Produttività sul lavoro: come aumentarla con la tecnica del Triangolo.

 

 

Produttività sul lavoro: un problema non da poco.

Basti pensare che secondo Gallup solamente il 36% delle persone è "engaged".

Ciò significa che più di 6 persone su 10 non sono produttive e performanti.

Insomma, un bel problema per le aziende.

Un problema che deve essere risolto.

La buona notizia?

In questo episodio inizieremo a risolverlo.

Tutto ciò tramite un triangolo.

Il Triangolo della Produttività.

Fra qualche minuto avrai un esercizio pratico da portare nei tuoi team di lavoro.

Stiamo per iniziare il 22° episodio di Moonly TRAINING.

Partiamo. 

 

Come aumentare la produttività sul lavoro 

 

 

 

In questo episodio risponderemo alle seguenti domande.

  1. Come aumentare la produttività sul lavoro?

  2. Su cosa è bene concentrarsi quando si parla di produttività al lavoro?

  3. Qual è un esercizio pratico per aumentare la produttività dei propri collaboratori?

  4. Che cos’è il Triangolo della Produttività?

  5. Quali sono i tre lati del Triangolo della Produttività?

  6. In che modo la consapevolezza aiuta le persone a essere più produttive?

 

 luna moonly Moonly

 

Come sempre, massima trasparenza.

  • L'episodio che stiamo per iniziare non contiene alcuna pubblicità o link di affiliazione.
  • Abbiamo scelto lo sfondo nero per non stancare i tuoi occhi.
  • Più il luogo nel quale ti trovi è buio migliore sarà la tua esperienza di apprendimento.
  • Ci piacerà leggere il tuo feedback anonimo qui.
  • Se vuoi ottimizzare il tuo tempo puoi scaricare l'estratto dell'episodio qui.
  • La maggior parte degli episodi sono realizzati in collaborazione con il nostro pool di Psicologi, Business Coach e Data Scientist che stanno portando avanti il nostro progetto di Auto-leadership.
  • Se preferisci la modalità "video", qui sotto trovi il video dell'episodio (il testo è più ricco di dettagli).

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Aumentare la produttività sul lavoro.

Il basso di livello di produttività dei propri collaboratori è un problema che sta colpendo le aziende già da molti anni.

Nonostante le soluzioni per risolvere questo problema siano in continuo aumento, sembra che il livello di produttività non voglia aumentare.

Il grande problema del calo della produttività è che esso porta le persone a non impegnarsi.

Il livello di engagement delle persone infatti, è strettamente collegato con la produttività.

 

 

Produttività sul lavoro e engagement

 

 

Persone poco produttive:

  • impiegano più tempo per svolgere determinate attività;
  • di conseguenza, aumentano i costi per le aziende;
  • di conseguenza, mancano le risorse per attrarre i migliori talenti (che a loro volta non vogliono lavorare con persone poco produttive).

 

Inoltre, le persone poco produttive sono quasi sempre persone poco energiche

Di conseguenza, queste persone trasmetteranno un umore non piacevole all’interno del team.

 

 

Rischi di poca produttività al lavoro

 

 

Spesso infatti si correla l’assenza di produttività a un problema legato esclusivamente della persona interessata. 

In realtà però, una persona poco produttiva rischia di portare conseguenze negative a tutto il team.

Il team si sentirà infatti frenato, poco motivato e di conseguenza poco efficiente.

 

 

Team aziendale poco produttivo

 

 

Questo ci fa capire quanto sia fondamentale offrire un metodo alle persone affinché possano aumentare la propria produttività.

Un metodo semplice che possa fare chiarezza su come gestire e incrementare il proprio livello produttivo.

Quello che vedremo in questo episodio è quello che negli ultimi anni ho voluto chiamare "Triangolo della Produttività".

Un triangolo “equilatero”, ossia un triangolo costituito da tre lati di uguale importanza e di uguale lunghezza.

 

 

Esercizio triangolo della produttività

 

 

Il mio consiglio sarà quello di portare questo metodo ai Team Leader della vostra azienda affinché possano condividere queste informazioni con i propri colleghi.

Prima di analizzare il Triangolo della Produttività però, dobbiamo percorrere un passo importante.

Un passo che parte dalla parola “perché”.

Senza questo passo risulterà inutile conoscere il Triangolo della Produttività.

 

 

 

_

Momento di riflessione: esiste correlazione tra produttivitàmotivazione?

Al minuto 01:59 (del video che trovi qui sotto) analizziamo i tre bisogni primari dai quali partono la motivazione delle persone al lavoro.

 

 

Qui troverai l'episodio completo.

 

 

 

 

 

Produttività sul lavoro: si parte dalla parola “perché”

Negli ultimi anni ho avuto il piacere di lavorare con centinaia di manager e posso dirti che la parola “perché” è la parola che più di tutte ha fatto la differenza.

 

 

Perché è importante la produttività al lavoro

 

 

Che cosa intendo?

Te lo spiego subito.

Se venissi nella vostra azienda e chiedessi ai vostri collaboratori quanti di loro vorrebbero diventare più produttivi, molto probabilmente il 90% di loro alzerebbe la mano.

Tutti noi vorremmo essere più produttivi.

Sappiamo tutti che essere delle persone più produttive non significa solamente produrre di più al lavoro, ma anche avere più tempo:

  • per le nostre relazioni
  • per i nostri hobby
  • per la nostra salute
  • ...

 

 

Benefici aumento produttività sul lavoro

 

 

Insomma, la maggior parte delle persone vorrebbe diventare più produttiva.

Poche persone però conoscono il vero motivo per il quale lo vogliono diventare.

Poche persone conoscono il motivo intrinseco.

Poche persone sono consapevoli della motivazione interiore che li spingerebbe a diventare più produttive.

 

 

Motivazione per aumentare la produttività aziendale delle persone

 

 

La maggior parte delle persone non riesce ad aumentare la propria produttività sul lavoro perché la motivazione proviene dall'esterno.

È infatti il Responsabile che fa spesso presente alla persona di essere poca produttiva

Questa però è una motivazione estrinseca (qualcuno all’esterno mi dice di essere una persona più produttiva) e non intrinseca (voglio davvero diventare una persona più produttiva).

La motivazione che proviene dall’esterno, sarà sempre meno efficace della motivazione che nasce dall’interno.

 

 

Efficacia produttività delle persone al lavoro

 

 

Dove voglio portarti con queste parole?

Semplicemente voglio rassicurarti dicendoti che l’unico modo per aumentare la produttività dei vostri collaboratori è far capire loro il perché vogliono diventare più produttivi.

Per quale motivo la maggior parte dei programmi formativi sulla produttività non portano risultati?

Si stima che solamente l’1% delle persone ottiene veri risultati (e sostenibili nel tempo) dopo percorsi formativi sulla produttività.

 

 

Esercizio produttività sul lavoro

 

 

Il motivo è molto semplice: il formatore condivide quelli che sono i suoi metodi e le sue strategie.

Non si concentra però sul far comprendere la motivazione intrinseca che renderà i vostri collaboratori desiderosi di diventare più produttivi.

Il solo metodo non basta.

Altrimenti avremmo un mondo pieno di persone iper-produttive.

È evidente che così non è.

  

 

Il metodo sulla produttività aziendale non basta

 

 

Detto ciò, il mio consiglio è il seguente.

Prima di portare il Triangolo della Produttività all’interno dell’azienda, permetti alle persone di riflettere sulla motivazione che li spingerà a mettere in pratica questo metodo.

Lasciali qualche giorno per riflettere sul vero perché.

Sulla vera motivazione che li spinge ad aumentare la propria produttività.

 

 

Riflessione e aumento della produttività dei collaboratori

 

 

I manager danno per scontato che i propri colleghi dovrebbero aumentare la produttività per ottenere più risultati lavorativi.

Ma non tutte le persone si fanno motivare dai risultati lavorativi.

 

 

Come la produttività influenza i risultati

 

 

C’è chi potrebbe motivarsi maggiormente dal pensiero di essere più brillanti con il proprio partner.

Chi potrebbe motivarsi dal pensiero di poter finalmente migliorare fisicamente.

Altri che potrebbero motivarsi da diventare più energici con i propri amici.

Altri ancora che vorrebbero sentirsi più produttivi semplicemente per poter gestire al meglio il proprio tempo tra famiglia, amici e lavoro.

Insomma, ognuno deve trovare le proprie leve motivazionali.

 

 

Leve motivazionali nell'aumento della produttività dei dipendenti

 

 

Una volta che i vostri collaboratori avranno trovato le proprie leve motivazionali, potranno mettere in pratica il Triangolo della Produttività.

Attenzione: non vi è differenza tra produttività al lavoro, produttività nelle relazioni o produttività nei propri hobby.

Una persona produttiva al lavoro è (al 99%) una persona produttiva anche al di fuori del lavoro.

Di conseguenza, una persona poco produttiva al di fuori del lavoro, lo sarà anche al lavoro.

 

 

Produttività sul posto di lavoro

 

 

Quindi, fai in modo che ogni Team Leader ponga le seguenti domande ai propri colleghi affinché riescano a trovare le proprie leve motivazionali.

  • Per quale motivo vorresti essere più produttivo/a?
  • Qual è la motivazione che maggiormente ti spingerebbe a diventare più produttivo/a?
  • Che cosa ti spingerebbe a diventare più produttivo/a?
  • Dentro di te, cosa ti invoglia a diventare più produttivo/a?
  • Perché vuoi essere una persona più produttiva?

 

Queste domande faranno riflettere le persone sulla reale motivazione che li spingerà a diventare più produttive.

 

 

_

Momento di riflessione: quali sono i 6 blocchi che tendono a bloccare la produttività e il potenziale delle persone?

Al minuto 01:23 (del video che vedi qui sotto) ti riporto un esempio pratico

 

 

Qui troverai l'episodio completo.

 

 

 

 

 

Il Triangolo della Produttività

Ora che i vostri collaboratori hanno capito la vera motivazione che li avrà spinti a migliorare, veniamo al Triangolo della Produttività.

Molte persone credono che essere produttive significhi "fare di più".

La cosa è vera in parte.

Essere produttivi al lavoro ti porta certamente a fare di più, ma non significa che bisogni fare di più.

Essere produttivi infatti significa agire con intelligenza.

 

 

Produttivita intelligente al lavoro

 

 

Una recente statistica ha dichiarato come le persone cha lavorano nei paesi più ricchi tendono a lavorare meno ore rispetto alle persone che lavorano nei paesi più poveri.

Questo perché nei paesi ricchi le persone sono in grado di produrre di più in un’ora singola di lavoro.

Questo è dettato sia dalla tecnologia più avanzata sia dalla maggior produttività delle persone.

 

 

Miglioramento della produttività in azienda e tecnologia

 

 

Paesi come la Germania hanno capito che per avere persone più produttive non è necessario aumentare le ore di lavoro, anzi.

Il segreto sta proprio nel diminuire le ore di lavoro così da non entrare in possibili situazioni di burnout.

 

 

Burnout e produttività

 

 

Questo non significa che meno lavoreremo più saremo produttivi.

C’è sempre bisogno di un giusto compromesso.

Questo compromesso ce lo offre il Triangolo della Produttività. 

Iniziamo dal primo lato del triangolo.

 

 

 

 

 

Primo lato del Triangolo: il tempo

Il primo lato del Triangolo della Produttività riguarda la gestione del proprio tempo

 

 

Esercizio pratico produttività in azienda

 

 

Se vuoi permettere ai vostri collaboratori di essere più produttivi devi assicurarti che sappiano in modo preciso come utilizzano il proprio tempo.

  • Come spendono il proprio tempo durante la giornata?
  • Quanto tempo trascorrono a lavorare (veramente)?
  • Quanto tempo trascorrono sui social network?
  • Quanto tempo trascorrono in viaggio?
  • Quanto tempo trascorrono su Netflix?
  • Quanto tempo trascorrono ad ascoltare musica?
  • Quanto tempo trascorrono con gli amici?
  • Quanto tempo trascorrono in palestra?

 

Naturalmente non devi saperlo tu (micro-management).

Lo devono sapere loro

 

Produttività e gestione del tempo

 

 

Questo è un vero e proprio esercizio che dovranno svolgere i vostri collaboratori prima di iniziare qualsiasi attività legata all'aumento della produttività.

Il miglioramento della produttività parte dalla consapevolezza del proprio tempo.

Se c’è infatti una frase che accomuna le 7 miliardi di persone che popolano il nostro pianeta, quella è “non ho tempo”.

In realtà, non è vero che le persone "non hanno tempo".

Piuttosto "non sono consapevoli di dove sta andando il proprio tempo".

 

 

Consapevolezza gestione del tempo e produttività in azienda

 

 

Detto ciò, ecco a te l’esercizio che potrai sperimentare all’interno del tuo team.

È lo stesso esercizio che ti consiglio di proporre ai vostri Team Leader affinché lo facciano svolgere ai propri colleghi.

 

 

Team aziendale più produttivo

 

 

Ogni vostro collega - per un’intera giornata -  trascriverà sulle note del proprio smartphone (o al computer) tutte quelle che sono le attività che svolge durante il giorno.

Sarà un vero e proprio check-up per capire dove sta andando il proprio tempo.

Più saranno dettagliati, maggiormente riusciranno a migliorare.

 

 

Check up produttività in azienda

 

 

Attenzione: questa non è un’attività che deve essere svolta ogni giorno.

Ti invito inoltre a non vedere questo esercizio come un "esercizio da maniaci del tempo”.

Si chiama consapevolezza.

Una volta consapevoli i vostri collaboratori saranno liberi di fare ciò che vorranno.

"Ogni cambiamento sostenibile parte dalla consapevolezza".

 

 

Come portare più produttività in azienda partendo dalla consapevolezza

 

 

I vostri collaboratori andranno quindi a trascrivere il tempo che trascorrono:

  • a mangiare (colazione, spuntini, pranzi, cene)
  • sui social network (facebook, instagram, tik tok..)
  • su Youtube e/o su LinkedIn
  • su Netflix, Amazon Prime o altre piattaforme simili
  • a lavorare (veramente)
  • con gli amici
  • all’aria aperta
  • in palestra (o al parco)
  • in viaggio per andare al lavoro
  • in viaggio per andare in palestra (o al parco)
  • in viaggi per andare dagli amici
  • in famiglia
  • con il proprio partner
  • in silenzio (o da soli con se stessi)
  • …..

 

 

Modello pratico per aumentare la consapevolezza

 

 

L'obiettivo è comprendere dove sta andando il proprio tempo.

Ora potresti affermare: “d’accordo, ma le giornate non sono sempre le stesse!

Certo, per questo motivo potrebbe avere senso svolgere questo esercizio in 2-3 giornate diverse.

In questo modo le persone saranno consapevoli del proprio tempo nelle varie giornate differenti.

 

 

Giornate differenti dal punto di vista produttivo

 

 

Bene, arrivati a questo punto i vostri collaboratori saranno consapevoli di come gestiscono il proprio tempo.

Questa consapevolezza servirà loro per unire i puntini al termine dell'esercizio.

 

 

_

Momento di riflessione: che correlazione c'è tra convinzioni bloccanti e calo della produttività?

Al minuto 02:49 (del video che trovi qui sotto) vediamo la prima delle 3 convinzioni che alcuni vostri collaboratori potrebbero avere.

 

 

Qui troverai l'episodio completo.

 

 

 

 

 

Secondo lato del Triangolo: l’energia

Una volta che i vostri collaboratori avranno capito come gestiscono il proprio tempo dovranno capire come gestiscono la propria energia.

 

 

Produttività e gestione dell'energia

 

 

Uno degli errori da non commettere è quello di fermarsi al primo lato del triangolo.

Molte persone infatti associano la produttività alla sola gestione del tempo, senza dare importanza alla propria energia.

Ma che senso ha avere tempo, ma non avere energia per sfruttare quel tempo?

Quante volte ci succede di avere tempo libero, ma di non riuscire a sfruttarlo per la mancanza di energia?

Per questo motivo è fondamentale che i vostri collaboratori conoscano i propri livelli energetici.

 

 

Livelli energetici e produttività personale

 

 

Cosa intendo?

Come già ben sai, i vostri collaboratori hanno livelli energetici diversi durante la giornata.

  • C’è chi ha più energia al mattino.
  • Chi ha più energia nel pomeriggio.
  • E chi addirittura è più energico alla sera.

 

Ogni persona in azienda deve essere consapevole dei propri livelli di energia.

 

 

Produttività sul lavoro e livelli energetici delle persone

 

 

 

Immagina Luna, una blogger di un’azienda Tech.

 

 

Luna

 

 

Luna, in questo momento, gestisce le sue ore di lavoro in questo modo. 

  • 9:00 - 11:00 ⎮ Scrivere un articolo di blog.
  • 11:00 - 11:30 ⎮ Ricercare immagini per l’articolo.
  • 11:30 - 12:30 ⎮ Ottimizzare la SEO.
  • 14:00 - 15:00  ⎮ Creare un lead magnet da inserire nell'articolo.
  • 15:00 - 15:30 ⎮ Inviare la newsletter con il link all’articolo.
  • 15:30 - 17:00 ⎮ Creare dei post per Instagram legati all'articolo che ha appena scritto.

 

Ora ti chiedo: secondo te, qual è fra queste l’attività che richiede maggior energia?

 

 

Esercizio come aumentare la produttività in azienda

 

 

Molto probabilmente la scrittura dell’articolo.

 

 

Esempio pratico produttività in azienda

 

 

E se ti chiedessi di identificare l’attività che richiede minor energia, cosa mi risponderesti?

 

 

Gestione energia esempio produttività sul posto di lavoro

 

 

Molto probabilmente la ricerca delle immagini per l’articolo.

 

 

Esempio incrementare la produttività al lavoro

 

 

Luna, analizzando i suoi livelli di energia potrebbe accorgersi che:

  • la mattina (dalle 8:00 alle 12:00) ha molta energia;
  • il primo pomeriggio (dalle 13:00 alle 15:00) ha un forte calo dell’energia;
  • nel tardo pomeriggio (dalle 15:00 in poi) l’energia ritorna a salire.

 

 

Routine produttività delle persone

 

 

Di conseguenza, per ottimizzare il proprio tempo (e diventare più produttiva):

  • posticiperà la ricerca delle immagini alle ore 14:00
  • anticiperà la creazione del lead magnet alle ore 11:00

 

Questa singola scelta permetterà a Luna di:

  • affrontare con più energia un’attività più critica (creazione lead magnet), impiegando anche meno tempo.
  • sfruttare il momento di down svolgendo un’attività che necessità di meno energia (ricerca immagini per l’articolo).

 

 

Momenti di forte produttività e calo della produttività in azienda

 

 

Detto ciò, è fondamentale che:

  • ogni persona in azienda conosca i propri livelli di energia;
  • ogni Team Leader conosca i livelli di energia dei propri colleghi
  • ogni persona conosca i livelli di energia dei propri colleghi.

 

Il livello di energia delle persone verrà inserito nel Database del team affinché tutti siano a conoscenza dei livelli energetici dei colleghi (massima trasparenza).

Io consiglio spesso Airtable (non prendiamo un euro per consigliarlo).

 

 

Trasparenza al lavoro

 

 

Detto ciò, i Team Leader della vostra azienda dovranno porre delle domande ai propri colleghi per far identificare:

  • i picchi di alta energia
  • i picchi di bassa energia.

  

Per identificare i picchi di alta energia faranno queste tre semplici domande ai propri colleghi:

  • Quand’è che ti senti maggiormente energico/a
  • Qual è il momento della giornata nel quale percepisci maggior freschezza mentale e ti senti più entusiasta
  • Quand’è che svolgi le azioni in modo più attivo e con più energia?

 

 

Correlazione energia e produttività

 

 

Per identificare i picchi di bassa energia faranno invece queste tre domande:

  • Quand’è che la tua energia sembra svanire?
  • Qual è il momento della giornata nel quale ti senti senza energie, stanco/a o spossato/a?
  • Quand’è che fai più fatica a svolgere le varie attività giornaliere?

  

 

Esempio energia e persone produttive in azienda

 

 

Una volta che i vostri collaboratori avranno risposto a queste domande saranno a conoscenza dei propri livelli energetici.

Di conseguenza sapranno quando è bene svolgere:

  • le attività più critiche (nei momenti in cui l’energia è alta);
  • le attività meno critiche (nei momenti in cui l’energia è bassa)

 

Vediamo ora il terzo lato del triangolo.

 

 

 

_

Momento di riflessione: per quale motivo l'identità che le persone si sono create nel tempo può minare oggi la loro produttività?

Al minuto 02:21 (del video che trovi qui sotto) capiamo come alcuni manager tendono a calpestare l'identità dei propri colleghi.

 

 

Qui troverai l'episodio completo.

 

 

 

 

 

Terzo lato del Triangolo: il focus

Se nel secondo lato i vostri collaboratori avranno compreso i propri livelli energetici, in questo terzo lato comprenderanno invece il proprio livello di concentrazione (focus).

 

 

Focus e produttività in azienda

 

 

Il focus è un tassello fondamentale quando si vuole aumentare la propria produttività.

Avere tempo a disposizione, conoscere i propri livelli di energia ma non conoscere i propri livelli di concentrazione non aiuterà a pieno i vostri collaboratori. 

Essi dovranno quindi capire:

  • quando si sentono più concentrati
  • quando si sentono meno concentrati

 

 

Più o meno

 

 

Attenzione: potresti pensare che i momenti di massima concentrazione corrispondano ai momenti di massima energia.

In realtà, negli ultimi anni ho visto che questo non sempre accade.

Per quale motivo?

Bè perché i livelli di energia sono pressoché sempre gli stessi.

Essi infatti si basano sui nostri ritmi circadiani.

I livelli di concentrazione invece possono essere influenzati da diversi fattori.

 

 

Diversi fattori concentrazione e produttività in azienda

 

 

Ti faccio un esempio su di me.

I miei livelli di energia sono i seguenti:

  • livello di massima energia: dalle 5:00 alle 8:30
  • livello di energia minima: dalle 11:00 alle 14:00

 

Questo non significa che:

  • dalle 5:00 alle 8:30 sono concentrato al 100%
  • dalle 11:00 alle 14:00 non sono concentrato.

 

Ipotizziamo che io mi svegli alle 5:00 e come prima cosa guardi le email.

Questo mi porterà ad affrontare le ore successive con:

  • tanta energia (l'energia, nel mio caso, c'è sempre alle 5:00 del mattino)
  • poca concentrazione (dovuta alla lettura delle mail che mi hanno sconcentrato).

     

     

    Persone produttive caratteristiche

     

     

    Naturalmente qui si aprirebbe una parentesi enorme su:

    • cosa si intende per tanta e poca?
    • tanta e poca rispetto a che cosa?

     

    Il riferimento deve sempre essere su se stessi.

     

     

    Analisi di se stessi e della propria produttività al lavoro

     

     

    Detto ciò, i Team Leader della vostra azienda dovranno porre delle domande ai propri colleghi per far identificare:

    • i picchi di alta concentrazione
    • i picchi di bassa concentrazione.

      

    Per identificare i picchi di alta concentrazione faranno ai propri colleghi queste tre domande:

    • Quali sono i momenti della giornata dove riesci a mantenere maggiormente la concentrazione?
    • Quand’è che ti senti realmente concentrato/a?
    • Quand’è che il tuo focus è massimo?

     

     

    Concentrazione e aumento della produttività

     

     

    Per identificare i picchi di bassa concentrazione faranno invece queste tre domande:

    • Quand’è che ti senti poco concentrato/a?
    • Quali sono i momenti dove perdi facilmente la concentrazione?
    • Quand’è che fai fatica a riportare la concentrazione ai massimi livelli?

     

     

    Concentrazione inferiore e produttività inferiore

     

     

    Bene, ora che i vostri collaboratori avranno concluso il proprio Triangolo della Produttività non manca che l’ultimo passo.

     

     

     

      

    Triangolo della produttività - Ultimo passo

    Arrivati a questo punto i vostri collaboratori avranno maggior consapevolezza di:

    • come stanno gestendo il proprio tempo;
    • come stanno gestendo la propria energia;
    • come stanno gestendo il proprio focus.


    Ora non dovranno fare altro che:

    • ottimizzare il proprio tempo eliminando le azioni meno importanti;
    • svolgere le attività più critiche nei momenti di massima energia e massima concentrazione;
    • svolgere le attività meno critiche nei momenti di energia minimaconcentrazione minima.

     

      

    Ottimizzazione per aumentare la produttività aziendale

     

     

    Grazie a ciò diventeranno delle persone più produttive al lavoro.

    Tutto questo solamente grazie alla consapevolezza.

     

     

    Consapevolezza al lavoro

     

     

     

    Questa tecnica è semplicemente una tecnica di consapevolezza.

    Una tecnica che però creerà un forte impatto nella vita dei vostri collaboratori.

     

     

    Impatto della produttività in azienda

     

     

    È naturale che se vuoi che i tuoi collaboratori riescano ad aumentare ancor di più la propria produttività, essi dovranno comprendere che:

    • l’alimentazione è fondamentale;
    • l’attività fisica è fondamentale;
    • il sonno e il riposo sono fondamentali;
    • l’atteggiamento mentale è fondamentale;
    • la conoscenza dei propri valori e del proprio scopo è fondamentale.

     

    Questo però riguarda un altro argomento che tratteremo sicuramente in altri articoli.

     

     

    _

    Momento di riflessione: come può il Coaching aumentare la produttività dei vostri collaboratori?

    Al minuto 02:18 (del video che trovi qui sotto) vediamo il modello Weekly Coaching che potrai portare in azienda.

     

    Qui troverai l'episodio completo.




     

     

    ___

    Prima di concludere l'episodio

    Prima di passare alla parte conclusiva di questo episodio ti invito a scaricare il nostro Moonly PLAYBOOK, il manuale strategico da leggere in 1 minuto

    Scaricandolo ora:

    • avrai cristallizzate tutte le strategie pratiche che abbiamo trattato in questo episodio, senza correre il pericolo di dimenticartele
    • potrai tenere sempre con te le strategie pratiche da applicare in azienda, senza dover tornare nuovamente in questo episodio per rileggerle;
    • potrai condividere le strategie appena apprese direttamente con i tuoi colleghi, senza rischiare di dimenticarti ciò che hai appena letto. 

     

    Moonly Playbook produttività

     

     

     

     

     

    Conclusione

    Anche questo episodio (come gli altri) sta terminando.

    In questo episodio abbiamo capito che i vostri collaboratori poco produttivi:

    • stanno facendo fatica a esprimere il proprio potenziale;
    • stanno intaccando negativamente il clima aziendale;
    • stanno ottenendo pochi risultati personali e professionali (bassa auto-realizzazione = bassa motivazione).

     

     

     

    Vantaggi aumento produttività

     

     

     

    Per ovviare a questo problema i vostri collaboratori dovranno:

    • prima di tutto essere consapevoli di essere poco produttivi;
    • identificare poi la vera motivazione che li spingerà a diventare delle persone più produttive; 
    • infine svolgere l’esercizio del Triangolo della Produttività.

      

    Grazie al Triangolo della Produttività i vostri collaboratori diventeranno consapevoli:

    • di come gestiscono il proprio tempo;
    • di come gestiscono la propria energia;
    • di come gestiscono il proprio focus.

     

     

    Triangolo per aumentare la produttività sul lavoro

     

     

    Tutto ciò li renderà:

    • delle persone più produttive ed efficienti;
    • delle persone più realizzate;
    • delle persone più fiere di se stesse, capaci di esaltare la propria unicità.

     

     

    Unicità e produttività

     

     

    Ricordiamoci che avere persone più produttive in azienda vi avrà permesso di:

    • attrarre i migliori talenti (le persone parleranno bene della vostra azienda);
    • attrarre i migliori talenti (i talenti vogliono lavorare in ambienti stimolanti);
    • attrarre i migliori talenti (i talenti vogliono lavorare con persone straordinarie).

     

     

    Persone produttive al lavoro vogliono lavorare in aziende stimolanti




     

    Congratulazioni per aver terminato il 22° episodio di Moonly TRAINING.

    Spero che le strategie che ti abbiamo offerto potranno esserti d'aiuto.

    Ti sarei davvero grato se investissi 30 secondi del tuo tempo per lasciarci un tuo feedback anonimo qui (nessuna mail richiesta).

    Inoltre, sentiti libero/a di condividere il link di questo episodio con tutte le persone che sai già potranno beneficiarne.

    Avrai contribuito alla nostra missione.

    Grazie, e a presto.

    Ciao.

    _

    "Tutto questo per esaltare l'unicità delle persone, facendovi diventare un'azienda unica."

     

    Moonly

     

     

     

    _

     Accedi a Moonly TV. Gratis.

    Le migliori strategie pratiche utilizzate dalle aziende più innovative al mondo per esaltare l'unicità delle persone attraendo, potenziando e motivando talenti unici.Moonly TV: attrarre, potenziare e motivare i propri collaboratori