Motivazione in azienda: cosa motiva davvero i vostri collaboratori?

Molte aziende si chiedono: "come posso motivare i miei collaboratori?"

Poche aziende si chiedono: "cosa motiva davvero i miei team di lavoro?"

Quando si vuole capire come motivare il proprio team di lavoro è necessario conoscere quali sono le leve motivazionali che spingono le persone ad agire.

In poche parole dobbiamo capire come motivare i nostri collaboratori affinché possano sentirsi più indipendenti, liberi e realizzati.

Come vedremo fra poco, non conoscere queste tre leve non ci permetterà di motivare le persone in modo sartoriale.

Infatti, ciò che spesso viene dimenticato, è che la motivazione in azienda deve essere trattata in modo differente in base alla persona che abbiamo di fronte.

Ora vediamo tutto.

Stiamo per iniziare il 3° episodio di Moonly TRAINING.

Partiamo.

 


Come motivare il team di lavoro da remoto

 

 

 

In questo episodio risponderemo alle seguenti domande:

  1. Come motivare le persone in azienda?

  2. Cosa fanno le aziende più innovative al mondo affinché i propri collaboratori si auto-motivino

  3. Quali sono le tre leve motivazionali principali?

  4. Cosa motiva davvero le persone?

  5. È bene trattare tutte le persone allo stesso modo?

  6. Qual è un esercizio pratico che avrà aumentato la motivazione del team? 

  7. Com’è possibile digitalizzare i processi di motivazione interna?

  8. In che modo la comunicazione interna può influire sulla motivazione del personale?

 

 

 luna moonly

Moonly 

 

Come sempre, massima trasparenza.

  • L'episodio che stiamo per iniziare non contiene alcuna pubblicità o link di affiliazione.
  • Abbiamo scelto lo sfondo nero per non stancare i tuoi occhi.
  • Più il luogo nel quale ti trovi è buio migliore sarà la tua esperienza di apprendimento.
  • Ci piacerà leggere il tuo feedback anonimo qui.
  • Se vuoi ottimizzare il tuo tempo puoi scaricare l'estratto dell'episodio qui.
  • La maggior parte degli episodi sono realizzati in collaborazione con il nostro pool di Psicologi, Business Coach e Data Scientist che stanno portando avanti il nostro progetto di Auto-leadership.
  • Se preferisci la modalità "video", qui sotto trovi il video dell'episodio (il testo è più ricco di dettagli).

 

 

 

 

 

 

 

Come aumentare la motivazione in azienda.

Attrarre, potenziare e motivare i propri collaboratori.

Queste sono le tre attività principali che ogni azienda dovrà attuare da qui ai prossimi anni se vorrà continuare a crescere e innovare nel tempo. 

In questo episodio non parleremo di come attrarre i migliori talenti, e nemmeno di come potenziarli una volta entrati in azienda. 

Ciò che vedremo sarà il terzo pilastro: la motivazione (ovvero come trattenerli).

 

 

Come motivare e trattenere i propri collaboratori

 

 

Una domanda che potresti farti è: “come posso mantenere alta la motivazione dei miei collaboratori? 

Nei prossimi minuti vedremo quali sono le tre leve motivazionali che avranno permesso ai tuoi collaboratori di rimanere fedeli (o meno) alla vostra azienda. 

 

 

Tre modi per motivare un team da remoto

 

 

Prima di analizzare queste tre leve dobbiamo fare una premessa rispondendo a una domanda.

Una domanda molto semplice, che però se sottovalutata non ci avrà aiutato a identificare le leve che motivano i vostri collaboratori.  

La domanda è la seguente: che cos’è la motivazione?

 

 

Motivazione in azienda come incrementarla

 

 

La motivazione ("motiv" + "azione") altro non è che "il motivo per il quale agiamo." 

Questo ci fa immediatamente capire che se vogliamo avere collaboratori motivati dobbiamo far capire loro (e dobbiamo capirlo anche noi) quali sono:

  • i motivi che li spingono ad agire.
  • i motivi che li spingo a fare.
  • i motivi che li spingono a conseguire un obiettivo, giorno dopo giorno. 

 

Tre attività per motivare i propri dipendenti

 

Avere persone motivate in azienda significa di conseguenza attrarre i migliori talenti sul mercato. 

Perché questo?

Molto semplice: i talenti sono attratti dalle persone motivate. 

E le persone motivate sono più propense a parlare bene dell’azienda.

 

 

 

Motivare e attrarre i migliori talenti



Ciò che vedremo ora sono tre leve motivazionali che la vostra azienda potrà sfruttare per far sentire le persone più motivate.

In ogni caso, ricordiamoci che alla base della motivazione ci sono sempre i 3 bisogni primari che ognuno di noi sente al lavoro:

  • il bisogno di indipendenza
  • il bisogno di libertà
  • il bisogno di realizzazione.

 

 

Leve motivazionali in azienda per motivare le persone

  

Al di sopra di questi 3 bisogni primari abbiamo le 3 leve motivazionali che approfondiremo fra poco.

Naturalmente non è detto che la leva X funzioni per tutti.

E stessa cosa vale per la leva Y.

 

 

Le due leve per motivare il personale

 

Ognuno di noi è maggiormente motivato da una leva motivazionale in particolare.

Ad ogni modo, queste leve colpiscono tutti noi.

Il segreto sta nel comprendere quale leva ci colpisce maggiormente in quel periodo specifico.

Anche in questo caso, la chiave è la consapevolezza.

 




Prima leva motivazionale: l’evoluzione

La prima leva motivazionale è la leva dell'evoluzione


 

L'evoluzione come leva motivazionale in azienda

 

Ognuno di noi ha dentro di sé la volontà di evolvere e crescere

Inconsciamente sappiamo che nella vita, come nella natura,nulla è statico: tutto cresce e tutto muore”. 

 

 

La crescita e la riduzione della motivazione

 

Inconsciamente sappiamo che l’unico modo per avanzare e avere successo è continuare ad evolverci come persone e come professionisti. 

Ci potrebbero quindi essere alcuni tuoi collaboratori che, tra le leve motivazionali che vedremo, siano maggiormente ispirati da questa leva specifica. 

Solitamente questa leva fa breccia soprattutto fra i giovani che hanno appena concluso gli studi.

 

 

Come motivare i giovani talenti in azienda

 

Molti di loro non hanno l’esigenza di guadagnare tanto fin da subito o di lavorare in un’azienda focalizzata sul “divertimento”. 

Loro cercano un’azienda nella quale crescere, evolvere

 

 

Crescita, evoluzione e motivazione aziendale.jpeg

 

 

Dopo anni passati a studiare vogliono mettere in pratica ciò che hanno appreso sui libri, e che non hanno potuto quasi mai applicare

Per “crescere ed evolvere” non si intende per forza "fare carriera".

Significa piuttosto:

  • sentirsi delle persone indipendenti;
  • sentirsi delle persone capaci di svolgere il proprio lavoro in autonomia;
  • sentirsi delle persone realizzate

 

 Inizia quindi a chiederti: 

  • nel mio team, ci sono delle persone che sono motivate principalmente dalla leva dell'evoluzione?
  • nel mio team, ci sono delle persone che mettono la propria evoluzione al primo posto? Se sì, chi sono queste persone?
  • come posso portare maggior possibilità di evolvere in azienda, rispettando a pieno quelli che sono i nostri valori?

Nei prossimi minuti vedremo come dovrai approcciarti a queste persone per mantenere alta la motivazione

Ricordati infatti che non potrai trattare tutte le persone allo stesso modo.

 

 

Come trattare le persone poco motivate



In base alla leva motivazionale (e rimanendo fedele ai valori aziendali, naturalmente) dovrai comportarti di conseguenza.

Nel frattempo approfondiamo le altre due leve motivazionali.

 

 

_

Momento di riflessione: come può il Coaching rendere le persone più motivate in azienda?

Al minuto 02:19 (del video che trovi qui sotto) vediamo la prima delle tre domande del modello Weekly Coaching

 

Qui troverai l'episodio completo.

 

 

 


 

 

Seconda leva motivazionale: il divertimento

La seconda leva motivazionale è la leva del divertimento.

 

 

Motivare le persone in azienda con il divertimento

 

 

Ci sono persone che sono particolarmente motivate dalla possibilità di divertirsi al lavoro.

Questo non significa stare ore a giocare a ping pong o a play station.

Per divertimento si intende che queste persone rimangono fedeli all’azienda non tanto perché essa permette loro di crescere, bensì perché permette loro di lavorare in un contesto:

  •  piacevole
  •  divertente 
  •  sereno.

 

 

Portare divertimento e serenità in azienda

 

 

Non significa che queste persone non vogliano crescere

Mettono però l'evoluzione al secondo o al terzo posto.

Al primo posto c’è il divertimento.

Immagina una persona di 50 anni che è già riuscita a fare un’ottima carriera.

Una persona che è già riuscita a guadagnare molto bene nei suoi primi 25 anni in azienda. 

Questa persona potrebbe rendersi conto di voler trascorrere i suoi ultimi 10 anni lavorativi non tanto basando il suo lavoro sull'evoluzione, bensì sul divertimento.

Ed ecco che questa persona potrebbe decidere di lasciare l’azienda per entrare in un’azienda più stimolante e che le permetta di divertirsi maggiormente. 


 

Come stimolare le persone in azienda

 

 

Anche in questo caso chiediti: 

  • nel mio team, ci sono delle persone che sono motivate principalmente dalla leva del divertimento?
  • nel mio team, ci sono delle persone che mettono il proprio divertimento al primo posto? Se sì, chi sono queste persone?
  • come posso portare maggior divertimento in azienda, rispettando a pieno quelli che sono i nostri valori?


    Come stai già iniziando a capire, non è possibile trattare tutte le persone allo stesso modo

    Non puoi approcciare la persona motivata dall'evoluzione allo stesso modo della persona motiva dal divertimento.

    Dovrai adottare una comunicazione diversa.

    E delle strategie diverse.

     

     

    Miglior comunicazione per motivare le persone



    Attenzione però: se la vostra azienda (e la vostra cultura interna) è totalmente focalizzata sull'evoluzione, la seconda leva potrebbe non avere senso.

    Non tanto perché non volete portare divertimento in azienda.

    Bensì perché le persone in azienda saranno allineate ai vostri valori di evoluzione e crescita, e non di divertimento.

     

     

     

    _

    Momento di riflessione: come possiamo rendere l'apprendimento più motivante in azienda?

    Nel video che trovi qui sotto capiamo quali sono le 3 criticità della classica formazione aziendale, e il motivo per il quale non sembra essere motivante e stimolante.

     

    Qui troverai l'episodio completo.

     

     

     

     

     

     

    Terza leva motivazionale: il guadagno

    La terza leva motivazionale è la leva del guadagno.

     

     

    I dipendenti sono motivati dal guadagno

     

     

    Potrebbe non sembrare in linea con i vostri valori, ma ci sono persone che hanno come leva primaria il guadagno.

    In poche parole sono motivate dalla possibilità reale di guadagnare di più.

    Questa persona non deve essere vista come una persona a cui “interessano solamente i soldi.”

    Non deve essere vista come una persona non in linea con i vostri valori. 

    Anche perché, se così fosse, l’errore è stato vostro nell’averla assunta.

    Qui si parla di tutte quelle persone che in un momento particolare della propria vita mettono il guadagno al primo posto.

    Immagina una persona che è appena diventata genitore.


     

    Come motivare i nei genitori in azienda

     

     

    Secondo te questa persona (ora che è diventata mamma o papà), potrebbe essere motivata dal fatto di permettere al proprio figlio una vita dignitosa?

    Potrebbe essere stimolata dal fatto che 300€ in più al mese avranno aiutato il proprio figlio o la propria figlia a vivere meglio?

    Questa non è mancanza di etica

    Questo si chiama amore verso i propri figli.

     

     

    Amore dei genitori e cambio di motivazione

     

     

    Non c’è niente di male nel farsi motivare dal poter permettere ai propri figli di fare l’università, quando saranno grandi.

    Ciò non significa che questa persona sarà totalmente focalizzata sul guadagno.

    Significa piuttosto che fra le tre leve che abbiamo visto metterà il guadagno al primo posto.


    Detto ciò, chiediti: 

    • nel mio team, ci sono delle persone che sono motivate principalmente dalla leva del guadagno?
    • nel mio team, ci sono delle persone che mettono il proprio guadagno al primo posto? Se sì, chi sono queste persone?
    • come posso portare maggior possibilità di guadagno in azienda, rispettando a pieno quelli che sono i nostri valori?

     

     




    Siamo motivati dall'evoluzione, dal divertimento e dal guadagno. 

    , tutti noi vogliamo evolverci, divertirci e guadagnare.

    Dobbiamo però capire in che modo dividiamo il nostro “cerchio della motivazione”.

    Chiediti personalmente:

    • fatto 100, quanto sono motivato/a dalla leva dell'evoluzione? (es. 20, 30)
    • fatto 100, quanto sono motivato/a dalla leva del divertimento? (es. 20, 30)
    • fatto 100, quanto sono motivato/a dalla leva del guadagno? (es. 20, 30)


    Esercizio motivazione aziendale

     

     

    Ad esempio, la mia percentuale in questo momento è la stessa che mi ha caratterizzato negli ultimi 5 anni e che probabilmente mi accompagnerà almeno per i prossimi 5-10 anni.

    • Evoluzione: 90% 
    • Divertimento: 1% (mi diverto in automatico sapendo di poter evolvere, quindi non mi serve come leva)
    • Guadagno: 9%

     

    Coaching motivazionale in azienda

     

     

    Questo esercizio in realtà dovrebbero farlo, in modo estremamente trasparente, ogni vostro collaboratore.

    Ogni Team leader (o manager) dovrebbe sapere la percentuale che caratterizza i propri colleghi del team.

     

     

    Tecniche per aumentare la motivazione al lavoro

     

     

    Una volta che il Team Leader conoscerà queste percentuali saprà ancor meglio come mantenere alta la motivazione del team.

    Sì è vero, la motivazione deve nascere dentro di noi. 

    A volte però, avere una spinta motivazionale esterna ci può aiutare. 

    Detto ciò, è fondamentale che abbiate un luogo (database/software) dove poter monitorare quale sia la leva motivazionale principale della persona in quel momento specifico.

    Ancor meglio se condiviso in modo estremamente trasparente con tutte le persone del team.


     

    Portare la trasparenza in azienda

     


    Potrete poi filtrare le persone in base alla leva, e strutturare delle strategie precise in base alla leva che li motiva in quel momento specifico.

    Questo lavoro naturalmente deve essere fatto da ogni Team leader (manager) con i propri 3-8 colleghi del proprio team.


     

     

    Strategie per motivare i propri collaboratori.

    Arrivati a questo punto, il mio consiglio è il seguente.

    Prendi tre fogli (o tre pagine di un documento vuoto sul tuo computer).

     

    Esercizio motivazione per team aziendali


    Una volta fatto ciò scrivi quelle che sono tre strategie che potreste applicare in azienda per motivare le persone motivate dalle tre leve.


    Quindi chiediti:

    • Quali sono 3 strategie che posso utilizzare per motivare le persone motivate dall'evoluzione? (la risposta a questa domanda andrà nel primo foglio).
    • Quali sono 3 strategie che posso utilizzare per motivare le persone motivate dal divertimento? (la risposta a questa domanda andrà nel secondo foglio).
    • Quali sono 3 strategie che posso utilizzare per motivare le persone motivate dal guadagno? (la risposta a questa domanda andrà nel terzo foglio).

     

     

    Soluzioni per motivare i team



    Alcuni esempi potrebbero essere i seguenti:

    • Per motivare le persone vogliose di crescere potreste portare ancor più formazione, coaching o wellbeing.
    • Per motivare le persone vogliose di divertirsi potreste lavorare sul layout aziendale o sul rendere l’esperienza lavorativa da remoto più stimolante.
    • Per motivate le persone desiderose di guadagnare potreste adottare degli incentivi (tutto dipende dai vostri valori e dalla vostra cultura aziendale).


    Tecnica per incrementare la motivazione dei dipendenti



    Ad ogni modo, la cosa migliore è chiedere direttamente a loro.

    Crea una survey online che somministrerai ogni 3 mesi, e collegala al tuo software HR. 

    Ti consiglio di utilizzare Airtable (non prendiamo un euro per consigliarlo).

    Oltre alla survey, ascolta le persone.

    E aiuta i tuoi Team leader (o manager) ad ascoltare.

    Ascoltare veramente.

     

     

    L'importanza dell'ascolto attivo in azienda



     

    Qual è la motivazione che spinge il tuo team ad agire?

    Ora che stai riflettendo su alcune strategie da poter implementare, è il momento di dare uno strumento a ogni vostro Team leader.

    Uno strumento per comprendere da cosa sono motivate le persone dei rispettivi team.

    Fai questo esercizio su di te

    Poi fallo fare ai vari manager dell’azienda. 

    L’esercizio è molto semplice


    Prendi un foglio (o un documento vuoto sul tuo computer) e dividi il foglio in tre colonne. 

     

     

    Strategie per motivare il personale

     

     

    Dai un titolo alla tre colonne.

    • La prima colonna avrà come titolo la parola “Evoluzione”.
    • La seconda colonna avrà come titolo la parola “Divertimento”.
    • La terza colonna avrà come titolo la parola “Guadagno”.

     

     

    Tecniche motivazioni per l'azienda

     


    Nella prima colonna scrivi il nome e cognome delle persone del tuo team che, secondo te, sono maggiormente motivate dall'evoluzione. (es. Mario Rossi)

     

     

    Esercizio come posso motivare il mio team di lavoro

     

     

    Nella seconda colonna scrivi il nome e cognome delle persone del tuo team che, secondo te, sono maggiormente motivate dal divertimento. (es. Monica Verdi)

     

     

    Motivazione e divertimento in azienda

     

     

    Nella terza colonna scrivi il nome e cognome delle persone del tuo team che, secondo te, sono maggiormente motivate dal guadagno. (es. Luna Bianchi)

     

     

    Segreti per motivare i team di lavoro



    Una volta fatto ciò avrai una chiara panoramica di cosa motiva le persone nel tuo team.

    Naturalmente questa è una tua opinione.

    Sarà tutto molto più reale quando non scriverai la tua opinione, bensì ciò che dichiareranno effettivamente i tuoi collaboratori (grazie alla survey) .

    Questo esercizio, ti consiglio di implementarlo nel tuo database/software HR

    Ti consiglio infatti di avere un luogo (una “base” di Airtable, ad esempio), dove a fianco a tutti i dati personali (email, numero di telefono, interessi..) dei vostri collaboratori, ci sia anche la spunta su: 

    • “motivato/a dall'evoluzione”, oppure 
    • “motivato/a dal divertimento”, oppure
    • “motivato/a dal guadagno”.

     

    Questo vi avrà permesso di:

    • avere una chiara visione del vostro team;
    • poter filtrare le persone in base alla leva motivazionale che li contraddistingue in quel momento specifico.
    • utilizzare strategie sartoriali per i tre gruppi di persone.

     

    Consigliate ai vostri manager di rivedere questi dati ogni 6-12 mesi.

     

     

    Frequenza esercizi motivazionali in azienda

     

     

    Infatti, oggi una persona potrebbe essere motivata dall'evoluzione.

    Tra sei mesi potrebbe essere motivata dal guadagno.

    Ad esempio, a causa di una spesa improvvisa una persona (es. Roberta) potrebbe essere maggiormente motivata dal guadagno

    Non c'è nulla di male, se la spesa è improvvisa e dovuta ad agenti esterni o inaspettati.

    Magari sarà una leva motivazionale "temporanea".

     

     

    Leve motivazionali da utilizzare in azienda

     

     

    Queste leve motivazionali sono molto potenti, e come state già comprendendo dovete stare molto attenti ad utilizzarle.

    Utilizzatele in modo etico.

     

     

    Etica al lavoro

     

     

    Ricordatevi inoltre che alcune aziende (non la vostra) potrebbero fare "le furbe” e rubarvi i talenti sfruttando le leve motivazionali che non state utilizzando voi.

    Immaginate un’azienda competitor che vuole rubarvi un vostro talento

    Quest’azienda potrebbe rendersi conto che il vostro talento diventerà genitore fra poco (lo scopre grazie ai social newtork).

    A questo punto, sapendo che la vostra azienda è un’azienda che punta sull'evoluzione (grazie alla vostra comunicazione esterna), potrebbe andare dal vostro collaboratore e utilizzare la leva del guadagno.


     

    Motivazione e competitor

     

     

    Un neo genitore potrebbe essere più sensibile al guadagno in quel momento.

    Ecco che il vostro collaboratore vi ringrazierà e vi saluterà.

    Non sottovalutate la potenza di queste tecniche.

    E guardatevi bene dalla concorrenza.

    C’è chi utilizza queste leve in modo etico (la vostra azienda, ad esempio)

    C’è chi invece le utilizza in altri modi (le vostre aziende competitor, ad esempio).

     

     

    Competitor ci rubano talenti


    Il segreto, come sempre, è la trasparenza.

    Fate comprendere ai vostri collaboratori la presenza di queste leve motivazionali.

    Fate in modo che per ogni problema, voi ci siate. 

    Non lasciate che sia un’altra azienda ad ascoltarli.

    Potrebbe essere troppo tardi.

     

    Trasparenza per una maggior motivazione in azienda




    _

    Momento di riflessione: per quale motivo, a volte, i manager frenano la motivazione dei propri collaboratori?

    Al minuto 07:40 (del video che trovi qui sotto) ti faccio capire cosa intendo.

     

     

    Qui troverai l'episodio completo. 

     

     

     

     

     

    ___

    Prima di concludere l'episodio

    Prima di passare alla parte conclusiva di questo episodio ti invito a scaricare il nostro Moonly PLAYBOOK, il manuale strategico da leggere in 1 minuto

    Scaricandolo ora:

    • avrai cristallizzate tutte le strategie pratiche che abbiamo trattato in questo episodio, senza correre il pericolo di dimenticartele
    • potrai tenere sempre con te le strategie pratiche da applicare in azienda, senza dover tornare nuovamente in questo episodio per rileggerle;
    • potrai condividere le strategie appena apprese direttamente con i tuoi colleghi, senza rischiare di dimenticarti ciò che hai appena letto. 

     

    People Motivation - Playbook

     

     

     

    Conclusione

    Anche questo episodio (come gli altri) sta per concludersi.

    In questo episodio abbiamo ribadito che i tre bisogni primari (leve motivazionali di base) delle persone in azienda sono:

    • bisogno di indipendenza
    • bisogno di libertà
    • bisogno di realizzazione

     

     

    Le tre leve per motivare qualsiasi persona



    Oltre a questi 3 bisogni profondi, le persone sono motivate:

    • dall’evoluzione
    • dal divertimento 
    • dal guadagno

     

     

    Le leve per motivare i dipendenti a fare

     

     

    Dobbiamo inoltre ricordarci che:

    • ogni persona è motivata da tutte e tre le leve;
    • la percentuale di motivazione delle tre leve è però diversa da persona a persona;
    • la percentuale può variare nel tempo in base a diversi fattori (età, imprevisti, necessità,...).

     

     

    Conoscere, e applicare queste leve motivazionali vi avrà aiutato:

    • a conoscere maggiormente i vostri collaboratori (grazie alle survey e al contatto umano);
    • a motivare maggiormente i vostri collaboratori (grazie all’utilizzo delle strategie create in base alla leva);
    • a fidelizzare i vostri collaboratori e a non farveli rubare dalla concorrenza (grazie al fatto che avviserete i vostri collaboratori della presenza di queste leve).

     



    Congratulazioni per aver terminato il 3° episodio di Moonly TRAINING.

    Spero che le strategie che ti abbiamo offerto potranno esserti d'aiuto.

    Ti sarei davvero grato se investissi 30 secondi del tuo tempo per lasciarci un tuo feedback anonimo qui (nessuna mail richiesta).

    Inoltre, sentiti libero/a di condividere il link di questo episodio con tutte le persone che sai già potranno beneficiarne.

    Avrai contribuito alla nostra missione.

    Grazie, e a presto.

    Ciao.

    _

    "Tutto questo per esaltare l'unicità delle persone, facendovi diventare un'azienda unica."

     

    Moonly

     

     

     

    _

     Accedi a Moonly TV. Gratis.

    Le migliori strategie pratiche utilizzate dalle aziende più innovative al mondo per esaltare l'unicità delle persone attraendo, potenziando e motivando talenti unici.Moonly TV: attrarre, potenziare e motivare i propri collaboratori