Le 10 domande per comprendere l'identità dei propri collaboratori.

 

Aiutare i propri collaboratori a scoprire la propria identità.

Aiutare i propri collaboratori a conoscersi in profondità.

Aiutare i propri collaboratori a esaltare la propria unicità.

 

Quelli che potrebbero sembrare 3 mantra, sono in realtà i 3 risultati che avrete ottenuto in azienda una volta che applicherete le 10 domande dell’identità.

Ciò che vedremo in questo episodio è l’impatto che l’identità sta avendo nella vostra cultura aziendale, e nella vita di ogni vostro collaboratore.

Partiremo col capire quanto l’identità sia strettamente collegata con le Human skills (soft skills).

Finiremo col scoprire le 10 domande da porre ai vostri collaboratori per comprendere la loro identità

 

Sì, stai per permettere ai vostri collaboratori di conoscersi in profondità.

Sì, stai per aiutare i vostri collaboratori a esaltare la propria unicità.

Sì, stai per iniziare il 34° episodio di Moonly TRAINING, in piena libertà.

Partiamo.

 

Identità e unicità al lavoro

 

 

 

In questo 34° episodio risponderemo alle seguenti domande.

  1. In che modo l’identità dei propri collaboratori può influire sulle loro prestazioni?
  2. Come può l’identità trasformare (positivamente o negativamente) il clima aziendale?
  3. Che correlazione c’è tra identità e Human skills (soft skills)?
  4. Quali sono 12 Human skills strettamente connesse con l'identità delle persone? 
  5. Com’è possibile comprendere l’identità dei propri collaboratori?
  6. Quali sono 10 domande da porre ai propri collaboratori per analizzare la loro identità?
  7. In che modo la conoscenza dell’identità può dare vita a nuove strategie aziendali?
  8. Fra le tante domande da porre ai propri collaboratori, qual è la singola domanda che avrà fatto la differenza nella scoperta della propria identità?

 

 

 

luna moonly

Moonly

 

Come sempre, massima trasparenza.

  • L'episodio che stiamo per iniziare non contiene alcuna pubblicità o link di affiliazione.
  • Abbiamo scelto lo sfondo nero per non stancare i tuoi occhi.
  • Più il luogo nel quale ti trovi è buio migliore sarà la tua esperienza di apprendimento.
  • Ci piacerà leggere il tuo feedback anonimo qui.
  • Se vuoi ottimizzare il tuo tempo puoi scaricare l'estratto dell'episodio qui.
  • La maggior parte degli episodi sono realizzati in collaborazione con il nostro pool di Psicologi, Business Coach e Data Scientist che stanno portando avanti il nostro progetto di Auto-leadership

 

 

 

 

 

Identità e Human skills.

Se c’è una risorsa che molte aziende pagherebbero pur di vederla incrementare nei propri collaboratori quella è la motivazione.

La motivazione permette di rendere il clima di lavoro più coinvolgente, aiuta ad aumentare la produttività e fa aumentare la possibilità di raggiungere gli obiettivi prefissati.

 

Identità e motivazione in azienda

 

 

A volte però la motivazione delle persone è strettamente collegata a un aspetto.

Un aspetto che poche volte viene considerato, ma che è alla base della motivazione delle persone.

Questo aspetto si chiama identità.

Ogni persona è unica, e insieme alla propria unicità porta con sé la propria identità.

 

Unicità e identità al lavoro

 

 

Ora la domanda che potresti farti è: “per quale motivo dovrei comprendere l'identità dei nostri collaboratori?”

La risposta è molto semplice.

Sia che tu voglia far lavorare i vostri collaboratori con maggior serenità, sia che tu voglia ottenere da loro il massimo della performance, sappi che l’identità è uno dei fattori più impattanti in assoluto. 

 

 

Impatto e identità

 

 

  • La motivazione dei vostri collaboratori è influenzata dalla loro identità;
  • La produttività dei vostri collaboratori è influenzata dalla loro identità;
  • L’intelligenza emotiva dei vostri collaboratori è influenzate dalla loro identità;
  • La resilienza dei vostri collaboratori è influenzata dalla loro identità;
  • La loro capacità di problem solving è influenzata dalla loro identità;
  • La loro capacità di fare cooperazione è influenzata dalla loro identità;
  • La loro capacità negoziale è influenzata dalla loro identità;
  • La loro gestione dei conflitti è influenzata dalla loro identità;
  • Il loro pensiero creativo è influenzato dalla loro identità;
  • Il loro modo di comunicare è influenzato dalla loro identità;
  • La loro capacità di ricevere e offrire un feedback è influenzata dalla loro identità;
  • La loro intraprendenza è influenzata dalla loro identità.

 

Insomma, la maggior parte delle Human skills sono influenzate dalla loro identità.

 

 

Humans skills - soft skills

 

 

Se dovessimo descrivere che cos’è l’identità potremmo dire che essa è semplicemente la risposta alla domanda “Chi credo di essere?

 

Identità: domanda chi credo di essere

 

 

Prova a farti queste domande. 

“Secondo me, chi credono di essere nel profondo i nostri collaboratori?

Credono di essere delle persone capaci, speciali, meritevoli, felici, appassionate, energiche, motivate?

Oppure tendono a sentirsi delle persone incapaci, immeritevoli, inadatte, svogliate, tristi, depresse?"

 

Non le stiamo giudicando, naturalmente. 

Stiamo semplicemente riflettendo su chi credono di essere i vostri collaboratori.

 

Identità dei propri collaboratori

 

 

 

Capisci bene che in base a chi credono di essere tutto potrà cambiare nella loro vita (professionale e privata).

Per questo motivo è fondamentale responsabilizzarci e aiutare le persone a comprendere la propria identità.

 

Responsabilità e identità

 

 

Ricordiamoci che l’identità è un regalo (apprezzato o meno) che la società ci fa ogni giorno.

La nostra identità è il frutto del riconoscimento delle altre persone.

Questo ci fa comprendere quanto le persone all’interno della vostra azienda possano influenzare (positivamente o negativamente) l’identità dei propri colleghi.

 

Cos'è l'identità? L'identità è il frutto del riconoscimento

 

 

Detto ciò, capiamo quali sono le 10 domande da porre ai vostri collaboratori per farli riflettere sulla propria identità

 

 

 

 

 

_

Momento di riflessione: in che modo alcuni manager tendono a influenzare l'identità dei propri colleghi?

Al minuto 03:50 (del video che trovi qui sotto) lo scopriamo.

 

 

Qui troverai l'episodio completo.

 

 

 

 

 

 

 

Le 10 domande dell'identità.

Arrivati a questo punto vediamo quali sono dieci domande che potrete porre ai vostri collaboratori per comprendere (e soprattutto far comprendere loro) la loro identità.

Prima di vederle, facciamo 5 precisazioni importanti.

 

Precisazioni identità

 

 

  • Le domande per riflettere sulla propria identità sono molte e di vario genere. Qui ti riporterò le 10 domande che includono varie sfaccettature dell'identità.

 

  • È più funzionale che queste domande vengano poste a voce (e non tramite survey).

 

  • Le domande possono essere poste da parte del Team Leader ai propri 4-8 colleghi di Team (individualmente).

 

  • Le risposte non saranno dei semplici “sì” o “no” bensì delle riflessioni più profonde.

 

  • Le 10 domande hanno un livello di profondità variabile: partiremo da delle domande più soft per poi passare a delle domande più profonde (in particolar modo le ultime 4).

 

 

Identità 10 domande 

 

 

 

Analizziamo quindi le 10 domande, una a una.

 

 

 

 

Domanda n°1: Credi di essere una persona soddisfatta?

Questa prima domanda ha l’obiettivo di far riflettere la persona su quanto si senta soddisfatta in questo momento della sua vita.

 

Soddisfazione lavorativa e identità

 

 

 

La soddisfazione personale può derivare da tre sfere principali.

  • Dalla sfera lavorativa: quanto la persona si sente soddisfatta al lavoro.
  • Dalla sfera familiare: quanto la persona si sente soddisfatta nel rapporto con i propri familiari (genitori, partner, figli).
  • Dalla sfera salutistica: quanto la persona si sente soddisfatta del proprio stato di salute.

 

Aree della vita

 

 

Il livello di soddisfazione dei vostri collaboratori è strettamente collegato al loro modo di affrontare il lavoro.

 

Affronto del lavoro

 

 

Prova a riflettere insieme a me.

Come sarà il clima all’interno di un team caratterizzato da persone insoddisfatte?

D’altro lato, che clima ci sarà all’interno di un team caratterizzato da persone soddisfatte?

 

Clima aziendale

 

 

Detto ciò, la prima domanda per permettere alla persona di riflettere sulla propria identità sarà la seguente: “credi di essere una persona soddisfatta?”

 

 

 

 

Domanda n°2: Credi di amare la vita?

Questa seconda domanda ha il singolo obiettivo di far riflettere la persona sull'approccio che essa ha nell'affrontare la vita e il lavoro.

 

Identità e amore 

 

 

Lo stato d’animo che i vostri collaboratori diffondono nel proprio team di lavoro è strettamente correlato con l’amore per ciò che fanno.

 

Ti faccio ora tre domande:

  • Secondo te, la risposta a questa seconda domanda quanto potrà influire sullo stato d’animo che si vive all’interno di un team di lavoro?
  • Secondo te, le persone che credono di amare la vita che stato d’animo  vivranno nell’affrontare i problemi lavorativi?
  • Secondo te, le persone che credono di amare la vita quanto riusciranno a influenzare positivamente i propri colleghi?

 

Riflettici per qualche istante.

 

 

Momento di riflessione

 

 

Detto ciò, la seconda domanda per permettere alla persona di riflettere sulla propria identità sarà la seguente: “credi di amare la vita?”

 

 

 

 

Domanda n°3: Credi di essere in salute?

Questa terza domanda ha l’obiettivo di far riflettere la persona sulla percezione che essa ha della propria salute.

 

Salute e identità benessere

 

 

Inconsciamente, ognuno di noi sa benissimo quanto la salute sia fondamentale.

La maggior parte delle persone associa (consciamente o inconsciamente) il proprio stato di salute alla propria identità.

Se ci sentiamo in forma l’identità sarà di un certo tipo.

Se crediamo di essere in sovrappeso, di essere dipendenti dal fumo o semplicemente crediamo di non piacerci l’identità sarà di un altro tipo.

 

Stato di salute e identità

 

 

Ti dico questo con assoluta certezza perché avendo fatto in passato il Personal Trainer nel secondo Centro Wellness più grande di tutta Verona (e avendo lavorato con oltre 500 manager) so bene quanto la loro identità sia cambiata durante la fase di miglioramento fisico.

 

Cambio identità al lavoro

 

 

Abbiamo detto che l’identità risponde alla domanda “chi credo di essere?”, corretto?

Bene, per questo motivo ti invito ad andare al minuto 0:28 del video che trovi qui sotto per ascoltare le parole di Paolo.

Noterai che Paolo, involontariamente, parla proprio di identità.

Non è mio solito far vedere video-testimonianze di miei ex clienti, ma in questo caso credo che possa esserti utile per comprendere la potenza della salute legata all’identità.

 

Vai direttamente al minuto 0:28 e ascolta le parole: "Io sono ______"

ps. Paolo nel momento in cui ha girato il video era Direttore operativo di un'azienda di logistica. L'anno successivo alla realizzazione del video è diventato Amministratore delegato della stessa azienda.

 

 

 

 

 

Ti assicuro che come Paolo ho visto centinaia di persone cambiare totalmente la propria identità grazie a una percezione diversa della propria salute.

 

 

Percezione 

 

 

Ricordiamoci inoltre che la percezione del proprio stato di salute è soggettiva.

Una persona che oggi si trova in sovrappeso di 80 kg, potrebbe trovarsi fra 5 mesi ad avere un’identità totalmente rafforzata quando sarà in sovrappeso di “solamente” 50 kg.

Ricordo che Paolo, nel giro di 9 mesi perse circa 27 kg.

Ti assicuro però che già dopo 3 mesi (quando perse i suoi  primi 10 kg) la sua identità cambiò totalmente.

Tutto ciò nonostante fosse ancora 12-15 kg in sovrappeso.

 

 

Identità cambiata

 

 

Tutto questo, oltre a farti riflettere sull’identità dei vostri collaboratori, dovrebbe anche farti riflettere sull’importanza di trasmettere loro l’impatto che il benessere può avere nella loro vita (ben-essere = essere bene).

 

Benessere e identità

 

 

Detto ciò, la terza domanda per permettere alla persona di riflettere sulla propria identità sarà la seguente: “credi di essere in salute?”

 

 

 

_

Momento di riflessione: in che modo l'identità è collegata all'intellingenza emotiva dei vostri collaboratori?

Al minuto 02:18 (del video che trovi qui sotto) vediamo un esercizio di intelligenza emotiva che potrai offrire ai vostri collaboratori. 

 

Qui troverai l'episodio completo.

 

 

 

 

 

 

Domanda n°4: Credi di essere felice?

Questa quarta domanda ha l’obiettivo di far riflettere la persona sulla percezione che essa ha riguardo la propria "idea di felicità" (oltre a capire se si sente felice o meno).

 

Felicità al lavoro 

 

 

Inutile dirti quanto la felicità sia fondamentale al lavoro.

Ricordiamoci inoltre che la felicità è strettamente collegata alla sensazione di realizzazione (auto-realizzazione) che i vostri collaboratori percepiranno al lavoro.

Aristotele infatti ci ricorda che la parola felicità (dal greco “eudaimonia”) significa la buona realizzazione del tuo demone."

 

Felicità sul posto di lavoro

 

 

Dal momento in cui riuscirete a far sentire i vostri collaboratori realizzati, e far percepire loro che questa realizzazione è in linea con il proprio scopo di vita (e non solo lo scopo aziendale) avrete ottenuto da loro il massimo del potenziale.

 

Potenziale in azienda

 

 

Detto ciò, la quarta domanda per permettere alla persona di riflettere sulla propria identità sarà la seguente: “credi di essere felice?”

 

 

 

 

Domanda n°5: Credi che il tuo livello di energia sia in linea con chi sei?

Questa quinta domanda ha l’obiettivo di far riflettere la persona sulla propria energia.

 

Energia e identità

 

 

Avere persone energiche al lavoro significa portare quella freschezza che avrà permesso all’intero team di lavoro di affrontare le difficoltà con uno stato d’animo di sfida, e non di sottomissione.

 

Sfida e sottomissione

 

 

Le risposte che i vostri collaboratori daranno a questa domanda vi faranno rendere conto quali siano le eventuali azioni da compiere per incrementare l’energia delle persone.

Una volta che i vostri collaboratori percepiranno che il proprio livello di energia è in linea con la persona che sanno di essere, avranno trovato la vera motivazione.

 

Motivazione significato

 

 

Detto ciò, la quinta domanda per permettere alla persona di riflettere sulla propria identità sarà la seguente: “credi che il tuo livello di energia sia in linea con chi sei?”

 

 

 

_

Momento di riflessione: come possono l'energia e la produttività rafforzare l'identità dei vostri collaboratori?

Al minuto 05:06 (del video che trovi qui sotto) vediamo la Tecnica del Triangolo che potrete offrire ai vostri collaboratori.

 

Qui troverai l'episodio completo. 

 

 

 

 

 

 

Domanda n°6: Che attività credi ti appassionino?

Questa sesta domanda ha l’obiettivo di far riflettere la persona sulle attività che davvero l'appassionano.

 

Identità e passioni

 

 

Questa potrebbe sembrare una domanda banale ma ti assicuro che non lo è affatto.

Siamo così iper-indaffarati che non ci fermiamo mai a chiederci: “cosa mi appassiona davvero?”

Questa domanda, oltre a farci riflettere, ci fa comprendere anche parte della nostra identità.

 

Le passioni collegate all'identità 

 

 

Per essere coerente con ciò che ti sto dicendo ti riporto un esempio su di me.

 

Esempio identità

 

 

Qualche anno fa, per la prima volta nella mia vita, provai l’ebrezza di sperimentare il Karting in una pista di Gokart professionistica.

Era la prima volta che guidavo un Gokart.

Ti assicuro che l’ebrezza e l’emozione che ho vissuto in quei minuti di gara non li provavo da anni (o forse non li avevo mai provati).

Quella attività - che non è diventata un’attività abitudinaria ma che so bene potrebbe diventare una delle mie più grandi passioni - mi ha fatto comprendere molto della mia identità

 

Comprensione identità

 

 

Io sono una persona che ama il rischio, che ama il “leggero pericolo”, che ama competere.

Quella attività mi ha fatto capire ancor di più il lato “spericolato” che vive in me.

 

Esempio pratico identita

 

 

Comprendere le passioni dei vostri collaboratori (e far comprendere loro quali sono le loro reali passioni) ti farà capire come andare incontro alle loro esigenze

 

Andare incontro alle esigenze dei propri collaboratori

 

 

Detto ciò, la sesta domanda per permettere alla persona di riflettere sulla propria identità sarà la seguente: “credi che il tuo livello di energia sia in linea con chi sei?”

 

 

 

 

Domanda n°7: Che persona credi di poter diventare?

Questa settima domanda ha l’obiettivo di far riflettere la persona sul proprio livello di ambizione

 

Ambizione al lavoro

 

 

Se un vostro Web Developer pensa di poter diventare un mediocre sviluppatore come sarà la sua identità?

Se un altro vostro Web Developer crede di poter diventare il miglior sviluppatore al mondo come sarà la sua identità? (ciò non significa che non sia umile).

 

Grafico identità

 

 

Le risposte a questa domanda vi faranno capire l’asticella che i vostri collaboratori si stanno mettendo autonomamente nella propria vita.

 

Asticella identità

 

 

Detto ciò, la settima domanda per permettere alla persona di riflettere sulla propria identità sarà la seguente: “che persona credi di poter diventare?”

 

 

 

 

Domanda n°8: Quali azioni credi di non voler mai svolgere nella tua vita?

Quest’ottava domanda ha l’obiettivo di far riflettere la persona su tutte quelle azioni che non vorrà compiere in futuro.

 

 

Ottava domanda identità

 

 

Una volta che la persona avrà riflettuto su ciò che non vorrà fare, potrà comprendere di conseguenza chi non vorrà mai essere.

Conoscere chi non vorrà mai diventare il tuo collaboratore è un’informazione per voi essenziale.

Un'informazione che vi farà attuare una serie di strategie che si posizioneranno al lato opposto rispetto a ciò che il vostro collaboratore non vorrebbe mai diventare

 

Collaboratori e esigenze

 

 

 

Detto ciò, l’ottava domanda per permettere alla persona di riflettere sulla propria identità sarà la seguente: “quali azioni credi di non voler mai svolgere nella tua vita?”

 

 

 

_

Momento di riflessione: in che modo le convinzioni dei vostri collaboratori rischiano di minare la loro identità?

Al minuto 02:40 (del video che trovi qui sotto) vediamo la prima delle 3 convinzioni che potrebbero avere alcuni vostri collaboratori. 

 

Qui troverai l'episodio completo.

 

 

 

 

 

 

Domanda n°9:  Quali sono i valori nei quali credi maggiormente?

Questa nona domanda ha l’obiettivo di far riflettere la persona su quali sono i valori in cui crede.

 

Valori e identità

 

 

L’identità di tutti noi si basa profondamente sui nostri valori.

Una volta compresi i nostri valori è molto semplice intuire la nostra identità.

Spesso infatti utilizziamo proprio i nostri valori per descrivere chi siamo.

 

 

Valori in azienda e identità

 

 

Ti faccio un esempio su di me (te lo dico non per raccontarti la mia vita, bensì per essere coerente con ciò che sto scrivendo).

Io credo molto:

  • nella coerenza
  • nell’impatto
  • nell’eccellenza

 

 

Credenza

 

 

Questo mi porta a definirmi una persona:

  • coerente
  • impattante
  • eccellente

 

 

Identità io sono

 

 

Di conseguenza, tutto ciò che faccio mi impegno a farlo:

  • con coerenza
  • creando impatto
  • in modo eccellente

 

 

Comportamento identità

 

 

Inutile dirti quanto sia fondamentale che i valori personali dei vostri collaboratori si sposino con i valori della vostra azienda.

 

Valori personale e valori aziendali

 

 

 

Per questo motivo, nella fase di attrazione talenti è fondamentale ribadire fin da subito i propri valori aziendali.

Questo farà in modo di attrarre solamente le persone allineate alla vostra cultura aziendale.

 

Allineamento valori aziendali

 

 

Detto ciò, la nona domanda per permettere alla persona di riflettere sulla propria identità sarà la seguente: quali sono i valori nei quali credi maggiormente?

 

 

 

Domanda n°10: In cosa credi fermamente?

Quest’ultima domanda (la più potente in assoluto) ha il singolo obiettivo di far riflettere la persona su ciò in cui crede in profondità.

 

Credenze e identità

 

 

Qui è fondamentale che il Team Leader (colui che fa la domanda) stia in totale silenzio e ascolti attivamente.

 

L'importanza dell'ascolto attivo in azienda

 

 

La persona dovrà riflettere su ciò in cui crede in profondità.

La risposta a questa domanda sarà la più impattante in assoluto.

Qui si vanno a toccare le corde emotive delle persone.

 

Corde emotive

 

 

Per rimanere coerente ti riporto il mio esempio.

 

Io credo profondamente che ogni persona sia unica e che ognuno di noi abbia il diritto di far emergere la propria unicità.

 

 

 

Unicità e diversity

 

 

Credo inoltre (in base al mio passato) che la dignità sia qualcosa di imprescindibile e che ogni persona debba avere il diritto di sentirsi degna di ciò che fa. 

 

 

Dignità

 

 

Questi due aspetti - unicità e dignità - hanno involontariamente dato vita al credo di Moonly.

Quando le persone che lavorano con me mi chiedono come faccia a lavorare 90-100 ore alla settimana io dico semplicemente questa frase.

"Per me Moonly non è lavoro.

"Per me Moonly è l'espressione vivente di ciò in cui credo."

  

 

Credo personale

 

 

 

Detto ciò, la decima domanda per permettere alla persona di riflettere sulla propria identità sarà la seguente: “in cosa credi fermamente?”



 

 

_

Momento di riflessione: quali sono i 6 blocchi che rischiano di calpestare l'identità dei vostri collaboratori (e il loro potenziale)?

Al minuto 06:19 (del video che trovi qui sotto) vediamo il 2° blocco

 

Qui troverai l'episodio completo.

 

 

 

 

 

 

___

Prima di concludere l'episodio

Prima di passare alla parte conclusiva di questo episodio ti invito a scaricare il nostro Moonly PLAYBOOK, il manuale strategico da leggere in 1 minuto

Scaricandolo ora:

  • avrai cristallizzate tutte le strategie pratiche che abbiamo trattato in questo episodio, senza correre il pericolo di dimenticartele
  • potrai tenere sempre con te le strategie pratiche da applicare in azienda, senza dover tornare nuovamente in questo episodio per rileggerle;
  • potrai condividere le strategie appena apprese direttamente con i tuoi colleghi, senza rischiare di dimenticarti ciò che hai appena letto. 

 

 

Identità al lavoro - Playbook

 

 

 

 

 

Conclusione

Anche questo episodio (come gli altri) sta per concludersi.

In questo episodio abbiamo capito che:

  • l’identità influenza la motivazione;
  • l’identità influenza la produttività;
  • l’identità influenza l’intelligenza emotiva;
  • l’identità influenza la resilienza;
  • l’identità influenza il problem solving;
  • l’identità influenza la cooperazione;
  • l’identità influenza le negoziazioni;
  • l’identità influenza la gestione dei conflitti;
  • l’identità influenza la creatività;
  • l’identità influenza la comunicazione;
  • l’identità influenza la ricezione e l’offerta di feedback;
  • l’identità influenza l’intraprendenza.

 

 

Human skills: quali sono le soft skills più importanti?

 

 

 

Per aiutare i vostri collaboratori a riflettere sulla propria identità (e per analizzare voi stessi l’identità dei vostri collaboratori) potete porre loro dieci domande.

Le domande sono le seguenti:

  1. Credi di essere una persona soddisfatta?
  2. Credi di amare la tua vita?
  3. Credi di essere in salute?
  4. Credi di essere felice?
  5. Credi che il tuo livello di energia sia in linea con chi sei?
  6. Che attività credi ti appassionino?
  7. Che persona credi di poter diventare?
  8. Quali azioni credi di non voler mai svolgere nella tua vita?
  9. Quali sono i valori nei quali credi maggiormente?
  10. In cosa credi fermamente?

 

 

Domande scoperta identità

 

 

 

Questo avrà permesso ai vostri collaboratori di:

  • diventare consapevoli della propria identità;
  • conoscersi più in profondità;
  • esaltare finalmente la propria unicità.

 


Unicità delle persone in azienda

 

 

Congratulazioni per aver terminato il 34° episodio di Moonly TRAINING.

Spero che le strategie che ti abbiamo offerto potranno esserti d'aiuto.

Ti sarei davvero grato se investissi 30 secondi del tuo tempo per lasciarci un tuo feedback anonimo qui (nessuna mail richiesta).

Inoltre, sentiti libero/a di condividere il link di questo episodio con tutte le persone che sai già potranno beneficiarne.

Avrai contribuito alla nostra missione.

Grazie, e a presto.

Ciao.

_

"Tutto questo per esaltare l'unicità delle persone, facendovi diventare un'azienda unica."

 

Moonly

 

 

 

_

 Accedi a Moonly TV. Gratis.

Le migliori strategie pratiche utilizzate dalle aziende più innovative al mondo per esaltare l'unicità delle persone attraendo, potenziando e motivando talenti unici.Moonly TV: attrarre, potenziare e motivare i propri collaboratori