Leadership Circolare: come coltivare una leadership più emotiva.

 

L’indipendenza dei propri collaboratori porta alla loro autogestione.

La loro autogestione porta all’eliminazione del controllo.

L’eliminazione del controllo porta alla trasformazione dei manager in Leader.

 

Nonostante questo flusso possa sembrare semplicistico, la realtà è che è l’unico modo per dare vita a un cambiamento significativo in azienda.

In questo episodio capiremo come la motivazione intrinseca stia prendendo il largo sulla motivazione estrinseca.

Capiremo poi come la Leadership stia diventando sempre piùemotiva” e meno “razione”.

Infine analizzeremo un modello di Leadership Circolare che vuole mettere le emozioni al centro, rendendo le persone più indipendenti e più capaci di autogestirsi.

Insomma, una Leadership che possa abbracciare l’intera organizzazione e che possa coltivare il Leader che vi è in ogni persona.

Diamo quindi inizio al 41° episodio di Moonly TRAINING.

Partiamo.

 

Leadership circolare in azienda. Che cos'è la leadership circolare?

 

 

In questo 41° episodio risponderemo alle seguenti domande.

  1. Come può la Leadership Circolare coltivare l’indipendenza delle persone?
  2. Che correlazione c’è tra la Leadership Circolare e l’autogestione?
  3. Qual è un modello di Leadership Circolare da poter applicare in azienda?
  4. Qual è la correlazione tra indipendenza e motivazione?
  5. Che differenza c’è tra motivazione estrinseca e motivazione intrinseca?
  6. In che modo è possibile eliminare la cultura del controllo in azienda?
  7. In che modo la Leadership Circolare può trasformare i manager in leader?
  8. Quali sono i 4 obiettivi che il modello di Leadership Circolare si promette di raggiungere?

 

 

luna moonly

Moonly

 

Come sempre, massima trasparenza.

  • L'episodio che stiamo per iniziare non contiene alcuna pubblicità o link di affiliazione.
  • Abbiamo scelto lo sfondo nero per non stancare i tuoi occhi.
  • Più il luogo nel quale ti trovi è buio migliore sarà la tua esperienza di apprendimento.
  • Ci piacerà leggere il tuo feedback anonimo qui.
  • Se vuoi ottimizzare il tuo tempo puoi scaricare l'estratto dell'episodio qui.
  • La maggior parte degli episodi sono realizzati in collaborazione con il nostro pool di Psicologi, Business Coach e Data Scientist che stanno portando avanti il nostro progetto di Auto-leadership

 

 

 

 

Motivazione estrinseca e motivazione intrinseca.

Il lavoro sta diventando psicologicamente sempre più impegnativo.

Le persone all’interno dell’azienda non vogliono più essere viste come delle pedine, bensì vogliono poter esprimere il proprio giudizio.

 

Leadership e giudizio 

 

 

La motivazione estrinseca sta avendo sempre meno potere, e sta lasciando il posto a una motivazione più intrinseca.

Le persone vogliono poter autogestire le proprie attività, i propri obiettivi e vogliono dare un significato profondo a ciò che fanno.

Se fino a qualche anno fa le persone si accontentavano di un aumento di stipendio ora non funziona più così.

Le persone stanno capendo che c'è dell’altro dietro a ciò che svolgono al lavoro ogni giorno.

 

Frase leadership circolare

 

 

Le persone stanno diventando dei veri e propri partner strategici per i Top manager, che a loro volta devono permettere alle persone di diventare più indipendenti nella loro gestione.

 

Leadership circolare e partner stretegici

 

 

Fino a qualche anno fa i manager si aspettavano che i propri colleghi svolgessero il loro compito, e in base ai risultati ottenuti potessero concedere loro dei vantaggi, dei benefit, dei bonus o dei premi.

La motivazione delle persone era quindi prettamente estrinseca.

Questo ha portato all’era del controllo, nella quale il ruolo principale del manager era quello di controllare.

 

Controllo dei manager

 

 

Oggi, che la motivazione sta diventando meno estrinseca e più intrinseca il ruolo del manager cambia forma.

Il manager non è più un controllore, bensì un allenatore.

Il manager non è più manager, è Leader.

 

Manager e leader 

 

 

Ciò non significa che la motivazione estrinseca sparirà.

Se ci riflettiamo, la motivazione estrinseca ha il suo perché.

Questa però deve essere preceduta da una forte motivazione intrinseca.

 

Leadership circolare e motivazione intrinseca 

 

 

L’essere umano ha da sempre amato ricevere doni, regali, vantaggi speciali.

Questa motivazione però non è mai stata la vera molla che ha spinto le persone ad agire.

Pensa ai grandi eroi e alle grandi eroine della storia.

Sicuramente erano motivati dal ritorno economico delle proprie azioni, ma non era quella la vera leva motivazionale che li faceva alzare dal letto ogni giorno.

Queste persone erano più motivate dall’impatto che avrebbero potuto avere grazie alle proprie azioni.

 

Impatto leadership circolare

 

 

Oppure pensa agli sportivi.

Non sarà lo stipendio a fine mese o il premio che otterranno una volta che avranno vinto la medaglia olimpica a fargli svolgere 4-5 ore di allenamento al giorno.

Sarà invece il fatto di sentirsi delle persone che hanno contribuito alla gioia del proprio paese a motivarli.

Sarà il fatto di essere tra i pochi a salire sul podio dell’Olimpo a far nascere in loro la motivazione.

 

Contribuzione e leadership circolare

 

 

Io per diversi anni ho praticato sci di fondo a livello agonistico.

Nonostante andassi ancora a scuola, il monte ore di allenamento annuale superava di gran lunga le 500 ore.

Qual era la motivazione che mi spingeva ad agire?

Qual era la molla motivazionale che mi faceva rinunciare a tutte le feste del sabato sera pur di essere in forma il giorno successivo per la gara?

Qual è stata la motivazione che per anni mi ha fatto rinunciare alle vacanze estive pur di allenarmi 2-3 volte al giorno?

 

Riflessione leadership circolare

 

 

Sicuramente non il desiderio di avere uno stipendio da capogiro.

Era piuttosto il sogno di dare un significato profondo alla mia vita.

Il sogno di poter competere su base meritocratica.

Il sogno di poter contribuire a qualcosa di grande.

Erano questi i sogni che facevano scattare in me la motivazione.

 

Leve motivazionali e leadership circolare

 

 

Ora riflettiamo insieme.

Per quale motivo ancora molte aziende si basano sulla motivazione estrinseca nonostante sia palese che la motivazione intrinseca sia più funzionale?

Prova a farti questa domanda.

Secondo te, qual è il motivo per il quale la motivazione intrinseca non viene ancora coltivata da molte aziende?

 

Motivazione e leadership circolare 

 

 

La mia risposta è la seguente: “coltivare la motivazione intrinseca è nettamente più difficile che coltivare quella estrinseca”.

Difficoltà motivazione intrinseca leadership circolare 

 

 

All’azienda che si basa sulla motivazione estrinseca basterà semplicemente pagare qualche prodotto oppure offrire qualche bonus, e il gioco è fatto.

In sostanza utilizzano del denaro (risorsa esterna immediata) per acquistare un prodotto o servizio (soluzione) per aumentare la motivazione delle persone (motivazione estrinseca).

 

 

Motivazione estrinseca e leadership circolare

 

 

Il paradigma però sta evolvendo.

Le aziende più innovative hanno capito che la formula deve cambiare.

Le aziende devono coltivare l’indipendenza (risorsa interna) per permettere alle persone di autogestirsi (risultato) affinché esse trovino un vero motivo per il quale agire (motivazione intrinseca). 

 

 

Motivazione intrinseca e leadership circolare

 

 

L’indipendenza delle persone porta alla loro autogestione.

La loro autogestione porta alla caduta del controllo da parte del manager.

La caduta del controllo permette al manager di svolgere il suo vero lavoro: guidare e ispirare attraverso l'esempio.

 

 

Flusso leadership circolare

 

 

I manager non possono più basare le loro azioni su una supervisione maniacale e su regole troppo dettagliate.

Il motivo di ciò è molto semplice: i colleghi sono spesso più competenti dei manager stessi.

Conoscono i vari tecnicismi, conoscono i problemi e sanno quali sono le azioni più funzionali da compiere.

Bisogna quindi dare loro tutti gli strumenti necessari per coltivare la loro indipendenza e ritrovare il significato e la soddisfazione in ciò che fanno.

 

Attività significative e soddisfazione

 

 

Questo non significa che le leve motivazionali estrinseche verranno eliminate.

Alcuni premi estrinsechi dovranno rimanere.

Ma una volta che la persona sarà serena sotto alcuni aspetti fondamentali (ad esempio sotto il piano economico) bisognerà passare a un livello più profondo.

Un livello basato sul "perché facciamo ciò che facciamo", e non sul "cosa otterremo dal punto di vista materiale una volta che avremo ottenuto un risultato".

 

Partire dal perché facciamo ciò che facciamo 

 

 

Ci tenevo a fare questa breve premessa perché credo molto nella parola “perché” e nel “perché facciamo ciò che facciamo”.

Il modello di Leadership Circolare che ora andremo ad approfondire sarà molto più comprensibile grazie a questa breve premessa che abbiamo appena fatto.

Entriamo ora nel vivo della Leadership Circolare.  

 

 

 

 

 

Il modello di Leadership Circolare.

Ora che abbiamo fatto una panoramica della situazione attuale, capiamo qual è un modello di Leadership Circolare sul quale poter riflettere.

Questo modello prende spunto dal mondo della psicologia e della filosofia, andando a lavorare in profondità su quella che è la motivazione delle persone.

 

Leadership psicologia filosofia

 

 

Gli obiettivi del modello di Leadership Circolare sono quattro.

  1. Coltivare l’indipendenza dei propri colleghi.
  2. Rendere le persone più capaci di autogestirsi.
  3. Eliminare il controllo estremo da parte dei manager.
  4. Trasformare i manager in Leader.

 

Flusso leadership

 

 

Questi quattro obiettivi sono uno la conseguenza dell’altro.

Ciò significa che:

  • l’obiettivo n°2 potrà essere realizzato solamente se verrà realizzato l’obiettivo n°1;
  • l’obiettivo n°3 potrà essere realizzato solamente se verrà realizzato l’obiettivo n°2;
  • l’obiettivo n°4 potrà essere realizzato solamente se verrà realizzato l’obiettivo n°3;

 

Di conseguenza possiamo comprendere che l’indipendenza (obiettivo n°1) è alla base di tutto.

 

Indipendenza e leadership circolare

 

 

Il modello di Leadership Circolare potrete applicarlo su uno o più team della vostra azienda così da sperimentare i risultati che esso vi porterà.

Una volta che avrete analizzato i risultati (anche in base alla vostra cultura aziendale) potrete scalare questa attività sugli altri Team.

 

 

Leadership circolare team aziendali

 

  

Il modello di Leadership Circolare si articola in 5 fasi.

Analizzeremo ogni fase comprendendo 3 punti.

  1. Sensazione: capiremo la sensazione che le persone vogliono provare nella fase specifica.
  2. Domanda: capiremo la domanda alla quale risponderanno le persone nella fase specifica.
  3. Azione: capiremo qual è l’azione specifica che le persone dovranno compiere in quella fase specifica. 

 

 

Tre punti fasi leadership circolare

 

 

Ricordiamoci che la motivazione intrinseca parte dalle emozioni, non dalla logica.

Quindi ti chiedo di fare uno sforzo nel comprendere a fondo ciò che andremo ad approfondire.

Se ti va potrai rileggere il tutto più volte.

Purtroppo siamo abituati a una Leadership che rigetta le emozioni.

Di conseguenza siamo abituati a modelli prettamente razionali.

Non sarà facile comprendere queste 5 fasi ma cercherò di essere più semplice ed efficace possibile affinché possa trasferirti l'essenza di questo modello. 

Essenza leadership circolare 

 

 

È arrivato il momento di ri-accogliere le emozioni nel mondo del business e nella Leadership.

Leadership circolare ed emozioni

 

 

 

 

1° fase・Consapevolezza

La prima fase del modello di Leadership Circolare è la Consapevolezza.

 

Consapevolezza e leadership circolare

 

 

Sensazione 

Ognuno di noi, dentro di sé, vuole diventare consapevole di chi siamo e del luogo nel quale ci troviamo in questo momento.

Questo vale in qualsiasi area della nostra vita: lavorativa, relazionale, salutistica, etc.

Vogliamo in qualche modo avere chiarezza di cosa stia accadendo.

 

Chiarezza leadership circolare 

 

 

Domanda

La domanda (conscia o inconscia) che ci facciamo prima di poter coltivare la nostra reale motivazione è: Chi sono in questo momento?”

In questa prima fase si lavora sulla parola CHI (identità).

 

 

Chi identità leadership circolare

 

 

 

Azione

In questa prima fase la persona deve analizzare l’area nella quale deve operare.

Immagina di voler coltivare l’indipendenza in Charlotte, una marketing specialist.

Charlotte, in questa prima fase, dovrà diventare consapevole di quale sia la sua identità al lavoro.

Dovrà analizzare la sua area lavorativa e dovrà comprendere il livello di indipendenza che ha in questo momento.

L’obiettivo in questa prima fase è diventare consapevoli di qualsiasi aspetto riguardi il proprio lavoro.

Questa fase è una fase riflessiva che non prevede alcuna azione specifica, se non quella di riflettere e pensare.

 

Fase riflessiva leadership circolare

 

 

 

 

2° fase・Significatività

La seconda fase del modello di Leadership Circolare è la Significatività.

 

Significatività fase leadership circolare

 

 

  

Sensazione 

Ognuno di noi (consciamente o inconsciamente) vuole dare un significato profondo a ciò che fa.

Vogliamo provare la sensazione di avere uno scopo degno da portare avanti.

Vogliamo che le nostre azioni possano essere significative non solamente per noi, ma per qualcosa di più grande (la specie).

 

Scopo degno fase leadership circolare


 

  

Domanda

La domanda (conscia o inconscia) che ci facciamo prima di poter coltivare la nostra reale motivazione è: “Qual è il significato che voglio dare a ciò che faccio?"

In questa seconda fase si lavora sulla parola PERCHÉ (scopo).

 

 

Perché leadership circolare? 

 

 

  

Azione

In questa seconda fase l’azione prioritaria è quella di identificare il proprio scopo e di comprendere la connessione tra il proprio scopo personale e quello dell’azienda.

Una volta identificato lo scopo (il perché) la persona dovrà assumersi la responsabilità di realizzarlo.

È da questa fase che nascerà la vera motivazione.

 

Vera motivazione parte dallo scopo

 

 

Il termine motivazione significa “motivo per il quale agire” ovversio sia perché voglio agire”.

Lo scopo lavora appunto sulla parola “perché”.

Di conseguenza questo ci fa comprendere che non vi è reale motivazione senza uno scopo ben definito.

Senza uno scopo l’indipendenza e l'autogestione non possono esistere.

 

Scopo indipendenza autogestione e leadership circolare

 

Questa seconda fase è ancora una fase molto "irrazionale, emotiva".

Nella prossima fase aggiungeremo il primo pizzico di razionalità

 

 

  

 

 

3° fase・Libertà

La terza fase del modello di Leadership Circolare è la Libertà.

 

Libertà terza fase leadership circolare

 

 

 

 

Sensazione 

Ognuno di noi (consciamente o inconsciamente) vuole avere la libertà di scegliere le attività più in linea per conseguire lo scopo.

Questo ci fa comprendere il motivo per il quale il controllo da parte del manager mina la motivazione delle persone.

Le persone vogliono sentire la libertà di poter conseguire lo scopo aziendale (connesso con il proprio scopo personale) scegliendo le attività più funzionali ed eseguendole nella modalità secondo loro più appropriata.

 

Esecuzione e libertà controllo 

 

 

Domanda

La domanda qui è: “Quali sono le attività più funzionali per conseguire lo scopo?”

In questa terza fase si lavora sulla parola COSA (attività).

 

 

Cos'è la leadership circolare

 

 

Azione

Grazie a questa terza fase il modello si sta pian piano spostando dalla parte più emotiva e irrazionale presente nelle prime due fasi (identità e scopo) verso la parte più razionale presente in questa terza fase (attività necessarie per conseguire lo scopo).

In questa terza fase la persona dovrà comprendere quali sono le attività che dovrà conseguire per raggiungere lo scopo.

Grazie a questa comprensione fisserà i suoi primi obiettivi.

 

Obiettivi leadership circolare

 

 

  

 

4° fase・Realizzazione

La quarta fase del modello di Leadership Circolare è la Realizzazione.

 

Fase realizzazione leadership circolare

 

 

 

Sensazione 

Ognuno di noi vuole sentirsi abile nel riuscire a realizzare le attività necessarie per raggiungere lo scopo.

Le persone vogliono provare la sensazione di essere delle persone competenti nella propria materia, e capaci di autorealizzarsi.

Tutte le persone infatti vogliono provare la sensazione di realizzazione che è strettamente connessa con la propria Felicità.

Felicità dal greco “Eudaimonia” (la buona realizzazione del tuo demone).

 

Significato felicità associato a leadership circolare

 

 

Domanda

La domanda di questa quarta fase è: come posso mettere in atto le attività necessarie per raggiungere lo scopo?”

In questa quarta fase si lavora sulla parola COME (modalità).

 

Come leadership circolare 

 

 

Azione

In questa quarta fase la persona dovrà capire in modo indipendente quali saranno le modalità più efficaci per conseguire gli obiettivi prefissati nella fase n°3.

 

Efficacia leadership circolare

 

 

 

 

5° fase・Progresso

La quinta fase del modello di Leadership Circolare è il Progresso.

 

Fase del progresso leadership circolare

 

 

 

Sensazione 

Ognuno di noi vuole essere consapevole del progresso che ha avuto, e che sta avendo nella vita (e nel lavoro).

In sostanza vogliamo crescere, evolvere, migliorare.

La crescita, l'evoluzione e il miglioramento passano obbligatoriamente attraverso il progresso (progresso = avanzare, andare avanti).

Ancor meglio se questo progresso prevede anche la “contribuzione” ovverosia il fatto che il nostro progresso dia vita anche al progresso della specie (ad esempio i nostri colleghi).

 

Progresso contribuzione e leadership

 

 

  

Domanda

La domanda alla quale si risponde nella quinta fase è: “Chi sono diventato/a?

La parola chiave di questa quinta fase è nuovamente la parola CHI.

Essendo un modello circolare, dalla quinta fase si ritorna alla prima fase (identità).

Tutti noi vogliamo sapere chi siamo diventati grazie alle nostre azioni.

Questo ci permetterà di settare le prossime azioni e di ripartire con la prima fase di consapevolezza.

 

Nuova identità leadership circolare

 

 

  

Azione

In questa quinta fase la persona dovrà monitorare i progressi avvenuti nel tempo così da comprendere:

  • quali sono le attività che non sono state fatte e che è bene iniziare a fare;
  • quali sono le attività che sono state fatte e che è bene smettere di fare;
  • quali sono le attività che sono state fatte e che è bene incrementare;
  • quali sono le attività che sono state fatte e che è bene ridurre.

 

Monitoraggio leadership circolare modello

 

 

Ricapitolando, le 5 fasi del modello di Leadership Circolare sono:

  1. Divento consapevole di chi sono e dove mi trovo (chi・identità).
  2. Identifico il mio scopo di vita e l'allineamento (anche leggero) che vi è tra il mio scopo e lo scopo aziendale (perché・scopo).
  3. Scelgo in piena libertà le attività più funzionali per conseguire lo scopo (cosa・attività).
  4. Realizzo le azioni necessarie per conseguire gli obiettivi prefissati (come・modalità).
  5. Monitoro i progressi avvenuti e scopro chi sono diventato/a (chi・nuova identità rafforzata).

 

 

Flusso completo leadership circolare

 

 

Lo so che visto così potrebbe sembrare un modello basilare o forse troppo irrazionale, ma il fatto è che la motivazione non è razionale.

Di conseguenza non possiamo lavorare sulla reale motivazione dei vostri collaboratori puntando sulla razionalità.

Anche a me piacerebbe che la motivazione sia qualcosa di razionale, ma purtroppo (o per fortuna) essa parte da qualcosa di molto più profondo ed emotivo.

Ti consiglio di rileggere nuovamente il modello così da assimilarlo al meglio e poterlo testare su un vostro team.

Ricordiamoci che la motivazione intrinseca parte delle emozioni, non dalla logica.

 



___

Prima di concludere l'episodio

Prima di passare alla parte conclusiva di questo episodio ti invito a scaricare il nostro Moonly PLAYBOOK, il manuale strategico da leggere in 1 minuto

Scaricandolo ora:

  • avrai cristallizzate tutte le strategie pratiche che abbiamo trattato in questo episodio, senza correre il pericolo di dimenticartele
  • potrai tenere sempre con te le strategie pratiche da applicare in azienda, senza dover tornare nuovamente in questo episodio per rileggerle;
  • potrai condividere le strategie appena apprese direttamente con i tuoi colleghi, senza rischiare di dimenticarti ciò che hai appena letto. 

 

Leadership circolare - Manuale

 

 

 

 

 

 

Conclusione

Anche questo episodio (come gli altri) sta per concludersi.

In questo 41° episodio abbiamo visto che:

  • è possibile trasformare i manager in Leader tramite l’eliminazione del controllo;
  • è possibile eliminare il controllo dando la possibilità alle persone di autogestirsi;
  • è possibile coltivare l’auto-gestione solamente tramite l’indipendenza.

 

Indipendenza leadership circolare

 

 

Questo ci fa conseguentemente capire che l’indipendenza delle persone è alla base:

  • della loro autogestione;
  • dell’eliminazione del controllo;
  • della nascita di nuovi Team Leader.

 

Risultati leadership circolare

 

 

Abbiamo poi visto un modello di Leadership Circolare basato su 5 fasi:

  • Consapevolezza: identità (chi).
  • Significatività: scopo (perché).
  • Libertà: attività (cosa).
  • Realizzazione: modalità (come).
  • Progresso: nuova identità (chi).

 

 

Modello leadership circolare cos'è 

 

 

Questo modello, se applicato con responsabilità e passione, porterà le persone:

  • ad essere più indipendenti;
  • a sapersi autogestire;
  • a esaltare la propria unicità.

 

Unicità e leadership

 

 

 

Congratulazioni per aver terminato il 41° episodio di Moonly TRAINING.

Spero che le strategie che ti abbiamo offerto potranno esserti d'aiuto.

Ti sarei davvero grato se investissi 30 secondi del tuo tempo per lasciarci un tuo feedback anonimo qui (nessuna mail richiesta).

Inoltre, sentiti libero/a di condividere il link di questo episodio con tutte le persone che sai già potranno beneficiarne.

Avrai contribuito alla nostra missione.

Grazie, e a presto.

Ciao.

_

"Tutto questo per esaltare l'unicità delle persone, facendovi diventare un'azienda unica."

 

Moonly

 

 

 

_

 Accedi a Moonly TV. Gratis.

Le migliori strategie pratiche utilizzate dalle aziende più innovative al mondo per esaltare l'unicità delle persone attraendo, potenziando e motivando talenti unici.Moonly TV: attrarre, potenziare e motivare i propri collaboratori