esistono dei confronti che possiamo considerare particolarmente benigni.»

Mindset, learning stories 

 

 

«Ah sì? Quali sono?» chiese la giovane tanzaniana.

Soft skills e mindset: psicologia e confronto, sensazione di inferiorirà 

 

 

«Beh, pensa a tutte quelle persone che fanno del confronto un’arma per crescere e per migliorarsi.

Mindset, learning stories 

 

 

Ci sono persone che, confrontandosi con altri individui, non fanno nascere in loro un senso di inferiorità o di infelicità. Ma anzi, vedono il confronto come un modo per potersi migliorare continuamente. 

Mindset, learning stories 

 

 

In sostanza, se notano che qualche collega o qualche persona è più abile di esse, non fanno altro che darsi la carica per potersi migliorare e rafforzare.»

Mindset, learning stories 

 

 

«Signore, sbaglio o è molto sottile la differenza tra un confronto maligno e un confronto benigno?»

Soft skills e mindset: psicologia e confronto, sensazione di inferiorirà 

 

 

«Non sbagli, ragazza. Il filo che demarca il confine tra la benignità e la malignità è davvero sottile. 

Tutto sta nel cambiare il nostro mindset, ossia il modo con il quale vediamo - e affrontiamo - le cose.»

Mindset, learning stories 

 

 

Il signor Kifle fermò per un istante i suoi passi e, vedendo una panchina sul bordo della strada, vi si sedette.

 

 

 

«Ci fermiamo qui?» chiese la giovane tanzaniana.

Soft skills e mindset: psicologia e confronto, sensazione di inferiorirà 

 

 

«Sì, siediti pure vicino a me, Lewa. Da qui, puoi intravedere la bellezza del nostro splendido safari. Guarda laggiù!»

Mindset, learning stories 

 

 

«Wow, sono elefanti?» domandò la ragazza, non appena sedutasi anch’ella sulla panchina.

Soft skills e mindset: psicologia e confronto, sensazione di inferiorirà 

 

 

«Sì, sono elefanti africani. E quelli, cosa ti sembrano?»

Mindset, learning stories 

 

 

«Sembrano leoni, signore. È possibile?»

Soft skills e mindset: psicologia e confronto, sensazione di inferiorirà 

 

 

«I leoni sono altrove, a quest’ora. Quelli che vedi sono una particolare specie di leopardo.»

Mindset, learning stories 

 

 

«Ooh, sono bellissimi!»

Soft skills e mindset: psicologia e confronto, sensazione di inferiorirà 

 

 

«Ti piace qui?» chiese l’uomo, dopo una breve pausa di silenzio.

Mindset, learning stories 

 

 

«Sì, adoro questo posto. Adoro il silenzio che si respira in mezzo alla natura.» disse la ragazza, sfoggiando un dolce sorriso.

Soft skills e mindset: psicologia e confronto, sensazione di inferiorirà 

 

 

«Sì, Lewa. Il silenzio, e la natura, rendono le persone più consapevoli. E sarà proprio da questa consapevolezza che, anche tu, potrai tornare a sentirti felice e fiera di te stessa.»

Mindset, learning stories 

 

 

«Ah sì, e in che modo?» domandò la giovane tanzaniana.

Soft skills e mindset: psicologia e confronto, sensazione di inferiorirà 

 

 

«Ascolta bene le mie parole, cara ragazza. Sono parole che provengono direttamente dalla natura. 

Mindset, learning stories 

 

 

Domani, non appena tornerai a casa, prendi il più bel diario che tieni in camera da letto.

Ce l’hai un diario, vero?»

Mindset, learning stories 

 

 

«Sì, certo.» confermò la ragazza, sorridendo.

Soft skills e mindset: psicologia e confronto, sensazione di inferiorirà 

 

 

«Bene, una volta che lo avrai preso in mano, potrai fare ciò che questo safari - in questa serata di luna piena - ci vuole consigliare.

Ti basterà fare l’elenco delle persone che tendi a frequentare maggiormente. Esse potranno essere colleghi, colleghe, collaboratori, collaboratrici, amici, amiche, clienti, familiari. 

Mindset, learning stories 

 

 

Una volta che avrai fatto un elenco dettagliato delle persone che maggiormente entrano in contatto con te, ti basterà porti due domande:

Prima domanda: Chi sono le persone con le quali tendo a confrontarmi in modo maligno?

Mindset, learning stories 

 

 

Seconda domanda: Chi sono le persone con le quali tendo a confrontarmi in modo benigno?

Mindset, learning stories 

 

 

Una volta che avrai risposto a queste domande, andrai a evidenziare - con due colori diversi - le persone con le quali tendi a confrontarti con malignità, e quelle con le quali sei più propensa a confrontarti con benignità.

Mindset, learning stories 

 

 

Ci sei fino a qui, Lewa?» chiese conferma l’uomo.

Mindset, learning stories 

 

 

«Sì, ci sono. La sto ascoltando.»

Soft skills e mindset: psicologia e confronto, sensazione di inferiorirà 

 

 

«Benissimo. Una volta che avrai fatto ciò, potrai semplicemente riflettere su questa domanda: Come posso trasformare i confronti maligni in confronti benigni?»

Mindset, learning stories 

 

 

«Signore, non è che potrebbe farmi un esempio?» chiese la ragazza, non capendo a pieno la domanda dell’uomo.

Soft skills e mindset: psicologia e confronto, sensazione di inferiorirà 

 

 

«Certo Lewa. Ti faccio una domanda: qual è il nome di una persona con la quale tendi a confrontarti con malignità?»

Mindset, learning stories 

 

 

«Le direi Nia, la mia collega.»

Soft skills e mindset: psicologia e confronto, sensazione di inferiorirà 

 

 

«Ok, e dimmi: per quale motivo vivi un confronto maligno con Nia?»

Mindset, learning stories 

 

 

«Beh, perché confronto i suoi risultati con i miei.»

Soft skills e mindset: psicologia e confronto, sensazione di inferiorirà 

 

 

«D’accordo, ora ti chiedo: come potresti trasformare questo confronto maligno in confronto benigno? Come potresti rendere il confronto fra i suoi e i tuoi risultati benigno?»

Mindset, learning stories 

 

 

La giovane tanzaniana si prese un momento per pensare.

I suoi pensieri andarono a una situazione accaduta al lavoro qualche giorno prima.

 

 

 

«Signore, forse potrei vedere il confronto come un’occasione per migliorarmi. Una sorta di input per non smettere mai di crescere. 

Soft skills e mindset: psicologia e confronto, sensazione di inferiorirà

 

 

 

Potrei sfruttare la bravura di Nia per delineare la mia strada da percorrere. Insomma, potrei vedere Nia come una guida. Una guida che mi avrà aiutata a raggiungere i miei obiettivi professionali.»

Soft skills e mindset: psicologia e confronto, sensazione di inferiorirà 

 

 

«Ottimo, mi sembra un buon modo di rivalutare il tuo confronto con Nia. Non ti pare?»

Mindset, learning stories 

 

 

«Sì, effettivamente sembra anche a me.» replicò sorridendo la giovane tanzaniana.

Soft skills e mindset: psicologia e confronto, sensazione di inferiorirà 

 

 

«Bene, quello che hai appena fatto è stato riflettere su come trasformare un confronto maligno in un confronto benigno. 

Mindset, learning stories 

 

 

Fa’ attenzione però: ciò non significa che le cose si metteranno apposto da sole. Ti servirà molta costanza e molta determinazione.

Tuttavia, sarà proprio in questo modo che trasformerai i tuoi confronti maligni in confronti benigni.»

Mindset, learning stories 

 

 

L’uomo si alzò dalla panchina e fece per tornare indietro, verso la stradina sulla quale avevano da poco poggiato i loro passi.

 

 

 

«Signore, torniamo indietro?»

Soft skills e mindset: psicologia e confronto, sensazione di inferiorirà 

 

 

«Sì, è ora di tornare. Tuttavia, nonostante ora torneremo indietro, il tuo sarà un cammino diverso da quello svolto poco fa. 

Mindset, learning stories 

 

 

Ricordati ragazza,» concluse il discorso l’uomo, alzando gli occhi verso la luna, «esistono confronti maligni e confronti benigni. 

Tuttavia, uno solo è il miglior confronto in assoluto: quello con la ragazza che - in questa luminosa serata di luna piena - ha deciso di migliorare se stessa.»

Mindset, learning stories

 

 

 

 

Conclusione

Ora Lewa, grazie all’incontro con il signor Kifle, tiene con sé un esercizio pratico che potrà sperimentare all’indomani di quella particolare serata.

Le basterà stilare l’elenco delle persone che è abituata a frequentare, intercettando tutti i possibili confronti - maligni e benigni - che tende a dare vita con queste persone.

Una volta consapevole della presenza di questi confronti, le basterà semplicemente riflettere sulla domanda offerta dal signor Kifle: “Come posso trasformare i confronti maligni in confronti benigni?”

Ponendosi questa domanda, e ricordandosi l’importanza del confronto con se stessa, la giovane tanzaniana potrà tornare a vivere la vita sotto un’altra luce. 

Una luce basata sulla felicità, sulla fierezza e sulla sensazione di essere - a tutti gli effetti - una persona meritevole e all’altezza di qualsiasi situazione.

In Tanzania tornerà a brillare l’unicità di Lewa.

 

Psicologia: confrontarsi con gli altri e sensazione 

 

 

 

_  

Congratulazioni per aver concluso questa Learning Story.

Se vuoi contribuire alla nostra missione, condividi ora questa storia con le 3 persone che sai già ne avranno beneficiato.

In questo modo avrai aiutato altre persone come te ad esaltare la propria unicità.

Tutto questo per ridonare dignità all'essere umano. 

 

 

 

Scopri le nuove uscite, qui →