Creatività e problem solving in azienda: la soluzione più semplice.

 

Come può il silenzio portare più creatività, più capacità riflessiva e ottimizzare il problem solving in azienda?

Si, potrà sembrarti strano.

A volte però, dietro l'assurdità vi sta un'opportunità.

 

Ti racconterò una storia.

Tutto partì a un campo di sopravvivenza.

Stiamo per iniziare il 9° episodio di Moonly TRAINING.

Partiamo.



1-creativita-riflessione-e-problem-solving-in-azienda-

 

 

In questo episodio risponderemo alle seguenti domande:

  1. Com’è possibile stimolare la creatività in azienda?
  2. In che modo il silenzio riuscirà a migliorare il problem solving?
  3. Per quale motivo le aziende più innovative al mondo utilizzano delle “pause di silenzio”?
  4. Come può il silenzio aiutare le persone a riflettere in modo più profondo?
  5. Come può il silenzio permettere alle persone di prendere decisioni più ponderate e in autonomia?
  6. Com’è possibile implementare le "pause di silenzio" in azienda?

 

 

 luna moonly

Moonly

 

Come sempre, massima trasparenza.

  • L'episodio che stiamo per iniziare non contiene alcuna pubblicità o link di affiliazione.
  • Abbiamo scelto lo sfondo nero per non stancare i tuoi occhi.
  • Più il luogo nel quale ti trovi è buio migliore sarà la tua esperienza di apprendimento.
  • Ci piacerà leggere il tuo feedback anonimo qui.
  • Se vuoi ottimizzare il tuo tempo puoi scaricare l'estratto dell'episodio qui.
  • La maggior parte degli episodi sono realizzati in collaborazione con il nostro pool di Psicologi, Business Coach e Data Scientist che stanno portando avanti il nostro progetto di Auto-leadership.
  • Se preferisci la modalità "video", qui sotto trovi il video dell'episodio (il testo è più ricco di dettagli).

 

 

 

 

 

 

Creatività, capacità riflessiva e problem solving.

Creatività, capacità riflessiva e problem solving: tre delle più importanti competenze che da qui ai prossimi anni faranno la differenza nelle aziende di successo.

Se esistono infatti delle competenze che difficilmente verranno sostituite dai robot quelle sono proprio la creatività, la capacità riflessiva e il problem solving.


Competenze difficilmente sostituibili in azienda

 


Nell’era iper-competitiva che stiamo vivendo avere dei collaboratori creativi, profondamente riflessivi e capaci di risolvere problemi, può portare l’azienda a crescere più velocemente e in modo sostenibile. 

Se parliamo di creatività, possiamo affermare che non è certo facile farla emergere.

Purtroppo però, si pensa ancora che la creatività sia qualcosa che “o si ha” o “non si ha.”

In parte questo è vero.

Ci sono persone più creative e persone meno creative.

La creatività però, almeno in parte, è una competenza, e come ogni competenza può essere acquisita.

Può essere sviluppata. 

 



2-come-sviluppare-creativita-in-azienda



 

Sempre più aziende innovative stanno puntando sullo sviluppo di questa competenza/attitudine.

Esse sono consapevoli del fatto che la maggior parte dei problemi vengono risolti proprio grazie alla creatività delle persone. 

In questo episodio scopriremo una strategia molto semplice e pratica che potrete implementare in azienda.

Capiremo come le aziende più innovative al mondo utilizzano il silenzio per permettere ai propri collaboratori di essere più creativi.

E di conseguenza, essere capaci di risolvere in modo più efficiente i problemi quotidiani, tramite delle riflessioni profonde.

Questo concetto potrebbe risultare strano e altisonante per tutte quelle aziende che non sono ancora abituate a mettere le persone al centro.

 


3-come-mettere-le-persone-al-centro-in-azienda




Potrebbe sembrare strano associare la creatività, la riflessione e il problem solving al silenzio.

Per alcune aziende è ancora strano parlare di creatività, riflessione e problem solving...

Preferiscono parlare di risultati economici e andamenti finanziari.

Il fatto è che i risultati economici e gli andamenti finanziari partono dalle persone che queste aziende hanno a bordo.

Partono dalla motivazione che le persone hanno nel lavorare per quell'azienda.

 

Motivazione in azienda

 

 

 

_

Momento di riflessione: quali sono le leve motivazionali più funzionali da utilizzare in azienda?

Al minuto 07:46 (del video che trovi qui sotto) analizziamo la seconda leva motivazionale.

 

Qui troverai l'episodio completo. 

 

 

 

 

 

Tutto parte da una storia.

Prima di scoprire come il silenzio può migliorare l’efficienza delle persone in azienda e quali sono i reali benefici di tutto ciò, voglio contestualizzare il concetto di silenzio.

Nonostante abbia vissuto i miei primi 19 anni in mezzo alle Dolomiti (luogo nel quale il silenzio non manca) anch’io fino a qualche anno fa non credevo nella potenza del silenzio.


4-creare-delle-pause-di-silenzio-in-azienda


Facevo difficoltà a credere che delle pause di silenzio potessero davvero portare più creatività alle persone.

Non credevo che il silenzio potesse migliorare la capacità riflessiva e il problem solving. 

Nonostante sempre più studi parlassero dei benefici del silenzio e della sua capacità di portare ispirazione, creatività e innovazione, facevo difficoltà ad associarlo al mondo del lavoro.

Tutto cambiò nel maggio del 2017.




5-maggio-2017



In quel periodo lavoravo ancora come consulente e coach a Verona, e mi trovavo in un periodo di forte cambiamento

Avevo da poco aperto il mio secondo studio e avevo una serie di progetti in testa.

Tanti progetti.

Forse troppi. 

Forse confusionari.

Allo stesso tempo dovevo risolvere alcuni problemi legati all’espansione del business. 

Non capivo come avrei potuto conciliare le diverse attività che avevo in mente.

Proprio in quel periodo, partecipai a un corso di sopravvivenza. 

7 giorni e 6 notti in un campo di sopravvivenza, in un bosco toscano. 


 

6-campo-di-sopravvivenza-e-soft-skills-acquisite

 

 

 

 

Com’era strutturato il corso di sopravvivenza?

Eravamo circa 20 persone.

Ognuno di noi dovette costruire una piccola "base" nel quale poter dormire qualche ora la notte.

Nessuna tenda.

Solamente una sorta di telo (appoggiato a dei rami) sopra le nostre teste per coprirci dall’eventuale pioggia.

E per ripararci dai cinghiali toscani che di notte gironzolavano in mezzo al bosco.

Non potevamo avere contatti con l’esterno.

I cellulari erano stati sequestrati il primo giorno.




7-situazione-campo-di-sopravvivenza-per-sviluppo-soft-skills



Uno degli aspetti più difficili da affrontare fu il cibo.

  • Colazione: 10 mandorle e una mela.
  • Pranzo: 10 mandorle, una carota e un finocchio crudo.
  • Cena: 10 mandorle, una carota e un gambo di sedano crudo.

 

Così per 7 giorni.



 

8-colazione-pranzo-e-cena-campo-di-sopravvivenza-aziendale




Durante il giorno svolgevamo delle prove fisiche, anche se la mancanza di cibo ci portava ad avere poca energia, oltre che a innervosirci.

Assumendo pochissimi carboidrati, i livelli di cortisolo (ormone dello stress) iniziarono a impennarsi.

Gli ultimi giorni furono davvero difficili.

Soprattutto dal punto di vista mentale.

Mantenere la calma era diventato un problema.



 9-come-ridurre-lo-stress-da-lavoro




Ma la vera sfida di quel campo di sopravvivenza non fu il cibo, bensì il silenzio.

Cosa intendo con ciò?

Te lo spiego subito.

Il corso di sopravvivenza era impostato affinché la “cena” avvenisse alle 16:30.

Alle 17:00 dovevamo ritirarci individualmente nella nostra “base” e rimanere in silenzio, soli e fermi fino alle 6:00 del giorno seguente. 

In sostanza dovevamo rimanere da soli e in silenzio per 13 ore.

Soli con noi stessi.

Insieme a noi, solamente un block notes e una penna



 10-i-benefici-del-silenzio-in-azienda





Niente cellulare.

Niente cibo.

E soprattutto difficoltà a dormire.



 11-no-cellulare-cibo-e-sonno-per-sviluppare-soft-skills-al-lavoro



Se solo quelle 13 ore le avessimo passate in una suite ci sarebbe bastato chiudere gli occhi e addormentarci.

Lì però era difficile, se non impossibile.

Il terreno sotto di noi era caratterizzato da rametti, aghi e pigne.

Non riuscii a dormire per più di 5 ore a notte.

Questo mi portò a rimanere solo (e sveglio) per circa 8 ore al giorno.


Quando mai ci succede di avere 8 ore al giorno nelle quali stare da soli con noi stessi, e in silenzio?

Ci sono persone che non riescono nemmeno a stare 10 minuti da soli con sé stessi.

Preferiscono prendere lo smartphone e guardarsi le stories su Instagram dei propri followers.

Insomma, passai quelle 8 ore al giorno in totale silenzio.

Pensando, riflettendo e scrivendo.

Credo di non aver mai scritto così tanto nella mia vita.

Al termine dei 7 giorni avevo quasi finito l’intero block notes.



 12-esercizio-creativita-per-soft-skills




Pensavo ai vari progetti.

Riflettevo su come migliorarli.

Rispondevo alle mie domande interiori, scrivendole sul block notes.


Già al terzo giorno mi resi conto di qualcosa di incredibile.

Iniziai a farmi delle domande che non mi ero mai fatto prima.

  • Domande molto semplici, molto banali. Ma funzionali.
  • Domande che mi aiutavano a trovare la risposta alle sfide che stavo affrontando al lavoro.
  • Domande che facevano nascere in me delle intuizioni.
  • Domande che mi aiutavano a fare focus su ciò che davvero contava. 
  • Domande che mi facevano eliminare il superfluo.

Era come se avessi lì con me un piccolo Coach che mi stava aiutando a migliorare.




 13-farsi-le-domande-giuste-al-lavoro



In quei giorni ero molto scombussolato (soprattutto per la mancanza di cibo) e non riuscivo a capacitarmi di ciò che stava accadendo. 

Nei giorni seguenti però, quando tornai alla normalità e ragionai su ciò che era successo, rimasi incredulo.

Le idee concrete che ebbi in quei 7 giorni e la capacità di fare chiarezza su ciò che caratterizzava il mio lavoro, fu qualcosa di indescrivibile


 14-come-avere-piu-chiarezza-mentale-al-lavoro-e-lucidita





Lì, per la prima volta, capii quanto il silenzio possa davvero stimolare la creatività, la riflessione profonda e migliorare il problem solving.

Per silenzio non intendo solamente rimanere muti.

Per silenzio intendo:

  • silenzio dai social network;
  • silenzio dalla tecnologia;
  • silenzio da tutto ciò che normalmente ci circonda.

 

Tre negazioni nel problem solving e nell'aumento della creatività

 

 

La cosa che mi fece rimanere ancor più incredulo furono i risultati che riuscii a ottenere, nonostante il mio modo di vivere.

Nel novembre del 2016 infatti (circa 6 mesi prima del campo di sopravvivenza), decisi di:

  • eliminare i social newtork;
  • entrare su whatsapp una sola volta al giorno per 5 minuti.

Nonostante svolgessi già queste attività, il miglioramento che ebbi in quei 7 giorni fu comunque enorme. 

Non oso immaginare i risultati che potrebbero ottenere tutte quelle persone attaccate tutto il giorno a uno smartphone. 

Da quella mia consapevolezza iniziai a consigliare ai miei clienti di prendersi qualche minuto di silenzio al giorno.

O qualche ora alla settimana.

Ancor meglio se in mezzo alla natura.

I risultati furono incredibili e immediati

 

Risultati creatività e problem solving

 

 

Da quel giorno le "pause di silenzio" sono diventate il consiglio che offro a ogni mio cliente.

Consapevole del fatto che venivano utilizzate anche dalle aziende più innovative al mondo.



 15-vantaggi-nel-portare-il-silenzio-in-azienda





Non saresti qui ad approfondire questo episodio se il 14 settembre 2019 non mi fossi preso una delle tante pause di silenzio.

In mezzo alle Dolomiti.

Lungo le rive del Lago di Carezza.

In una serata di Luna piena.


 16-la-nascita-di-moonly





 

I benefici del silenzio in azienda

Ho voluto raccontarti questa piccola storia perché credo sia corretto essere coerenti.

Allo stesso tempo volevo contestualizzare il perché il silenzio avrà migliorato l’esperienza lavorativa dei vostri collaboratori.

Questo non significa che dovrete mandare i vostri collaboratori in un campo di sopravvivenza (anche se ve lo consiglio).


 

17-come-migliorare-l-esperienza-lavorativa-in-azienda




Significa invece porsi questa domanda: “come possiamo integrare delle pause di silenzio durante l’attività lavorativa?”

Alcune aziende innovative implementano già la mindfulness, lo yoga o altre attività legati al wellbeing delle persone. 

Puoi vedere il silenzio come una di queste pratiche.

Naturalmente, non deve risultare come qualcosa di forzato.

Il mio consiglio è quello di offrire alle persone una parentesi giornaliera o settimanale nella quale prendersi del silenzio per stare con se stessi.

 

L'importanza di stare con se stessi

 

 

Tutto dipende da come avete strutturato l’azienda.

  • Se lavorate ancora “a ore” dedicherete X minuti alla settimana per il silenzio.
  • Se lavorate “a obiettivi” spiegherete semplicemente ai vostri collaboratori come, a volte, la risoluzione dei problemi non sta nel fissare uno schermo di un pc bensì nel rimane in silenzio, ancor meglio in mezzo alla natura

Vediamo quindi quali sono i 3 principali vantaggi che il silenzio avrà portato all’interno della vostra azienda.



 18-quali-sono-i-vantaggi-nel-portare-il-silenzio-in-azienda



I vantaggi sono molti.

Ti riporto i tre vantaggi che mi sono portato con me dopo l’esperienza al campo di sopravvivenza.





Primo vantaggio: creatività e ispirazione.

Siamo nell’era dell’innovazione, e se vogliamo stare al passo con la forte trasformazione in atto dobbiamo avere in azienda persone creative e ispiratrici.

Persone che portano nuove idee creative e possano ispirare gli altri grazie alle loro intuizioni.




 Portare creatività e ispirazione in azienda


La creatività e l’ispirazione sono due competenze che difficilmente verranno replicate dai robot.

Per questo motivo sempre più aziende stanno ricercando persone che abbiamo una certa vena creativa.

Non è detto però che la creatività sia totalmente innata.

Succede spesso infatti, che le persone più creative siano le stesse persone che passano semplicemente più tempo da sole, o in silenzio, o in mezzo alla natura.


 

 

20-silenzio-solitudine-e-natura-per-incrementare-le-competenze-soft





Ad esempio, le uniche idee brillanti che sono nate in me hanno preso vita in riva al lago di Garda (quando vivevo a Verona) e in mezzo alle Dolomiti (quando vivevo in Val di Fassa).


Portare creatività in azienda significa:

  • affrontare le difficoltà in modo più scaltro;
  • risolvere i problemi utilizzando nuove modalità più efficienti;
  • essere un’azienda più innovativa e staccarsi dalla concorrenza.


Pensa al periodo nel quale è arrivato COVID-19.

  • Quali sono le aziende che hanno performato meglio?
  • Quali sono le aziende che sono riuscite a reinventarsi?
  • Quali sono le aziende che sono riuscite a trasformare una difficoltà in un’opportunità?

Semplice: le aziende con a bordo persone creative e ispiratrici

 

Persone creative e ispiratrici in azienda

 

 

Per non rischiare di farsi cogliere alla sprovvista da futuri periodi di crisi, è bene iniziare fin da subito a stimolare la creatività in azienda.

Uno dei modi per farlo è proprio quello di destinare delle pause di silenzio durante la giornata/settimana.

Perché questo?

È scientificamente dimostrato come la creatività possa essere incrementata andando a stimolare l’emisfero destro del nostro cervello.



 21-emisfero-destro-del-nostro-cervello




Il nostro cervello infatti è costituito da due emisferi.

  • L’emisfero sinistro: più razionale.
  • L’emisfero destro: più emotivo.

Più riusciamo a stimolare l’emisfero destro del nostro cervello con attività “creative”, più il nostro livello di creatività aumenterà.

Alcune attività che stimolano la parte destra del nostro cervello sono ad esempio:

  • scrivere
  • leggere
  • ballare
  • disegnare
  • dipingere


 

22-rimanere-in-silenzio-al-lavoro-per-riflettere-meglio



L’elenco che hai appena letto ti fa già capire il motivo per il quale è difficile trovare persone creative. 

Quante persone si prendono del tempo giornaliero per scrivere, leggere, ballare, disegnare, dipingere o appunto rimanere in silenzio?

Tendiamo invece a fare attività che stimolano maggiormente la parte sinistra del cervello, come ad esempio:

  • fare calcoli
  • analizzare 
  • effettuare routine abitudinarie
  • svolgere azioni ripetitive
  • rispettare le leggi/regole
  • controllare che tutto funzioni
  • rimanere in mezzo al caos.

 

 

23-i-danni-del-caos



Queste azioni non sono sbagliate, anzi.

Ci devono essere assolutamente.

Devono però essere accompagnate da delle attività (giornaliere o settimanali) più creative.

In questo modo stimoleremo maggiormente la creatività.

Sappi quindi che, portando delle pause di silenzio al lavoro, non solo otterrai i risultati che vedremo nei prossimi passi, ma avrai anche portato più creatività e ispirazione in azienda. 

Non lo dico io, lo dice la scienza.

Le aziende innovative ascoltano la scienza.



 

24-cosa-fanno-le-aziende-piu-innovative-per-i-propri-collaboratori






Secondo vantaggio: capacità riflessiva.

Vivendo in un’era iper-frenetica, dobbiamo far fronte a una serie di problemi. 

Di conseguenza, dobbiamo essere in grado di riflettere costantemente su ciò che stiamo facendo. 



 

25-capacita-riflessiva-in-azienda



Ciò che spesso manca nel mondo del lavoro è infatti la capacità di fare chiarezza sulle azioni che si stanno compiendo e su quali siano le migliori azioni da compiere in futuro.

Se i nostri nonni avevano tutto il tempo per riflettere (e agire di conseguenza), al giorno d’oggi questo tempo si è accorciato incredibilmente.

Le riflessioni che venivano fatte ogni anno da parte dei nostri nonni, devono essere fatte da noi ogni settimana. 

Questo perché la concorrenza è sempre più agguerrita, e l’innovazione non aspetta nessuno.


 

26-l-innovazione-in-azienda-partendo-dallo-sviluppo-dei-propri-dipendenti




Detto ciò, un secondo grande vantaggio che i vostri collaboratori avranno tratto dall’introduzione delle pause di silenzio in azienda sarà la loro capacità di riflettere in modo profondo.

Durante il corso di sopravvivenza ho potuto appunto sperimentare cosa voglia dire riflettere non solamente in modo superficiale (come viene fatto nel 99% dei casi) bensì in modo estremamente profondo. 


 27-riflessione-e-focus-in-azienda



Il silenzio, infatti, ha la capacità di farci portare il focus solamente su ciò che conta davvero.

Il silenzio ci aiuta a prendere decisioni più accurate e ponderate. 

 

 

 

_

Momento di riflessione: come può la Leadership Collaborativa rendere più focalizzati i vostri team di lavoro?

Al minuto 01:35 (del video che trovi qui sotto) vediamo un modello utilizzato dalle più impattanti aziende al mondo.

  

Qui trovi l'episodio completo.

 

 

 

 

 

Terzo vantaggio: problem solving.

Se fino a qualche anno fa i problemi erano all’ordine del giorno, oggi possiamo dire che sono “all’ordine dell’ora.”


 28-come-migliorare-il-problem-solving-in-azienda



Forse non saranno problemi insormontabili, ma c’è bisogno di saperli risolvere in tempi brevissimi, ponendosi le giuste domande. 

È infatti dalle migliori domande che nascono le migliori risposte.



 È dalle migliori domande che nasce la creatività




Ora la domanda che ti faccio è: qual è il miglior habitat per porsi un’ottima domanda e per darsi un’ottima risposta?

Esatto, quell’habitat si chiama silenzio.

Spiegare ai propri collaboratori che ogni volta che vi è un problema la soluzione sta nel farsi le domande giuste (prendendosi qualche minuto di silenzio), può essere la chiave per una crescita aziendale più rapida.


In questo modo:

  • avrete offerto alle persone la possibilità di risolvere in autonomia i piccoli problemi;
  • avrete portato maggior indipendenza all’interno dei team di lavoro;
  • avrete liberato del tempo ai vostri Team leader (o manager).


Tutto ciò non è fantasia. 

È realtà.

Per le aziende che smettono di guardare, e iniziano a fare


 30-esercizio-coaching-cosa-e-bene-fare-e-non-fare



Investimento richiesto?

Zero.

Tranne il vostro tempo per raccontare questi concetti in azienda.






Come posso portare il silenzio in azienda?

Come ultima cosa ti invito a porti questa domanda:

"Come posso portare delle pause di silenzio in azienda?"


 Farsi le domande in azienda




Sarà infatti dalla risposta a questa domanda che avrete dato vita a un piccolo cambiamento organizzativo.

Ogni azienda è unica e diversa, quindi è bene conciliare questa attività con la vostra cultura

Consiglio?

Per rimanere coerenti, prenditi qualche minuto di silenzio (ancor meglio in mezzo alla natura) e chiediti:

Come posso portare delle pause di silenzio in azienda?

 

È già da qualche anno che le aziende più innovative al mondo integrano nelle proprie routine delle pause riflessive (e di silenzio) per i propri collaboratori.

Ci sono aziende che concedono 15 minuti giornalieri per la mindfulness

Altre che invece permettono di rimanere in silenzio all’aria aperta

O all'interno di sale rilassanti. 

Queste aziende si sono infatti rese conto che è proprio in quei momenti che fiorisce il benessere, la serenità e la creatività dei propri collaboratori.


 32-come-miglioare-il-benessere-organizzativo




___

Prima di concludere l'episodio

Prima di passare alla parte conclusiva di questo episodio ti invito a scaricare il nostro Moonly PLAYBOOK, il manuale strategico da leggere in 1 minuto

Scaricandolo ora:

  • avrai cristallizzate tutte le strategie pratiche che abbiamo trattato in questo episodio, senza correre il pericolo di dimenticartele
  • potrai tenere sempre con te le strategie pratiche da applicare in azienda, senza dover tornare nuovamente in questo episodio per rileggerle;
  • potrai condividere le strategie appena apprese direttamente con i tuoi colleghi, senza rischiare di dimenticarti ciò che hai appena letto. 

 

Creatività e problem solving in azienda

 

 

 

 

Conclusione

Anche questo episodio (come gli altri) sta per terminare.

Ho voluto raccontarti l’esperienza del mio campo di sopravvivenza per contestualizzare il concetto che:

  • il silenzio migliora la creatività e l’ispirazione;
  • il silenzio migliora la capacità riflessiva;
  • il silenzio aiuta a risolvere i piccoli e grandi problemi giornalieri.



Ideazione, riflessione e risoluzione in azienda

 

Portando delle pause di silenzio in azienda avrai permesso ai vostri collaboratori di:

  • avere più idee creative e diventare delle fonti di ispirazione per i propri colleghi;
  • essere più abili nel riflettere in modo ponderato, prendendo di conseguenza decisioni importanti;
  • essere capaci di risolvere in autonomia i problemi giornalieri, facendoli sentire di conseguenza delle persone più indipendenti, libere e realizzate.

 

 

Grazie a ciò, la vostra azienda:

  • riuscirà a innovare e a crescere, differenziandosi dalla concorrenza;
  • riuscirà a rimanere al passo con l’innovazione senza rischiare di farsi sopprimere dalla trasformazione in atto;
  • riuscirà ad attrarre i migliori talenti sul mercato dando vita a una delle più profonde attività di Employer Branding in assoluto.




Congratulazioni per aver terminato il 9° episodio di Moonly TRAINING.

Spero che le strategie che ti abbiamo offerto potranno esserti d'aiuto.

Ti sarei davvero grato se investissi 30 secondi del tuo tempo per lasciarci un tuo feedback anonimo qui (nessuna mail richiesta).

Inoltre, sentiti libero/a di condividere il link di questo episodio con tutte le persone che sai già potranno beneficiarne.

Avrai contribuito alla nostra missione.

Grazie, e a presto.

Ciao.

_

"Tutto questo per esaltare l'unicità delle persone, facendovi diventare un'azienda unica."

 

Moonly

 

 

 

_

 Accedi a Moonly TV. Gratis.

Le migliori strategie pratiche utilizzate dalle aziende più innovative al mondo per esaltare l'unicità delle persone attraendo, potenziando e motivando talenti unici.Moonly TV: attrarre, potenziare e motivare i propri collaboratori