Comunicazione interna aziendale: il problema sta nell'incomprensione.

 

L’incomprensione in azienda è uno dei fattori che più di tutti porta le persone a sentirsi disallineate alla cultura aziendale.

Di conseguenza, le persone si sentono più propense a lasciare l'azienda.

La domanda ora è: sono le persone a non comprendere? O è l'azienda che non si fa capire? 

Se si vuole migliorare la comunicazione interna aziendale è necessario lavorare a priori su quello che è l’attuale livello di incomprensione.

In poche parole dobbiamo rispondere a questa domanda: "quanto veniamo compresi in azienda?"

E quanto veniamo compresi dai talenti che stiamo cercando di attrarre?

Ora capiremo tutto questo.

Stiamo per iniziare il 16° episodio di Moonly TRAINING.

Partiamo.

 

 

Incomprensione in azienda



 

In questo episodio risponderemo alle seguenti domande:

  1. Come rendere la comunicazione interna aziendale più efficace?
  2. Quali sono le tre fasi della comunicazione interna aziendale?
  3. Per quale motivo la comunicazione in azienda deve essere differente in base alla tipologia di persona che abbiamo di fronte?
  4. Quali sono tre strumenti pratici che possono essere implementati per migliorare la comunicazione nella fase di attrazione talenti?
  5. Come migliorare la comunicazione aziendale nella fase di onboarding?
  6. In che modo è possibile rendere la comunicazione interna aziendale più semplice, chiara ed efficace?
  7. Quali sono le 9 domande chiave che ogni azienda dovrebbe porsi per migliorare la propria comunicazione interna aziendale?




 

Luna Moonly

Moonly

 

Come sempre, massima trasparenza.

  • L'episodio che stiamo per iniziare non contiene alcuna pubblicità o link di affiliazione.
  • Abbiamo scelto lo sfondo nero per non stancare i tuoi occhi.
  • Più il luogo nel quale ti trovi è buio migliore sarà la tua esperienza di apprendimento.
  • Ci piacerà leggere il tuo feedback anonimo qui.
  • Se vuoi ottimizzare il tuo tempo puoi scaricare l'estratto dell'episodio qui.
  • La maggior parte degli episodi sono realizzati in collaborazione con il nostro pool di Psicologi, Business Coach e Data Scientist che stanno portando avanti il nostro progetto di Auto-leadership.
  • Se preferisci la modalità "video", qui sotto trovi il video dell'episodio (il testo è più ricco di dettagli).

 

 

 

 

 

 

 

Comunicazione interna aziendale: l’incomprensione.

Quando si parla di comunicazione interna aziendale non si può non prendere in considerazione l’incomprensione.

 

 

Come migliorare la comunicazione interna aziendale

 



L’incomprensione è uno dei fattori più discriminanti in qualsiasi relazione.

Anche nelle relazioni sul posto di lavoro.

Se infatti volessimo riassumere in poche parole la comunicazione interna aziendale potremmo dire che:

"la comunicazione interna aziendale è il mantenimento e il rafforzo continuo delle relazioni fra le persone."

 



 

Migliormento delle relazioni nella comunicazione interna aziendale

 



Prova a riflettere.

L’incomprensione è uno dei fattori che mina maggiormente qualsiasi tipologia di rapporto.

Rapporti d’amore finiscono a causa dell’incomprensione.

Rapporti d’amicizia finiscono a causa dell’incomprensione.

Rapporti fra clienti e fornitori finiscono a causa dell’incomprensione.

E sì, anche i rapporti lavorativi finiscono a causa dell’incomprensione.



 

L'incomprensione e rapporti spezzati in azienda



 

Quante volte vediamo persone licenziarsi e scappare dalle aziende utilizzando la classica frase: "Me ne vado perché mi sento incompreso/a".

O quante volte sentiamo persone ancora presenti in azienda che, non avendo il coraggio (o la possibilità) di lasciare il proprio lavoro, dicono a se stesse: 

“Non mi trovo bene in quest’azienda. Le persone non mi capiscono. Mi sento incompreso/a".



 

Le persone si sentono incomprese in azienda

 


D’altro lato, ci sono persone che sono felici in azienda.

Persone che dicono: 

  • Mi piace lavorare in quest’azienda perché mi sento compreso/a.
  • Le persone mi comprendono.
  • Finalmente un’azienda che mi capisce.



Le aziende fanno fatica a comprendere i propri collaboratori

 


Capisci bene che avere persone che si sentono comprese è una delle maggiori leve di fidelizzazione all'interno dell'azienda.

Una delle leve che può permettere di ridurre in modo importante il turnover.




La comunicazione interna aziendale efficace può ridurre il turnover

 


La domanda ora è: “com’è possibile che alcune persone si sentano comprese in un’azienda, e allo stesso tempo si sentano incomprese in un’altra?”

Cosa differenzia le aziende che riescono dalle aziende che non riescono?

Uno dei fattori è proprio la comunicazione interna aziendale.

Nello specifico, la comunicazione interna aziendale nelle sue tre fasi fondamentali.

Vediamole ora.




Tre fasi della comunicazione interna aziendale




 

 

Le tre fasi della comunicazione interna aziendale.

Abbiamo iniziato a capire che se vogliamo migliorare la comunicazione interna aziendale dobbiamo partire dal risolvere il primo problema della comunicazione: l’incomprensione.

Ciò significa che se vogliamo rendere più efficace la comunicazione interna aziendale dobbiamo rendere l'intera comunicazione più comprensibile.

Più comprensibile a qualsiasi persona entri in contatto con l’azienda.




Persone e azienda comunicazione interna

 


Per sviluppare un’ottima comunicazione interna aziendale dobbiamo prima di tutto fare chiarezza su quelle che sono le tre fasi principali.

Le tre fasi che ogni persona attraversa all'interno di un'azienda.

In ognuna di esse sarà fondamentale assicurarsi di avere una comunicazione di un certo tipo (vedremo tutto fra poco).

Quali sono però queste tre fasi fondamentali?

Partiamo con la prima.

 

 

 

 

Prima fase: Fase di attrazione

La fase di attrazione è quella fase nella quale un’azienda inizia ad attrarre i migliori talenti in linea con le proprie esigenze (e i propri valori).

La fase di attrazione:

  • inizia il giorno in cui la persona entra per la prima volta in contatto con l’azienda (detto anche giorno 0);
  • finisce il giorno in cui entra a tutti gli effetti in azienda (il suo primo giorno di Onboarding).



 

La prima fase della comunicazione interna aziendale

 



Nei prossimi minuti vedremo che comunicazione adottare in questa prima fase. 

 

 

 

_

Momento di riflessione: come fanno le aziende più innovative al mondo a identificare i migliori Talenti di serie A?

Al minuto 01:25 (del video che trovi qui sotto) analizziamo il loro Metodo 4A.

 

Qui troverai l'episodio completo.

 

 

 

 

 

Seconda fase: Fase di onboarding

La seconda fase è una fase molto critica e delicata nella quale si potrà fare un'enorme differenza dal punto di vista della comunicazione interna.

La fase di onboarding è quella fase nella quale si dà il benvenuto alla persona e si mettono le prime fondamenta della comunicazione interna che ci sarà da lì in poi.

 

La fase di onboarding:

  • inizia il giorno in cui la persona entra in azienda (solitamente “primo giorno di Onboarding”)
  • finisce l’ultimo giorno di Onboarding (solitamente dopo 15-60 giorni dal primo giorno. Dipende da azienda a azienda)


 

Il secondo step della comunicazione interna aziendale




 

Anche in questo caso capiremo quale sia la comunicazione più efficace in questa seconda fase.





Terza fase: Fase di Crescita

La terza fase è la fase di Crescita.

Questa fase accompagna la persona in tutto il suo percorso di crescita all'interno dell'azienda.

La fase di crescita:

  • inizia il giorno seguente all’ultimo giorno di Onboarding;
  • finisce quando la persona esce dall'azienda (si licenzia spontaneamente o viene lasciata a casa).


 

Il terzo passo della comunicazione interna aziendale

 



Anche questa terza fase ha bisogno di una comunicazione ad hoc.

Vedremo tutto fra poco.






 

Comunicazione interna aziendale: entriamo in profondità.

Ora la domanda che potresti farti è: “per quale motivo è bene avere chiara questa suddivisione in tre fasi?”



 

Le fasi complete della comunicazione aziendale interna

 



Sì, potrebbero sembrare tre fasi banali e scontate ma la realtà è che ognuna di esse ha bisogno di una comunicazione aziendale specifica.

Questo non significa che le tre fasi siano totalmente diverse.

 I valori e la cultura aziendale sono gli stessi, ed è bene creare un filo logico tra queste tre fasi. 

È però necessario capire che vi è una piccola differenza fra le varie fasi, soprattutto se non vogliamo rischiare di essere incompresi.



 

Comunicare in azienda in modo differente




Prova a riflettere un attimo.

Tu che stai leggendo queste righe hai sicuramente dei valori ai quali sei profondamente radicato/a.

La tua comunicazione è pressoché la stessa con tutte le persone.

Questo denota una certa coerenza tra ciò in cui credi e ciò che comunichi.

La domanda però è la seguente: “la comunicazione che adotti con una persona sconosciuta è leggermente diversa dalla comunicazione che adotti con una persona che conosci da qualche settimana, corretto?"



 

Esempio di una comunicazione interna aziendale differente




 

Ottimo, come pensavo.

Allo stesso tempo, la comunicazione che utilizzi con chi conosci da qualche settimane è leggermente più fredda rispetto la comunicazione che hai con un amico/a di sempre, giusto?



 

Metodo in tre step per comunicare in azienda in modo efficace




Perfetto, come immaginavo.

Questo ci deve far riflettere sulla comunicazione “leggermente diversa” che dobbiamo avere nei confronti delle persone in azienda.

Se ci pensi, lo stesso discorso vale per i vostri clienti.

I venditori/marketer della vostra azienda avranno:

  • una comunicazione X con i possibili clienti;
  • una comunicazione Y con i nuovi clienti;
  • una comunicazione Z con i clienti fidelizzati.


 

Tre tipologie di comunicazione aziendale interna

 




Naturalmente tutte e tre le comunicazioni (X,Y,Z) sono allineate:

  • ai vostri valori 
  • al vostro scopo
  • alla vostra missione
  • alla vostra visione
  • ai vostri obiettivi.

 

 

Allineamento nella comunicazione interna aziendale

 



Bene.

Detto ciò, nei prossimi minuti ci focalizzeremo su tre strumenti che potrai adottare in azienda per migliorare la vostra comunicazione interna aziendale.

Sono tre strumenti che vengono utilizzati non solo dalle più innovative aziende al mondo per migliorare la loro comunicazione, ma anche dai migliori comunicatori in assoluto.

Ciò che dobbiamo fare infatti, è prendere ciò che caratterizza i più impattanti comunicatori al mondo e traslare le loro capacità in "strumenti aziendali".



 

Strumenti pratici per migliorare la comunicazione all'interno dell'azienda

 




Posso assicurarti che questi strumenti, se applicati correttamente, sono strumenti che possono totalmente stravolgere il vostro modo di comunicare con le persone.

Negli ultimi anni ho avuto il piacere di lavorare con oltre 500 persone (per lo più manager).

Prima, quando facevo il Personal Trainer.

Poi, quando ho lavorato in Consulenza e nel Coaching.

 

Tuttora, le persone vengono da me e mi dicono:

  • Ricordo ancora tutto ciò che mi ha detto in passato.”
  • "Quando spieghi i concetti riesci rendere semplice anche il complesso."
  • "Quando parli, a differenza di tanti altri, ti capisco."


 

Mancanza di comprensione nelle persone in azienda





Questo non lo dico per impressionarti, anzi.

Non mi interessa essere visto come la persona che sa comunicare.

Voglio semplicemente riportarti i risultati della mia “ossessione nella ricerca della semplicità”.

Semplicità, anche nella comunicazione.



 

La semplicità nella comunicazione efficace all'interno dell'azienda

 



Detto ciò, se c’è un fattore che mi ha permesso di creare dei rapporti splendidi e duraturi con le persone, quello è proprio la comunicazione.

Una comunicazione che però deve essere obbligatoriamente semplice, chiara ed efficace

Una comunicazione non tanto rivolta a noi, bensì a chi ci ascolta

Quindi, da persona coerente (e da persona che applica), posso assicurarti che questi tre strumenti vi avranno aiutato a rendere la vostra comunicazione interna aziendale più semplice, chiara ed efficace.



 

Come deve essere la comunicazione tra i dipendenti?




 

 

Primo strumento: vocabolario.

Il primo strumento per migliorare la comunicazione interna aziendale è il vocabolario.

No, non intendo il vocabolario cartaceo.

Intendo i vocaboli (le parole) che utilizziamo in tutta la comunicazione che avviene in azienda.



 

Primo strumento per rendere migliore la comunicazione interna aziendale

 



Ci sono milioni di persone lì fuori che vogliono imparare a comunicare.

Poche di loro però prestano attenzione alle parole che vengono pronunciate.

Quella che potrebbe sembrare una banalità (la ricerca delle migliori parole), in realtà è il fattore che ha caratterizzato i grandi comunicatori della storia.

Essi hanno semplicemente utilizzato un vocabolario in linea con il proprio pubblico (e sarà ciò che ti consiglierò di fare anche a te, se lo vorrai).



 

Comunicazione e allineamento in azienda

 



Pensa a Martin Luther King.

Nel suo discorso alla folla il 28 agosto 1963, non disse “ho una pianificazione strategica e dettagliata delle azioni da compiere”.

Al contrario disse ho un sogno”.

Il suo pubblico comprendeva e digeriva meglio quelle parole, rispetto ad altre più complesse.

 



Frase I Have a Dream

 

 

 

Oppure pensa a tutte le canzoni famose.

La maggior parte di esse utilizzano vocaboli semplici.

Utilizzano parole in linea con il proprio pubblico.



 

Parole da utilizzare in azienda per migliorare la comunicazione interna




Perché ti dico tutto ciò?

Semplicemente perché in azienda, molto spesso, si associa la professionalità all'utilizzo di una terminologia complessa.

Si tende a voler parlare utilizzando parole difficili solamente per far capire il proprio grado di professionalità.

Utilizzare termini complessi non è sbagliato, se dall’altra parte vi sono persone che comprendono questi termini.

Ma se dall’altra parte vi sono persone che fanno fatica a comprendere questi termini è molto meglio utilizzarne di più semplici.

È una questione di rispetto.



 

Il rispetto in azienda come forma di comunicazione interna 

 


Per utilizzare al meglio questo primo strumento (il vocabolario) dobbiamo assicurarci di due cose.

  1. È bene utilizzare parole in linea con il nostro pubblico.
  2. Se siamo obbligati a utilizzare parole difficili dobbiamo essere in grado di spiegarle con termini semplici.



Come migliorare la comunicazione in azienda tramite semplicità e spiegazioni




Ti faccio subito un esempio.

Tu che stai leggendo questo episodio, molto probabilmente sai già cos’è la “fase di onboarding” in azienda.

Qualcuno però, potrebbe non conoscere esattamente cosa voglia dire la parola “onboarding”.

Per questo motivo, nei minuti precedenti ho voluto spiegare che cos’è la fase di onboarding

Ho voluto spiegare quando inizia e quando finisce.

Non avendo potuto utilizzare un termine più semplice della parola “onboarding” ho dovuto spiegare nel dettaglio che cosa intendevo con questa parola

In questo modo ho eliminato la possibilità di incomprensione.




 

Eliminare l'incomprensione in azienda




 

Certo, se questo episodio fosse rivolto ai 100 più famosi HR Director al mondo non sarebbe stato necessario spiegare il concetto.

Se invece avessi dovuto spiegarlo a un bambino di 6 anni avrei dovuto utilizzare una terminologia ancor più semplice. 

Magari utilizzando il secondo strumento, che vedremo fra poco.

 



Differenze nella comunicazione in azienda

 



Detto ciò, prima di passare al secondo strumento è bene capire come portare questo primo strumento nelle tre fasi che abbiamo visto precedentemente (attrazione, onboarding e crescita). 

Per questo motivo, l’esercizio che ti propongo di effettuare nei prossimi giorni è il seguente.

Prendi un foglio e rispondi a queste tre domande: 

  1. In che modo possiamo migliorare il vocabolario aziendale nella fase di attrazione?
  2. In che modo possiamo migliorare il vocabolario aziendale nella fase di onboarding?
  3. In che modo possiamo migliorare il vocabolario aziendale nella fase di crescita?



 

Esercizio di comunicazione interna aziendale





Per rispondere a queste domande dovrete:

  1. Analizzare l’intera comunicazione nelle tre fasi (attrazione, onboarding, crescita).
  2. Scovare i colli di bottiglia che stanno portando a un’incomprensione da parte delle persone (a causa di vocaboli troppo difficili).
  3. Eliminare i colli di bottiglia utilizzando parole più semplici che spieghino maggiormente i concetti difficili



Tre compiti nel migliorare la comunicazione in azienda






Ti faccio un esempio.

Potrebbe succedere che un’azienda sia molto brava nella fase di attrazione, e utilizzi un linguaggio semplice e chiaro.

Il problema per nasce nella fase di onboarding.

Già dal primo giorno infatti, l’azienda inizia a utilizzare una terminologia troppo tecnica

Quella che potrebbe essere una “comunicazione normale” per un manager, potrebbe non essere “altrettanto normale” per una persona appena atterrata in azienda.



 

Normalità nella comunicazione in azienda




La persona appena assunta potrebbe non essere a conoscenza di termini così tecnici.

La soluzione sarebbe quella di prendere i termini tecnici che vengono spesso utilizzati, e fare in modo che vengano spiegati con termini semplici.

Lo so che tutto ciò potrebbe sembrare assurdo, ma ti assicuro che non lo è.

Immagina che io venga dai voi in azienda e dica a un tuo collega:

“Se vuoi ridurre il burnout puoi iniziare ad assumere qualche carboidrato nella fase serale, così da aumentare leggermente la serotonina, avere un sonno migliore e di conseguenza ridurre il cortisolo

Naturalmente ricordati di assumere un po’ di proteine a cena affinché tu possa stimolare il GH nelle ore notturne.”



 

Punto di domanda sulla comunicazione aziendale





Quella che per me, potrebbe sembrare una comunicazione normale, potrebbe non esserla per il tuo collega.

Questo non significa che il tuo collega sia ignorante (anche se la parola ignorante non è negativa. Significa “ignorare”).

Significa piuttosto che il tuo collega avrà bisogno di una comunicazione leggermente più semplice.



 

Semplicità e comunicazione aziendale efficace

 



Potrebbe non conoscere cosa siano: 

  • il burnout
  • i carboidrati
  • la serotonina
  • il cortisolo
  • le proteine
  • il GH


Tutt’altro discorso se venissi in azienda e dicessi al tuo collega:

___

“Se vuoi ridurre quella strana sensazione di stress che a volte percepisci potresti mangiare alla sera qualche alimento contente carboidrati (come del riso integrale, del grano saraceno, della quinoa).

In questo modo riuscirai a dormire in modo migliore.

Questo perché alcuni ormoni si alzeranno, e altri ormoni (come ad esempio l’ormone dello stress) si ridurranno.

Naturalmente ciò non significa che a cena mangerai solamente del riso, del grano saraceno o della quinoa. 

È bene mangiare anche un po’ di proteine (come ad esempio il pesce, le uova o la carne) affinché il GH (ossia l'ormone della crescita, importante per.....) possa funzionare al meglio.

Se ti stai chiedendo come preparare del riso integrale, del grano saraceno o della quinoa, eccoti qui 3 semplici ricette.

  1. ________
  2. ________
  3. ________

.............”

___


 

Utilizzare metafore per migliorare la comunicazione nei team di lavoro





Capisci che è un altro modo di comunicare?

Questo è il motivo per il quale all’età di vent’anni (quando facevo il Personal Trainer) avevo il triplo dei clienti rispetto ai Personal Trainer che lavoravano già da oltre 20 anni.

E questo fu lo stesso motivo per il quale decine di manager, direttori, amministratori delegati e imprenditori vollero iniziare a fare consulenza e coaching con me. 

Semplicemente perché rendevo semplice il complesso (non perché ero più bravo).

 

Naturalmente, tutto ciò, non è facile.

“La cosa più difficile è rendere le cose semplici”.

 

 

Semplicità nella comunicazione aziendale tra colleghi



La comunicazione è tutto.

Ricordiamocelo.







Secondo strumento: metafore.

Il secondo strumento per rendere più efficace la comunicazione interna aziendale è l’utilizzo di metafore.

Sì, le metafore sono uno degli strumenti più potenti per rendere la comunicazione aziendale memorabile.

Le metafore hanno la capacità di spiegare in modo semplice un concetto complesso.


 

Uso delle metafore nella comunicazione aziendale interna




Chi è stato uno dei più grandi comunicatori nella storia ad utilizzare metafore?

Chi è riuscito a spiegare argomenti complessi con una semplicità disarmante?

Il suo nome è Gesù (massimo rispetto per i credenti e per i non credenti)

Gesù è stato il padre delle metafore.

Se leggerai il Nuovo Testamento ti renderai conto che esso è pieno zeppo di metafore





La semplicità come arma per rendere la comunicazione aziendale più performante

 

 

Se vogliamo portare più chiarezza in azienda dobbiamo iniziare a utilizzare delle metafore.

Questo farà in modo che la comunicazione diventi memorabile.

 

 

Comunicazione memorabile all'interno dell'azienda



 

Naturalmente per utilizzare delle metafore devi conoscere molto bene il tuo “pubblico di riferimento”.

Immagina di dover strutturare la comunicazione interna per la vostra fase di onboarding.

Nello specifico, immagina di star lavorando sulla “trasmissione dei valori aziendali”.



 

Come trasmettere i valori aziendali in azienda

 




Bene, invece di fare un semplice elenco di valori aziendali potresti utilizzare una metafora di questo tipo.

(Vedilo come un discorso leggermente “motivazionale/ispirazionale”).



 

Esempio comunicazione aziendale interna efficace

 


____

Insieme stiamo costruendo un importante grattacielo.

Il più importante grattacielo al mondo.

Per creare questo grattacielo abbiamo bisogno di mattoni solidi e compatti.

Tutti i mattoni che ogni giorno utilizziamo per creare il nostro grattacielo sono costituiti da tre elementi:

  • la semplicità
  • l’eleganza
  • l’eccellenza

Per semplicità intendiamo ……..

Per eleganza intendiamo ……..

Per eccellenza intendiamo ……..


Quindi, da oggi in poi, quando anche tu poserai il tuo mattone per la costruzione del nostro splendido grattacielo chiediti:

  • il mattone che sto posando contiene semplicità?
  • il mattone che sto posando contiene eleganza?
  • il mattone che sto posando contiene eccellenza?

____


 

Valori aziendali e comunicazione efficace

 


 

Questo è semplicemente un esempio.

Un esempio che però calzerebbe a pennello per qualche azienda edile.



Detto ciò, inizia a farti queste tre domande:

  1. Stiamo già utilizzando delle metafore nella fase di attrazione? Se sì quali?
  2. Stiamo già utilizzando delle metafore nella fase di onboarding? Se sì quali?
  3. Stiamo già utilizzando delle metafore nella fase di crescita? Se sì quali? 


 

Domanda da porsi per migliorare la comunicazione interna aziendale




Una volta fatto ciò, nei prossimi giorni prendi un foglio e rispondi a queste tre domande:

  1. In che modo possiamo introdurre delle metafore nella fase di attrazione?
  2. In che modo possiamo introdurre delle metafore nella fase di onboarding
  3. In che modo possiamo introdurre delle metafore nella fase di crescita?


 

 

Esercizio sulla comunicazione nei team di lavoro




 

Per rispondere a queste domande dovrete:

  1. Analizzare l’intera comunicazione nelle tre fasi.
  2. Scovare i colli di bottiglia che stanno portando a un'incomprensione da parte delle persone.
  3. Eliminare i colli di bottiglia utilizzando delle metafore che spieghino i concetti difficili in modo più semplice.


 

Metodo per migliorare la comunicazione nei team di lavoro

 

 

È un lavoro che si fa una volta nella vita.

O al massimo si può rivedere una volta all’anno.

Ma è un lavoro che darà risultati inimmaginabili e impagabili.






Risultati di un'ottima comunicazione in azienda


 

Ricordati che le metafore vanno a cicatrizzare per sempre determinati concetti nelle menti delle persone.

Per questo motivo le religioni hanno successo (massimo rispetto).

Utilizzale anche tu, con etica.

Veniamo ora al terzo strumento.







 

Terzo strumento: schemi.

Un terzo strumento che potete utilizzare in azienda per migliorare la vostra comunicazione interna sono gli schemi.



 

L'utilizzo degli schemi per migliorare la comunicazione




Gli schemi sono un altro strumento potentissimo per fare chiarezza su concetti complessi.

Allo stesso tempo riescono a rendere più semplice l’intera comunicazione.

Nello specifico ciò che funziona incredibilmente bene sono le Triadi.

Le triadi sono degli schemi caratterizzati da tre punti.

 



L'utilizzo delle triadi come strumento di comunicazione interna aziendale


 

Se dai un’occhiata a questo episodio è esattamente strutturato in triadi.

 

Le fasi della comunicazione aziendale sono? 

  1. Attrazione
  2. Onboarding
  3. Crescita

Gli strumenti sono?

  1. Vocabolario
  2. Metafore
  3. Schemi

Il nostro cervello apprezza molto gli schemi, e soprattutto ama in particolare le triadi.

In questo episodio avrei potuto portarti 4 strumenti.

Il rischio però sarebbe stato quello di crearti confusione.

Confusione che non ti avrebbe fatto implementarne nemmeno uno strumento in azienda.

Il numero 3 invece, è più digeribile per la nostra mente.

Di conseguenza ti sentirai più propenso/a a introdurre questi 3 strumenti in azienda.



 

Numero triadi comunicazione




Per me ormai è diventata un'abitudine strutturare la mia comunicazione in triadi.

Il 99% della mia comunicazione (anche con amici, familiari, colleghi, clienti) è strutturata in triadi.

Se noti, i più grandi comunicatori e le più impattanti aziende utilizzano una comunicazione basata su triadi.



 

Comunicazione aziendale basata sulle triadi

 




Quindi, inizia a riflettere su come potresti portare questa semplificazione in azienda.

Chiediti: "ci sono dei momenti nei quali potresti rendere più semplice la comunicazione interna aziendale introducendo delle triadi?"

Le triadi rimangono più impresse nelle menti delle persone.


 

 

Comunicazione aziendale interna che rimane impressa nelle menti delle persone




In Moonly (ti sarai sicuramente accorto/a) utilizziamo spesso le triadi per spiegare il nostro credo.

 

Quali sono gli step fondamentali che ogni azienda deve compiere per umanizzare il proprio business?

  1. Attrarre i migliori talenti.
  2. Potenziare i propri collaboratori.
  3. Motivare i propri collaboratori.


Quali sono i bisogni primari da soddisfare per rendere le persone più motivate in azienda?

  1. Indipendenza
  2. Libertà
  3. Realizzazione


Quali sono i nostri valori interni aziendali?

  1. Ambizione
  2. Passione
  3. Coerenza


Quali sono i nostri valori di esperienza cliente?

  1. Semplicità
  2. Eleganza
  3. Eccellenza

 




    La comunicazione aziendale funzionale grazie alle triadi







    Tutta Moonly, e la mia vita, è strutturata in triadi.

    E ti assicuro che dal punto di vista comunicativo stanno funzionando benissimo.

    Le persone ci capiscono.

    E di ciò siamo soddisfatti.

    Ti ricordi in che modo abbiamo iniziato questo episodio?

    Parlando proprio del problema legato all’incomprensione.


     

    Eliminare l'incomprensione nei team di lavoro





    Detto ciò, inizia a farti queste tre domande:

    1. Stiamo già utilizzando degli schemi (o triadi) nella fase di attrazione? Se sì quali?
    2. Stiamo già utilizzando degli schemi (o triadi) nella fase di onboarding? Se sì quali?
    3. Stiamo già utilizzando degli schemi (o triadi) nella fase di crescita? Se sì quali?


    Che comunicazione viene utilizzata in azienda

     



    Una volta fatto ciò, da qui ai prossimi giorni prendi un foglio e rispondi a queste tre domande:

    1. In che modo possiamo introdurre degli schemi (ancor meglio triadi) nella fase di attrazione?
    2. In che modo possiamo introdurre degli schemi (ancor meglio triadi) nella fase di onboarding?
    3. In che In che modo possiamo introdurre degli schemi (ancor meglio triadi) nella fase di crescita?


     

    Esercizio per l'efficacia comunicativa in azienda




    Per rispondere a queste domande dovrete:

    1. Analizzare l’intera comunicazione nelle tre fasi.
    2. Scovare i colli di bottiglia che stanno portando a un'incomprensione da parte delle persone.
    3. Eliminare i colli di bottiglia utilizzando degli schemi (meglio se triadi) che spieghino i concetti difficili in modo più semplice.

     

     

     

    Comportamenti e comunicazione aziendale interna



     

     

    _

    Momento di riflessione: qual è la correlazione tra Comunicazione interna aziendale e Problem solving?

    Al minuto 01:27 (del video che trovi qui sotto) vediamo un modello di problem solving da offrire ai vostri collaboratori (te lo racconto tramite un'esperienza vissuta sulla mia pelle).

     

     

    Qui troverai l'episodio completo.




     

     

    ___

    Prima di concludere l'episodio

    Prima di passare alla parte conclusiva di questo episodio ti invito a scaricare il nostro Moonly PLAYBOOK, il manuale strategico da leggere in 1 minuto

    Scaricandolo ora:

    • avrai cristallizzate tutte le strategie pratiche che abbiamo trattato in questo episodio, senza correre il pericolo di dimenticartele
    • potrai tenere sempre con te le strategie pratiche da applicare in azienda, senza dover tornare nuovamente in questo episodio per rileggerle;
    • potrai condividere le strategie appena apprese direttamente con i tuoi colleghi, senza rischiare di dimenticarti ciò che hai appena letto. 

     

    Playbook sulla comunicazione interna aziendale

     

     

     

     

     

    Conclusione

    Anche quest'episodio (come gli altri) sta per concludersi.

    In questo episodio abbiamo capito che per avere una comunicazione aziendale efficace bisogna focalizzarsi su tre fasi: 

    1. Fase di attrazione
    2. Fase di onboarding
    3. Fase di crescita

     

    Avere una comunicazione aziendale inefficace:

    1. Rischia di non farvi comprendere nella fase di attrazione (difficoltà ad assumere persone allineate).

    2. Rischia di non farvi comprendere nella fase di onboarding (difficoltà a trasmettere la cultura aziendale).

    3. Rischia di non farvi comprendere nella fase di crescita (difficoltà nel potenziare e motivare le persone). 

     

     

    Rischi di una comunicazione interna aziendale inefficace



     

    Per rendere più efficace la vostra comunicazione interna aziendale è bene quindi:

    1. Introdurre un vocabolario semplice e chiaro.
    2. Introdurre metafore in linea con le persone che si hanno di fronte.
    3. Introdurre schemi e triadi.

     

    Per fare ciò dovrete:

    1. Analizzare l’intera comunicazione.
    2. Scovare i colli di bottiglia.
    3. Eliminarli utilizzando i tre strumenti (vocabolario, metafore, schemi).


    Questo vi avrà aiutato a:

    1. Attrarre i migliori talenti allineati alla vostra azienda.
    2. Potenziare i vostri collaboratori già dalla fase di onboarding.
    3. Motivare i vostri collaboratori già dalla fase di onboarding.

     

    Benefici e vantaggi di una comunicazione interna aziendale straordinaria

     



    Ricordiamoci che la comunicazione è uno degli strumenti più rapidi per diffondere:

    1. La vostra cultura aziendale
    2. I vostri valori
    3. I vostri obiettivi


    Saperla utilizzare avrà fatto la differenza


     

    Saper utilizzare le tecniche di comunicazione all'interno dell'azienda

     

     

     

     

    Tecniche di comunicazione interna aziendale possono fare la differenza




    Congratulazioni per aver terminato il 16° episodio di Moonly TRAINING.

    Spero che le strategie che ti abbiamo offerto potranno esserti d'aiuto.

    Ti sarei davvero grato se investissi 30 secondi del tuo tempo per lasciarci un tuo feedback anonimo qui (nessuna mail richiesta).

    Inoltre, sentiti libero/a di condividere il link di questo episodio con tutte le persone che sai già potranno beneficiarne.

    Avrai contribuito alla nostra missione.

    Grazie, e a presto.

    Ciao.

    _

    "Tutto questo per esaltare l'unicità delle persone, facendovi diventare un'azienda unica."

     

    Moonly

     

     

     

    _

     Accedi a Moonly TV. Gratis.

    Le migliori strategie pratiche utilizzate dalle aziende più innovative al mondo per esaltare l'unicità delle persone attraendo, potenziando e motivando talenti unici.Moonly TV: attrarre, potenziare e motivare i propri collaboratori