Creatività: come coltivare il Pensiero Creativo nei propri team.

 

Razionalità o irrazionalità?

Logica o emotività?

Se il tuo obiettivo in questo momento è quello di coltivare la creatività nella tua azienda sappi che ti trovi nel posto giusto, al momento giusto.

Aumento della produttività, maggior cooperazione, miglioramento del problem solving, maggior espressione del potenziale, più serenità in azienda.

No, non sono sogni.

Sono i risultati che avrete ottenuto in azienda dal momento in cui avrete portato il Pensiero Creativo nei vostri team di lavoro.

 

Per non correre il pericolo di farsi schiacciare dall’innovazione e veder scappare i propri talenti in aziende più stimolanti, capiamo come rendere la vostra azienda più creativa.

Capiamo quali sono i tre pensieri che stanno bloccando alcuni vostri team in azienda.

Poi, vedremo un esercizio pratico che mixa il Team Building con il Pensiero Creativo.

Sei pronto/a per partire?

Il 33° episodio di Moonly TRAINING sta per iniziare insieme a te.

Partiamo.

 

 

Creatività al lavoro e pensiero critico

 

 

 

 

In questo 33° episodio risponderemo alle seguenti domande:

  1. Come coltivare la creatività in azienda?
  2. Quali sono i tre freni che stanno bloccando la creatività nella maggior parte dei team di lavoro?
  3. Quali sono 5 benefici tangibili delle abilità creative sul posto di lavoro?
  4. In che modo l’abitudine tende a bloccare la creatività?
  5. Per quale motivo l’impulsività non è sempre amica della creatività?
  6. Qual è un esercizio per coltivare la creatività al lavoro?
  7. In che modo il Team building può sposarsi con il Pensiero Creativo?
  8. Qual è un esempio pratico di applicabilità del Pensiero Creativo al lavoro?

 

luna moonly

Moonly

 

Come sempre, massima trasparenza.

  • L'episodio che stiamo per iniziare non contiene alcuna pubblicità o link di affiliazione.
  • Abbiamo scelto lo sfondo nero per non stancare i tuoi occhi.
  • Più il luogo nel quale ti trovi è buio migliore sarà la tua esperienza di apprendimento.
  • Ci piacerà leggere il tuo feedback anonimo qui.
  • Se vuoi ottimizzare il tuo tempo puoi scaricare l'estratto dell'episodio qui.
  • La maggior parte degli episodi sono realizzati in collaborazione con il nostro pool di Psicologi, Business Coach e Data Scientist che stanno portando avanti il nostro progetto di Auto-leadership

 

 

 

 

 

L’importanza del Pensiero Creativo al lavoro.

Che la creatività sia una delle Human skills (soft skills) che maggiormente faranno la differenza da qui ai prossimi anni ormai è palese.

 

Creatività e human skills

 

 

 

Come abbiamo già visto in questo articolo, la creatività è una competenza che può essere coltivata in ogni persona.

Anche in coloro che sembra impossibile da coltivare.

 

Ogni persona può coltivare la creatività

 

 

Un’azienda che non coltiva la creatività nei propri collaboratori è un’azienda che affronterà le sfide dell’innovazione un passo indietro alla concorrenza.

Prova a riflettere insieme a me.

  • Un’azienda poco creativa potrà mai essere attraente agli occhi dei migliori talenti?
  • Un’azienda poco creativa potrà mai essere coinvolgente agli occhi dei propri collaboratori?
  • Un’azienda poco creativa potrà mai essere stimolante agli occhi dei propri clienti?

 

Rischi assenza creatività in azienda

 

 

Per questo motivo è necessario capire come portare maggior creatività nei propri team di lavoro.

È inoltre necessario comprendere come la creatività avrà fatto la differenza nella vostra azienda.

 

Fare la differenza grazie alla creatività

 

 

Prima di vedere gli esercizi pratici che forgeranno questo 33° episodio diamo un’occhiata a quelli che sono 5 importanti risultati che avrete ottenuto grazie alla creatività che andrete a coltivare in azienda.

 

 

Benefici creatività al lavoro

 

 

 

1. La creatività avrà aumentato la produttività dei vostri collaboratori.

La creatività infatti, come vedremo fra poco, si posiziona all’estremo opposto della cosiddetta "azione abitudinaria".

Le routine abitudinarie tendono a danneggiare la creatività.

 

La creatività aumenta la produttività

 

 

 

2. La creatività avrà migliorato la cooperazione e il team work

Come vedremo fra poco nell’esercizio pratico, la creatività può essere stimolata tramite delle attività di team building che vanno a rendere più frizzante il clima aziendale.

 

La creatività migliora il team work

 

 

 

3. La creatività avrà favorito il problem solving.

Come abbiamo già visto in questo episodio, (ti consiglio di approfondirlo se vuoi scoprire cos'è successo durante il mio campo di sopravvivenza) la creatività va a braccetto con il problem solving

Non c’è modo migliore di risolvere i problemi al lavoro se non quello di portare un pizzico di creatività e ispirazione durante la fase di problem solving.

 

La creatività migliora il problem solving 

 

 

4. La creatività avrà liberato il potenziale dei vostri collaboratori.

Il vero potenziale dei vostri collaboratori non sta nella loro razionalità, bensì nella loro emotività.

Nella loro irrazionalità.

Dal momento in cui allenerete la creatività in azienda i vostri collaboratori si sentiranno liberi di potersi esprimere.

 

La creatività aumenta l'espressione del potenziale

 

 

 

5. La creatività avrà reso più sereni i vostri team di lavoro.

Avere continue nuove idee darà ai vostri collaboratori la sensazione di avere un giubbotto di salvataggio per i momenti di difficoltà.

Pensa al periodo in cui Covid-19 si è affacciato alle porte della nostra società.

Le aziende con più creatività sono riuscite a trasformare una difficoltà in un’opportunità (opportunità etica).

 

La creatività aumenta la serenità in azienda 

 

 

 

Bene, ora che abbiamo capito quanto la creatività avrà fatto la differenza nella vostra azienda, approfondiamo le tre tipologie di pensieri bloccanti.

Ovverosia le tre tipologie di pensieri che potrebbero frenare la creatività dei vostri collaboratori.

Una volta che le avremo approfondite vedremo un esercizio creativo che mixa il Team building con il Pensiero Creativo

Un esercizio che ogni Team Leader della vostra azienda potrà portare autonomamente nel proprio team di lavoro.

Partiamo quindi con la prima tipologia di pensiero.

 

 

 

Momento di riflessione: qual è la correlazione tra la creatività dei vostri collaboratori e le loro attività quotidiane?

Al minuto 03:48 (del video che trovi qui sotto) capiamo come stimolare la parte destra del cervello dei vostri collaboratori, e settare le attività di conseguenza.

 

Qui troverai l'episodio completo. 

 

 

 

 

 

1° - Pensiero abitudinario

La prima tipologia di pensiero bloccante che alcuni vostri collaboratori potrebbero adottare è il pensiero abitudinario.

 

Creatività e pensiero abitudinario

 

 

Questa tipologia di pensiero avviene quando di fronte a più opzioni scegliamo ciò che ha funzionato fino a quel momento, scartando a priori tutto ciò che è lontano dalle nostre abitudini.

Prendiamo come esempio l’ideazione del primo cellulare con un solo pulsante da parte di Apple

Se Steve Jobs nel farsi venire l’idea di creare uno smartphone con un solo pulsante avesse adottato il pensiero abitudinario, avrebbe visto la sua idea lontana dalle abitudini comuni e quindi l’avrebbe scartata a priori.

 

Abitudini comuni e creatività

 

 

Oppure immagina Rosa Parks, la ribelle amica di Martin Luther King che ebbe l’idea di ribellarsi al razzismo presente sugli autobus americani. 

Se anch’essa avesse utilizzato il pensiero abitudinario non si sarebbe ribellata alle forze dell'ordine in quel famoso 1 dicembre 1955

Nessuno prima di lei l’aveva fatto.

 

Nessuno prima di lei

 

 

Immagina per un attimo Roberto, un Web Designer in un Team tech.

 

Esempio pratico creatività al lavoro

 

 

Roberto sta lavorando insieme al suo team all’ideazione di un design più accattivante per il loro software.

Ad un certo punto sorge in Roberto un’idea che potrebbe rivoluzionare completamente l’esperienza cliente.

L’idea però sembra troppo innovativa per Roberto, così decide di gettare quell’idea e di realizzare qualcosa di più “tradizionale”.

 

Creatività e pensiero tradizionale 

 

 

Questo suo “pensiero abitudinario” sta impendendo a Roberto di dare vita a quel tocco innovativo che potrebbe fargli realizzare un design unico e distintivo.

Di conseguenza il loro software farà difficoltà a differenziarsi dalla concorrenza. 

Questo ci fa quindi capire che c’è dell’altro oltre alla semplice ideazione.

Roberto l’idea ce l’ha avuta, ma il suo pensiero abitudinario l’ha frenato nel portare avanti quell’idea.

 

Cosa frena la creatività al lavoro

 

 

 

2° - Pensiero impulsivo

La seconda tipologia di pensiero bloccante che alcuni vostri collaboratori potrebbero adottare è il pensiero impulsivo.

 

Creatività e pensiero impulsivo

 

 

Questa tipologia di pensiero avviene quando abbiamo fretta di cercare una soluzione a un problema, e pur di essere veloci ci accontentiamo della prima idea che ci viene in mente. 

Essendo noi in una società iper-frenetica questa tipologia di pensiero è installata in molte persone, e in molte aziende.

 

Società iperfrenetica

 

 

Pensa alle aziende che intravedono una nuova opportunità di business e vogliono immediatamente lanciare un nuovo prodotto. 

Questa fretta le fa creare un prodotto non pienamente in linea con le esigenze delle persone. 

Così, altre aziende un po’ più caute si prendono del tempo per creare un prodotto davvero vincente e finiscono per battere l’altra azienda che invece ha avuto fretta nell’uscire sul mercato.

 

Prodotti vincenti grazie alla creatività

 

 

Attenzione: sappiamo entrambi quanto la tempestività e la velocità siano due fattori importanti nel business.

Dobbiamo però ricordarci che i clienti ci mettono pochi secondi per passare da un prodotto a un altro.

Per questo motivo il “pensiero impulsivo” presente in molti Team di lavoro rischia di non portare la sufficiente innovazione per staccarsi dalla concorrenza.

 

 

Staccarsi dalla concorrenza grazie alla creatività

 

 

 

3° - Pensiero preventivo 

La terza tipologia di pensiero bloccante che alcuni vostri collaboratori potrebbero adottare è il pensiero preventivo.

 

Creatività e pensiero preventivo

 

 

Questa tipologia di pensiero si basa esclusivamente sulle esperienze passate.

Esperienze sia nostre che altrui. 

 

Esperienze passate influenzano la creatività

 

 

Mi spiego meglio.

Immagina una Software House (un’azienda che costruisce software per altre aziende).

Siamo nel lontano 2002.

 

Esempio pensiero creativo

 

 

All’azienda viene un’idea: creare una nuova linea di prodotti basata sull’ecommerce.

L’idea si basa sul creare degli ecommerce per permettere alle aziende clienti di vendere prodotti online.

L'azienda decide quindi di realizzare alcuni prototipi e di "testare il mercato".

Purtroppo però, nonostante l’idea molto innovativa i risultati sembrano non arrivare.

Le aziende clienti non credono che l’ecommerce diventerà fondamentale

 

Convinzioni limitanti e creatività

 

 

I tentativi vanno avanti per un bel po' finché dopo due anni la Software House decide di estinguere quella linea di prodotti.

Il motivo della decisione è il seguente: "l'idea è sbagliata, o forse troppo rivoluzionaria".

 

Pensiero creativo idee sbagliate

 

 

 

Nel frattempo, passano gli anni.

Ci troviamo ora nell'aprile del 2020.

Covid-19 è da poco atterrato sul territorio italiano.

 

Covid e cambiamenti in azienda 

 

 

Alcuni collaboratori della Software House propongono all’amministratore delegato di riprendere in mano il progetto passato.

Secondo loro infatti, le aziende potrebbero avere bisogno di un ecommerce personalizzato per spostare la propria attività dall’offline all’online.

 

Offline online

 

 

L’amministratore delegato però, ricordandosi la spiacevole esperienza del 2002, decide di adottare il pensiero preventivo, basando quindi la propria decisione sull’esperienza passata.

La sua risposta è la seguente: “Abbiamo già fallito una volta. Se non ha funzionato nel 2002 non funzionerà nemmeno oggi”.

Ecco che questa decisione (derivata dal pensiero abitudinario) impedirà alla Software House di sfruttare uno dei più impattanti trend del momento.

 

Momento di riflessione creativa

  

 

Bene, ora che abbiamo visto le tre tipologie di pensiero bloccante vediamo un esercizio pratico da portare all’interno dei vostri team di lavoro.

Prima vedremo la parte teorica.

Poi vedremo la parte pratica.

 

 

 

_

Momento di riflessione: come possono le "pause di silenzio" stimolare la creatività dei vostri collaboratori?

Al minuto 01:40 (del video che trovi qui sotto) ti racconto una mia esperienza.

 

 

Qui troverai l'episodio completo.

 

 

 

 

 

Esercizio pensieri bloccanti - Teoria

Abbiamo quindi capito che vi sono tre principali pensieri bloccanti che potrebbero frenare la creatività e l’innovazione dei vostri team di lavoro:

  • il pensiero abitudinario
  • il pensiero impulsivo
  • il pensiero preventivo.

 

Tre pensieri che bloccano la creatività  

 

 

L’esercizio che ti propongo è un esercizio molto semplice che ogni Team Leader potrà portare all’interno del proprio team.

L’esercizio si divide in tre fasi:

  1. Riflessione individuale
  2. Condivisione collaborativa
  3. Azioni da intraprendere

 

 

Esercizio pratico pensiero creativo in azienda

 

 

Vediamo le tre fasi in dettaglio.

 

 

1° fase - Riflessione individuale

La prima fase si chiama Riflessione individuale.

 

Riflessione individuale prima fase esercizio creatività

 

 

Dopo che il Team Leader avrà spiegato ai propri colleghi la presenza di queste tre tipologie di pensiero bloccante, ogni persona dovrà farsi individualmente 6 domande (3+3).

Ogni persona risponderà direttamente all’interno del Database di Team.

Noi consigliamo di utilizzare lo strumento Airtable (non prendiamo un euro per consigliarlo).

Qualsiasi altro strumento può andare bene (es. google sheet, excel).

 

Database per mantenere le idee creative nel team di lavoro

 

 

Le prime tre domande sono le seguenti.

  1. Secondo la mia opinione, nel nostro team stiamo utilizzando il pensiero abitudinario? Se sì, in quali circostanze?
  2. Secondo la mia opinione, nel nostro team stiamo utilizzando il pensiero impulsivo? Se sì, in quali circostanze?
  3. Secondo la mia opinione, nel nostro team stiamo utilizzando il pensiero preventivo? Se sì, in quali circostanze?

 

Tre domande esercizio creatività in azienda

 

 

Una volta che la persona avrà risposto a queste prime tre domande, dovrà farsi altre tre domande.

Le domande sono le seguenti.

  1. Nel caso avessi risposto in modo affermativo alla prima domanda, in che modo potremmo limitare il pensiero abitudinario nel Team?
  2. Nel caso avessi risposto in modo affermativo alla seconda domanda, in che modo potremmo limitare il pensiero impulsivo nel Team?
  3. Nel caso avessi risposto in modo affermativo alla terza domanda, in che modo potremmo limitare il pensiero preventivo nel Team?

 

Domande esercizio creatività al lavoro

 

 

Una volta che ogni persona avrà risposto autonomamente a queste 6 domande (3+3) tutto il Team potrà passare alla seconda fase.

 

 

 

 

2° fase - Condivisione collaborativa

La seconda fase si chiama Condivisione collaborativa.

 

Condivisione collaborativa seconda fase esercizio creativita

 

 

La seconda fase si basa sul condividere le risposte che ogni persona ha dato.

Le risposte saranno visibili nel Database di Team e ogni persona avrà alcuni minuti per raccontare la propria riflessione avvenuta nella prima fase.

Questa è una semplice fase di racconto e condivisione che potrà essere svolta dal vivo o in VideoCall.

 

Raccontare e condividere le idee creative al lavoro

 

 

Passiamo ora alla terza fase.

 

 

 

 

3° fase - Azioni da intraprendere

La terza fase si chiama Azioni da intraprendere.

 

Azioni da intraprendere nella terza fase dell'esercizio sulla creatività

 

 

Una volta che i membri del Team avranno condiviso le proprie idee dovranno comprendere quali sono le azioni da intraprendere per limitare gli eventuali pensieri abitudinari, impulsivi o preventivi.

Detto ciò, non dovranno fare altro che prendere le risposte n°4-5-6 (date dalle persone nella prima fase) e capire quali di esse è funzionale applicare in base ai propri obiettivi.

 

Attività funzionali in base alle idee del team di lavoro

 

 

Una volta deciso sarà necessario mettere le azioni a calendario, e agirle.

 

Focus al lavoro

 

 

Ora che abbiamo visto la parte teorica, vediamo la parte pratica.  

 

 

_

Momento di riflessione: come può la Leadership Collaborativa stimolare la creatività dei vostri collaboratori? 

Al minuto 02:39 (del video che trovi qui sotto) vediamo un modello di Leadership Collaborativa utilizzato dalle aziende più innovative al mondo.

  

 

Qui troverai l'episodio completo.

 

 

 

 

 

Esercizio pensieri bloccanti - Pratica

Vediamo ora un esempio pratico di come potrete applicare questo esercizio creativo nei vostri Team di lavoro.

 

Esempio pratico creatività sul posto di lavoro 

 

 

Immagina un Team Tech.

Il Team è costituito da:

  • Jacob: Team Leader (e Software Engineer)
  • Luna: Software engineer
  • James: Software Engineer
  • Amina: Data Analyst
  • Raffaele: Data Analyst
  • Stephen: Designer

 

 

Team di lavoro esercizio creativo 

 

 

Per prima cosa Jacob (Team Leader) introdurrà questo esercizio a tutto il Team.

Una volta fatto ciò, ogni persona partirà con la prima fase.

Prenderemo come esempio le risposte che darà Luna (Software Engineer).

 

Esempio creatività collaboratore in azienda

 

 

 

 

1° fase - Riflessione individuale

Luna parte con la propria riflessione individuale.

 

Riflessione e creatività

 

 

In questa prima fase Luna si farà 6 domande (3+3).

Partirà con il rispondere alle prime 3 domande.

 

Domande creative

 

 

1° domanda.

"Secondo la mia opinione, nel nostro team stiamo utilizzando il pensiero abitudinario? Se sì, in quali circostanze?"

 

Domande stimolazione creatività al lavoro

 

 

La sua risposta è la seguente.

", abbiamo utilizzato recentemente il pensiero abitudinario.

Nello specifico, qualche settimana fa Stephen ha avuto un’idea per un cambio totale di Design e l’abbiamo scartata a priori perché troppo rivoluzionaria."

 

 

 

 

2° domanda.

"Secondo la mia opinione, nel nostro team stiamo utilizzando il pensiero impulsivo? Se sì, in quali circostanze?"

 

Esercizio creativo

 

 

La sua risposta è la seguente.

", abbiamo utilizzato recentemente il pensiero impulsivo.

Nello specifico, qualche settimana fa abbiamo introdotto delle modifiche alla nostra App di punta basandoci su una survey che a mio parere è stata troppo riduttiva.

In sostanza abbiamo attuato delle modifiche basandoci su pochi dati.

Tutto ciò solamente perché ci siamo messi fretta, senza un apparente motivo."

  

 

3° domanda.

"Secondo la mia opinione, nel nostro team stiamo utilizzando il pensiero preventivo? Se sì, in quali circostanze?"

 

Stimolare la creatività al lavoro

 

 

La sua risposta è la seguente.

", abbiamo utilizzato recentemente il pensiero preventivo (e lo stiamo tuttora utilizzando).

Qualche mese fa abbiamo avuto un’idea per la creazione di una nuova funzionalità dell’app che però non abbiamo ancora realizzato.

Ciò che ci sta frenando non è la mancanza di tempo o di budget bensì la paura di ripetere l’errore dell’anno scorso, ovverosia realizzare una funzionalità che l’utente non apprezza."

 

Bene, Luna sta facendo un ottimo lavoro.

Ora decide di passare alle successive tre domande.

 

Coltivare la creatività al lavoro 

 

 

 

4° domanda

"Nel caso avessi risposto in modo affermativo alla prima domanda, in che modo potremmo limitare il pensiero abitudinario nel Team?"

 

Sviluppare la creatività al lavoro

 

 

La sua risposta è la seguente.

"L’idea che Stephen ha avuto potrebbe avere successo.

Secondo me potremmo far realizzare il nuovo design a Stephen e testarlo sul 5% dei nostri clienti affezionati.

A questo 5% invieremo una survey per analizzare l’apprezzamento.

Inoltre faremo una Call con 50 persone per avere dei feedback qualitativi."

 

 

 

5° domanda

"Nel caso avessi risposto in modo affermativo alla prima domanda, in che modo potremmo limitare il pensiero impulsivo nel Team?" 

 

Aumentare la creatività al lavoro

 

 

La sua risposta è la seguente.

"Per non cascare nuovamente in errore, da adesso in poi potremmo prenderci qualche ora in più per realizzare una survey più approfondita che vada a includere sia dati quantitativi che dati qualitativi.

Potremmo ad esempio contattare personalmente alcuni utenti/clienti dell’app per avere un feedback maggiormente qualitativo."

 

 

 

6° domanda

"Nel caso avessi risposto in modo affermativo alla prima domanda, in che modo potremmo limitare il pensiero preventivo nel Team?"

 

Più creatività in azienda

 

 

La sua risposta è la seguente.

"Potremmo contattare 100 clienti affezionati e chiedere loro se la funzionalità potrebbe interessargli.

Nel caso in cui almeno 50 persone affermino essere una funzionalità utile potremmo realizzarla e testarla sul 50% dei nostri clienti."

 

 

Ora che Luna e gli altri membri del Team avranno risposto a queste 6 domande passeranno alla seconda fase

 

 

 

 

2° fase - Condivisione collaborativa

A questo punto Jacob, Luna, James, Amina, Raffaele e Stephen condivideranno insieme le risposte che tutti hanno dato.

 

Condivisione e creatività 

 

 

Lavorando essi da remoto si collegheranno in VideoCall e terranno sott’occhio il Database con tutte le risposte date.

Ogni persona racconterà in modo approfondito ciò che è avvenuto durante la propria prima fase (riflessioni, sensazioni, idee…).

 

Idee creative, riflessioni e sensazioni

 

 

Una volta terminata la condivisione passeranno alla 3° fase.

La terza fase potrà avvenire nello stesso incontro, o in un altro incontro nei giorni successivi (scelta migliore così da dare al cervello il tempo di riflettere su quanto detto).

 

 

 

 

3° fase - Azioni da intraprendere

A questo punto punto il Team si chiederà: "di tutte le azioni che abbiamo ideato, quali sono quelle più funzionali per il raggiungimento dei nostri obiettivi?"

 

Azioni collegate a idee creative

 

 

Il Team decide di accogliere una serie di idee tra cui l’idea di Luna in risposta alla domanda n° 4.

Le altre idee verranno tenute per il futuro o eventualmente scartate.

 

Il Team ha così concluso la sua attività di Team building e Pensiero Creativo.

 

 

_

Momento di riflessione: come può il Coaching stimolare la creatività nei vostri Team di lavoro? 

Al minuto 02:49 (del video che trovi qui sotto) vediamo il modello Weekly Coaching che potrai sperimentare in azienda.

 

Qui troverai l'episodio completo.

 

 

 



___

Prima di concludere l'episodio

Prima di passare alla parte conclusiva di questo episodio ti invito a scaricare il nostro Moonly PLAYBOOK, il manuale strategico da leggere in 1 minuto

Scaricandolo ora:

  • avrai cristallizzate tutte le strategie pratiche che abbiamo trattato in questo episodio, senza correre il pericolo di dimenticartele
  • potrai tenere sempre con te le strategie pratiche da applicare in azienda, senza dover tornare nuovamente in questo episodio per rileggerle;
  • potrai condividere le strategie appena apprese direttamente con i tuoi colleghi, senza rischiare di dimenticarti ciò che hai appena letto. 

 

 Creative thinking

 

 

 

 

 

Conclusioni

Anche questo episodio (come gli altri) sta per concludersi.

In questo 33° episodio abbiamo capito che l’assenza di creatività rende l’azienda:

  • poco attraente (per i futuri talenti che entreranno in azienda);
  • poco coinvolgente (per gli attuali collaboratori);
  • poco stimolante (per gli attuali e futuri clienti).

 

Attrarre coinvolgere e stimolare talenti collaboratori e clienti

 

 

 

La bella notizia è che:

  • la creatività aumenta la produttività delle persone;
  • la creatività migliora la cooperazione e il team work;
  • la creatività favorisce il problem solving;
  • la creatività libera il potenziale delle persone;
  • la creatività rende il team più sereno;

 

 

Risultati creatività al lavoro 

 

 

Abbiamo poi capito che esistono tre tipologie di pensieri bloccanti che frenano la creatività delle persone (e dei team di lavoro).

  • Il pensiero abitudinario.
  • Il pensiero impulsivo.
  • Il pensiero preventivo.

 

 

Tipi di pensiero bloccante 

 

 

Per aumentare la creatività dei vostri collaboratori potrete far svolgere un esercizio di Team building basato su tre fasi:

  1. Riflessione individuale
  2. Condivisione collaborativa
  3. Azioni da intraprendere

 

 

Esercizio team building e creatività 

 

 

Una volta che avrete portato questo esercizio in azienda i vostri collaboratori:

  • riusciranno a portare più innovazione in azienda;
  • creeranno un clima di lavoro più frizzante e piacevole;
  • riusciranno a esaltare la propria unicità.

 


Creatività e unicità

 

 

Congratulazioni per aver terminato il 33° episodio di Moonly TRAINING.

Spero che le strategie che ti abbiamo offerto potranno esserti d'aiuto.

Ti sarei davvero grato se investissi 30 secondi del tuo tempo per lasciarci un tuo feedback anonimo qui (nessuna mail richiesta).

Inoltre, sentiti libero/a di condividere il link di questo episodio con tutte le persone che sai già potranno beneficiarne.

Avrai contribuito alla nostra missione.

Grazie, e a presto.

Ciao.

_

"Tutto questo per esaltare l'unicità delle persone, facendovi diventare un'azienda unica."

 

Moonly

 

 

 

_

 Accedi a Moonly TV. Gratis.

Le migliori strategie pratiche utilizzate dalle aziende più innovative al mondo per esaltare l'unicità delle persone attraendo, potenziando e motivando talenti unici.Moonly TV: attrarre, potenziare e motivare i propri collaboratori