Come trovare i migliori Talenti per la propria azienda: il metodo 4A.

  

Com'è possibile trovare i migliori Talenti per la propria azienda con il metodo 4A?

Stiamo per approfondire il metodo “The 4 A's of series A talents”.

Un metodo utilizzato dalle più innovative aziende al mondo per identificare i migliori talenti che hanno già lasciato la propria candidatura.

 

Vedremo insieme:
  • una parte teorica, fondamentale per contestualizzare il concetto;
  • una parte pratica, per implementare il modello in azienda.

 

Stiamo per iniziare il 10° episodio di Moonly TRAINING.

Partiamo.




Come identificare e attrarre un talento in azienda


In questo episodio risponderemo alle seguenti domande:

  1. Com’è possibile identificare i migliori talenti per la propria azienda?
  2. Come fanno le aziende più innovative al mondo a identificare i talenti di serie A?
  3. Che cos’è il metodo “The 4 A's of series A talents”?
  4. Quali sono le 4 caratteristiche di ogni talento di serie A?
  5. Come può essere implementato in azienda il metodo "The 4 A's of serie A talents"?
  6. Quali sono i benefici di avere Talenti di serie A in azienda?
  7. Cosa sarà successo dal momento in cui nuovi talenti di serie A varcheranno la soglia della vostra azienda? 



 

luna moonly

Moonly

 

Come sempre, massima trasparenza.

  • L'episodio che stiamo per iniziare non contiene alcuna pubblicità o link di affiliazione.
  • Abbiamo scelto lo sfondo nero per non stancare i tuoi occhi.
  • Più il luogo nel quale ti trovi è buio migliore sarà la tua esperienza di apprendimento.
  • Ci piacerà leggere il tuo feedback anonimo qui.
  • Se vuoi ottimizzare il tuo tempo puoi scaricare l'estratto dell'episodio qui.
  • La maggior parte degli episodi sono realizzati in collaborazione con il nostro pool di Psicologi, Business Coach e Data Scientist che stanno portando avanti il nostro progetto di Auto-leadership.
  • Se preferisci la modalità "video", qui sotto trovi il video dell'episodio (il testo è più ricco di dettagli).

 

 

 

 

 

 

 

Come trovare i migliori Talenti di serie A

Mai come oggi è diventato fondamentale per le aziende capire come attrarre i migliori talenti sul mercato.

Dopo averli attratti, però, è bene identificarli.



Identificare e attrarre talenti in azienda



È infatti fondamentale capire se essi siano davvero dei talenti di serie A.

Nell’era rivoluzionaria che stiamo vivendo le aziende hanno una forte responsabilità nell’assumere nuovi candidati.

La competitività tra aziende è sempre più forte, e le persone giocheranno un ruolo sempre più importante in azienda.

Per questo motivo, nella fase di assunzione, è fondamentale capire fin da subito se la persona che stiamo assumendo è un possibile talento di serie A.



3-trovare-talenti-di-serie-a-in-azienda



Questo ci aiuterà a:

  • non farci sfuggire i possibili talenti (che non credevamo essere tali);
  • non rischiare di assumere persone non pienamente in linea con le aspettative aziendali.

Per iniziare a capire come identificare i migliori talenti in azienda dobbiamo partire da ciò che fanno le aziende più innovative al mondo.

Tra i vari strumenti che vengono utilizzati per comprendere se la persona è un possibile talento di serie A, vi è il modello chiamato “The 4 A's of series A talents”, ovverosia “le 4 A dei talenti di serie A”.



Metodo per trovare i migliori talenti per l'azienda


Queste aziende hanno infatti capito che i talenti di serie A devono avere principalmente 4 caratteristiche.

Tutte quattro le caratteristiche iniziano con la lettera A.

Iniziamo ad analizzarle.


Quattro caratteristiche dei migliori talenti in azienda





Le caratteristiche dei Talenti di Serie A

Sempre più aziende stanno utilizzano strategie per attrarre i migliori talenti sul mercato.

Poche aziende però hanno un modello analitico per comprendere se quella persona sia davvero una talenti di serie A.

Le aziende più innovative al mondo infatti, non solo utilizzano metodi per attrarre i migliori talenti sul mercato, ma utilizzano anche un modello specifico per capire se la persona sia davvero un talento di serie A.


 

6-modello-per-trovare-i-migliori-talenti-per-la-propria-azienda

 


I talenti di Serie A hanno quattro caratteristiche fondamentali.

Conoscere queste caratteristiche, non solo vi aiuterà ad attrarre i migliori talenti per la vostra azienda, ma vi permetterà di essere più precisi e analitici nell'identificazione dei veri talenti.

 

Inoltre, assumere i migliori talenti  è l’unico modo per attrarre altri talenti.

Cosa voglio dire con ciò?

Semplice: i migliori talenti vogliono lavorare con i migliori talenti. 

Più talenti avrai in azienda più altri talenti vorranno entrare nella vostra azienda.




7-i-migliori-talenti-in-azienda-stanno-con-i-migliori-talenti




Vediamo ora quali sono le quattro caratteristiche dei talenti di serie A.

Ti ricordo che:

  • le 4 caratteristiche che stiamo per vedere non sono in ordine di importanza. L’ordine di importanza infatti lo darai tu utilizzando la metodologia che analizzeremo in modo pratico.
  • i talenti di serie A non sono talenti di serie A per ogni azienda. Mario Rossi potrebbe essere un talento di serie A per l’azienda X, ma potrebbe non esserlo per l’azienda Y. Tra poco capiremo il perché.


8-perche-bisogna-trovare-talenti-per-la-propria-azienda



Per questo motivo sarà fondamentale collegare anche l'attività di HR Analytics che avete implementato in azienda.

Sarà importante infatti identificare il perché le persone sono entrare nella vostra azienda.

Ovvero qual è la motivazione che le ha spinte ad entrare.

 

 

 

_

Momento di riflessione: quali sono le 9 domande da porre ad ogni collaboratore durante il proprio ciclo di vita aziendale?

Al minuto 04:49 (del video che trovi qui sotto) vediamo la prima domanda da porre alle persone appena assunte in azienda.

 

 

Qui troverai l'episodio completo.

 

 

 

  

 

Prima caratteristica: Ambition (Ambizione)

La prima caratteristica che i migliori talenti in azienda devono possedere è l'Ambizione.

I talenti di serie A sono persone incredibilmente ambiziose.

Nel loro piccolo, vogliono fare la differenza.

Vogliono lasciare un segno grazie al loro lavoro.

Sono persone che vedono nell’azienda per la quale si stanno candidando l’opportunità di far emergere il proprio potenziale.



9-ambizione-come-prima-caratteristiche-dei-migliori-talenti-in-azienda



Questo ci fa già capire che una persona (Mario Rossi) potrebbe essere un talento di serie A nell’azienda X (azienda con un Brand molto forte), ma potrebbe non esserlo per un’azienda Y (azienda con un Brand meno forte).

Questo ci fa già riflettere sull’importanza dell’Employer brand.

 



10-come-migliorare-l-employer-branding-aziendale



Nella parte pratica che vedremo fra poco capiremo come identificare il livello di ambizione dei vostri candidati.

Nel frattempo, prova a chiederti: "quanto sono ambiziose le persone che fino ad ora abbiamo assunto in azienda?"





Seconda caratteristica: Alignment (Allineamento)

Un altro motivo per il quale una persona potrebbe essere un talento di Serie A nell’azienda X, e non esserlo nell’azienda Y, è l’allineamento.

È infatti fondamentale capire l’allineamento che questa persona ha nei confronti dell’azienda.

Della sua cultura.

Dei suoi valori

Dei suoi obiettivi.


11-allineamento-come-seconda-caratteristica-dei-migliori-talenti-in-azienda



Una persona appassionata di sport potrebbe essere un talento di serie A in un'azienda come Decathlon.

La stessa persona potrebbe non esserlo in un’azienda produttrice di sigarette.

Inoltre, una persona potrebbe essere un talento in un’azienda che ha a cuore determinati valori.

La stessa persona potrebbe non essere un talento in un’azienda con valori diversi da quelli in cui essa crede.


12-quali-valori-caratterizzano-i-talenti-in-azienda



È fondamentale quindi riuscire a dare una valutazione in termini di “allineamento” alle persone che si sono candidate per la vostra azienda. 

Vedremo tutto ciò nella parte pratica. 

Nel frattempo, chiediti: quanto sono allineate le persone che fino ad ora abbiamo assunto in azienda?






Terza caratteristica: Autonomy (Autonomia)

La terza caratteristica che contraddistingue un talento di serie A è l’autonomia.

Per autonomia si intende la padronanza delle soft skills necessarie per quel determinato ruolo.



13-autonomia-come-terza-caratteristica-dei-migliori-talenti-in-azienda



Prendiamo come esempio il ruolo del venditore.

Per comprendere il suo livello di autonomia (soft skills) dovremo analizzare le sue attuali competenze lato:

  • comunicazione
  • empatia
  • ascolto
  • gestione dello stress
  • resilienza
  • etc…

I talenti di serie A hanno un livello di autonomia (ovverosia di soft skills) molto elevato.

Ciò non significa che il loro livello non potrà essere aumentato in futuro.

Significa solamente che i migliori talenti sono coloro che, oltre a essere ambiziosi e allineati, sono anche autonomi (soft skills).



14-i-talenti-in-azienda-sono-autonomi-e-hanno-soft-skills



Le soft skills infatti hanno l’obiettivo di rendere le persone più autonome.

Non è un caso se si inizia a parlare sempre più di “sviluppo di soft skills” e di “rendere le persone più autonome in azienda”.

Le due cose vanno di pari passo.

Nell’esercizio pratico che svolgeremo fra poco capiremo come identificare il livello di autonomia dei vostri candidati.

Nel frattempo, chiediti: quanto sono autonome le persone che fino ad ora abbiamo assunto in azienda?





Quarta caratteristica: Ability (Abilità)

Arriviamo ora alla quarta caratteristica dei migliori talenti sul mercato: le abilità.

Se l’autonomia riguardava le soft skills, le abilità riguardano invece le hard skills.

Per abilità si intende infatti la padronanza delle hard skills necessarie per quel determinato ruolo.



15-abilita-come-quarta-caratteristica-dei-migliori-talenti-in-azienda


Utilizziamo come esempio il venditore di prima.

Per comprendere il suo livello di abilità (hard skills) dovremo analizzare le sue attuali competenze lato:


 

Domanda: significa che le persone dovranno essere già competenti in tutto ciò?

Non per forza.

È bene però capire il loro attuale livello.

Stiamo parlando di Talenti di serie A, ricordiamocelo.

Inoltre, dipenderà da ruolo a ruolo.

Uno specialista di Cyber security dovrà avere delle abilità (hard skills) più spiccate del Customer care specialist (che invece dovrà possedere più soft skills).

Tutto ciò in un primo inizio. 

Una volta assunti avranno la possibilità di crescere, naturalmente.




16-le-abilita-sono-collegate-alla-hard-skills-dei-talenti-in-azienda



Bene, prima di iniziare l’esercizio pratico chiediti: quanto sono abili le persone che fino ad ora abbiamo assunto in azienda?





 

 

Come identificare un talento di serie A. Esercizio pratico.

Abbiamo capito che un talento di serie A deve avere quattro caratteristiche importanti:

  • Ambizione
  • Allineamento
  • Autonomia (soft skills)
  • Abilità (hard skills)

 

17-ambizione-autonomia-allineamento-e-abilita-dei-migliori-talenti-al-lavoro

 


Iniziamo ora l’esercizio pratico che ti avrà aiutato a implementare tutto ciò in azienda.

 

 






Prima di iniziare l'esercizio

Alcune premesse importanti prima di iniziare l’esercizio:

  • Questo esercizio non vuole fare discriminazione tra le persone “talentuose” e le persone “poco talentuose”. Ogni persona ha un talento dentro di sé (dignità umana).
  • Questo esercizio verrà svolto con un software (noi consigliamo Airtable). Non prendiamo un euro per consigliarlo. Utilizza il software che maggiormente rispecchia le tue esigenze. Anche excel può andare bene.
  • Questo esercizio presuppone che abbiate già un elenco di persone (anche due persone vanno bene) che hanno lasciato la propria candidatura.
  • Questo esercizio non vuole togliere il “tocco emotivo” alla fase di assunzione. Vuole solamente dare uno strumento più analitico, razionale e logico alla fase di assunzione.
  • Questo esercizio vuole identificare il più precisamente possibile i talenti di serie A. Ciò non vuol dire che dovrai assumere solamente loro. Puoi assumere anche altre persone (giovani promesse, tirocinanti, etc…).

 

Ora, possiamo approfondire i 7 step.

 

 

Primo step

Il primo step è naturamente quello di avere un luogo (Airtable, Excel) con al suo interno l’elenco delle persone che hanno lasciato la propria candidatura.

La vostra “base” su Airtbale (o il vostro foglio su Excel) dovrà essere caratterizzata da 10 colonne.

  • Nella  colonna vi saranno nome e cognome della persona (potreste avere qualche colonna in più nel caso voleste inserire email, numero di telefono, etc...).
  • La  e  colonna saranno destinate all’area Ambizione.
  • La  e  colonna saranno destinate all’area Allineamento.
  • La  e  colonna saranno destinate all’area Autonomia.
  • La  e  colonna saranno destinate all’area Abilità.
  • La 10° colonna sarà destinata alla somma dei punteggi che daremo fra poco. 


18-schema-uno-identificazione-talenti-in-azienda





Le prime colonne di ogni area (2°,4°,6° e 8° colonna) ti serviranno per dare il tuo punteggio ai candidati (queste colonne non conterranno alcuna formula).

Le seconde colonne di ogni area (3°, 5°, 7° e 9° colonna) conterranno delle formule.

Vedremo tutto fra poco.

Bene, ora che hai creato le tue 10 colonne hai concluso il primo step.

Complimenti.





Secondo step

Ora che sei arrivato/a al secondo step, rispondi a questa domanda.

Qual è il ruolo della persona che dovrete assumere? (Web developer, Sales, Marketing specialist).

Puoi nominare la base di Airtable (o il foglio di Excel) proprio con il nome del ruolo della persona che stai assumendo.



19-schema-due-per-trovare-i-migliori-talenti-per-la-propria-azienda





Terzo step

Ora ti chiedo: “tra ambizione, allineamento, autonomia e abilità qual è la più importante in assoluto per la persona che stai ricercando? E la seconda più importante? E la terza? E la quarta?”

In sostanza, metti in ordine di importanza le 4A in base alla persona che stai assumendo (e in base alla vostra cultura aziendale).

Ci potrebbero essere dei ruoli in cui credi che l’ambizione sia più importante delle abilità.

Altri ruoli dove invece le abilità le ritieni più importanti dell’autonomia.

 

Ecco qui un esempio.

RUOLO: Customer Care Specialist

CLASSIFICA:

  1. Allineamento
  2. Ambizione
  3. Autonomia (soft skills)
  4. Abilità (hard skills)



20-classifica-delle-quattro-aree-dei-talenti-in-azienda



Crea ora la tua classifica

Non farlo su Airtbale (o excel). 

Utilizza un foglio a parte.






Quarto step

In questo quarto step prenderemo la classifica che hai appena creato e daremo un punteggio in base all’importanza che voi date alle quattro aree.

(ps. nel video posizionato all’inizio dell'episodio, viene utilizzata un’altra modalità di punteggio. È simile, e va bene comunque. Il senso logico è lo stesso.)

Il tuo obiettivo ora è dare un punteggio a tutte e 4 le aree che hai scritto, affinché il punteggio finale faccia 10



21-punteggio-totale-score-talenti-al-lavoro




Come puoi immaginare:

  • La prima area avrà un punteggio maggiore delle altre.
  • La seconda area avrà un punteggio un po’ inferiore (rispetto alla prima).
  • La terza area avrà un punteggio un po’ inferiore (rispetto alla seconda).
  • La quarta area avrà un punteggio un po’ inferiore (rispetto alla terza).


Ti faccio un esempio.

CLASSIFICA:

  1. Allineamento: 3
  2. Ambizione: 2,7
  3. Autonomia: 2,3
  4. Abilità: 2

Il totale fa 10 (3+2,7+2,3+2= 10).



22-grafico-talenti-in-azienda




Come puoi vedere, in questo esempio l’allineamento viene valutato una volta e mezzo (1,5) più importante delle abilità.

Crea ora il tuo punteggio.





Quinto step

A questo punto puoi ritornare sulla tua base di Airtable (o foglio excel).

Inseriremo ore delle formule (come anticipato prima) nelle colonne 3, 5, 7 e 9.

Infine inseriremo una formula nella colonna 10.

 

Partiamo.

Vai nella 3°colonna (la seconda dell’area Ambizione) e aggiungi questa formula: 

=* “il numero che hai dato all’Ambizione nella classifica

Nel mio esempio la formula sarà (=*2,7). 

L’asterisco (*) sta per “x” (moltiplicazione).

Ti spiegherò dopo quello che stiamo facendo.

 


23-schema-tre-identificazione-talenti-al -lavoro




Ora vai nella 5° colonna (la seconda dell’area Allineamento) e aggiungi questa formula:

=* “il numero che hai dato all’Allineamento nella classifica.

Nel mio esempio la formula sarà (=*3).



24-schema-quattro-per-cercare-i-migliori-talenti-in-azienda



Ora vai nella 7° colonna (la seconda dell’area Autonomia) e aggiungi questa formula:

=* “il numero che hai dato all’Autonomia nella classifica.

Nel mio esempio la formula sarà (=*2,3).



25-schema-cinque-per-trovare-i-top-talents-per-la-propria-azienda




Ora vai nella 9° colonna (la seconda dell’area Abilità) e aggiungi questa formula: 

=* “il numero che hai dato alle Abilità nella classifica.

Nel mio esempio la formula sarà (=*2).



26-schema-approfondito-per-trovare-talenti-per-la-propria-azienda




Ora, per finire, vai nella 10° colonna e aggiungi questa formula:

= colonna 3 + colonna 5 + colonna 7 + colonna 9

È una somma che andrà a sommare i 4 valori.

Sì lo so, in questo momento i valori non ci sono ancora.

Attendi qualche istante.



27-grafico-completo-talenti-in-azienda






Sesto step

A questo punto è arrivato il momento di valutare le persone che hanno lasciato la loro candidatura.

Probabilmente le avrai già viste (dal vivo o in video call) una o più volte.

Bene, per ogni persona inserita nella tua base di Airtable (o foglio excel) dovrai dare un punteggio da 1 a 10 in base al loro livello di:

  • ambizione
  • allineamento
  • autonomia
  • abilità



I dieci passi per identificare i migliori talenti sul mercato

 

 

Ti ricordo che il nome e cognome delle persone si trovano nella tua prima colonna.

Ipotizzando che un tuo candidato si chiami Marco, rispondi a queste 4 domande:

  • Secondo me, Marco, quanto è ambizioso da 1 a 10? (si presuppone che abbiate già identificato cosa intendete voi per “ambizioso”).
  • Secondo me, Marco, quanto è allineato da 1 a 10? (si presume che abbiate già identificato i vostri valori, la vostra missione e i vostri obiettivi).
  • Secondo me, Marco, quanto è autonomo da 1 a 10? (si presuppone che abbiate già identificato le soft skills necessarie per il ruolo di Marco, così da poterle analizzare).
  • Secondo me, Marco, quanto è abile da 1 a 10? (si presuppone che abbiate già identificato le hard skills necessarie per il ruolo di Marco, così da poterle analizzare).



Formula per l'identificazione de giovani talenti

 


Ottimo, ora:

  • prendi il punteggio della 1° domanda e inseriscilo nella 2° colonna di Marco;
  • prendi il punteggio della 2° domanda e inseriscilo nella 4° colonna di Marco;
  • prendi il punteggio della 3° domanda e inseriscilo nella 6° colonna di Marco;
  • prendi il punteggio della 4° domanda e inseriscilo nella 8° colonna di Marco.

 

 

Ti faccio un esempio.

  • Ambizione (2° colonna): 8
  • Allineamento (4° colonna): 9
  • Autonomia (6° colonna): 7
  • Abilità (8° colonna): 6

 

28-grafico-finale-talenti-in-azienda


A questo punto, se hai fatto tutto ciò che ti ho detto di fare, le colonne 3,5,7,9,10 si saranno popolate di nuovi numeri.


Nel mio esempio:

  • Ambizione (3° colonna): 21,6 (=8*2,7)
  • Allineamento (5° colonna): 27 (=9*3)
  • Autonomia (7° colonna): 16,1 (=7*2,3)
  • Abilità (9° colonna): 12 (=6*2)
  • TOTALE (10° colonna): 76,7 (=21,6+27+16,1+12)

Ottimo. 

Grazie al lavoro appena svolto sappiamo che il punteggio finale di Marco è di 76,7.

Puoi vedere anche il punteggio di Giulia e Luna.

ps. nota il punteggio finale di Luna, nonostante la sua insufficienza (5) nelle Hard skills (abilità).



29-schema-riassuntivo-talenti-in-azienda




Ora potresti chiederti: per quale motivo non abbiamo semplicemente sommato i valori delle colonne 2,4,6,8?


Il motivo è molto semplice: nonostante l’ambizione, l’allineamento, l’autonomia e le abilità siano tutte e quattro molto importanti, esse avranno un peso diverso in base al ruolo della persona che stai assumendo.



30-il-peso-diverso-delle-quattro-aree-dei-migliori-talenti-in-azienda



In questo modo riusciremo ad essere più precisi.

L’introduzione delle colonne 3,5,7 e 9 me la sono inventata io, quindi vedi tu se utilizzarla oppure no.

Il fatto è che una persona (Mario Rossi) potrebbe avere un punteggio più alto di un’altra persona (Fabio Verdi) avendo magari un vantaggio su un’area non fondamentale.

 

 

 





Settimo step

A questo punto avrai un punteggio per ogni persona che ha lasciato la propria candidatura.


Ora ti consiglio di effettuare due attività:

  • la prima è fare un confronto tra le varie persone. Questo ti farà capire chi ha il punteggio più alto.
  • la seconda è valutare quale sia, secondo voi, il punteggio minimo affinché la persona possa essere considerata un Talento di serie A.


Immagina di trovarti in questa situazione.

PUNTEGGIO FINALE

  • Marco: 40
  • Fabiola: 55
  • Giulio: 25

Guardando questo punteggio potresti dire che Fabiola è un Talento di serie A. 

In realtà ciò che hai appena fatto è un semplice confronto con le altre persone.

Il punteggio potrebbe comunque risultare troppo basso.



31-tre-talenti-in-azienda





Al contrario, potresti trovarti in questa situazione.

PUNTEGGIO FINALE

  • Greta: 87
  • Carlo: 90
  • Luna: 95

Guardando questo punteggio potresti credere che l’unico Talento di serie A sia Luna.

In realtà, potrebbero essere tutti e tre dei potenziali talenti di serie A (e magari puoi permetterti di assumerne più di uno).

È quindi bene dare un punteggio minimo (es. 80) per poter dire “sì questa persona è un possibile talento di serie A!”.



32-tre-talenti-in-azienda-classifica.jpeg



Questo è il motivo per il quale ho voluto introdurre le colonne 3, 5, 7 e 9.

Sappi comunque che il modello utilizzato da molte aziende innovative non lo prevederebbe.

Vedi tu se può esserti utile :)




___

Prima di concludere l'episodio

Prima di passare alla parte conclusiva di questo episodio ti invito a scaricare il nostro Moonly PLAYBOOK, il manuale strategico da leggere in 1 minuto

Scaricandolo ora:

  • avrai cristallizzate tutte le strategie pratiche che abbiamo trattato in questo episodio, senza correre il pericolo di dimenticartele
  • potrai tenere sempre con te le strategie pratiche da applicare in azienda, senza dover tornare nuovamente in questo episodio per rileggerle;
  • potrai condividere le strategie appena apprese direttamente con i tuoi colleghi, senza rischiare di dimenticarti ciò che hai appena letto. 

 

Cercare nuovi talenti per l'azienda

 

 

 

 

Conclusione

Anche quest’episodio (come gli altri) sta per volgere al termine.

In questo episodio abbiamo visto che:

  • i talenti di serie A sono ambiziosi;
  • i talenti di serie A sono allineati;
  • i talenti di serie A sono autonomi (soft skills);
  • i talenti di serie A sono abili (hard skills).

 

Trovare i migliori talenti ambiziosi

 

 

Abbiamo inoltre capito che:

  • in base al ruolo, è necessario identificare cosa si intende per “ambizione”, “allineamento”, “autonomia” e “abilità”;
  • in base al ruolo, le 4A possono essere più o meno importanti (punteggi differenti);
  • in base al ruolo, è bene dare un punteggio minimo all’identikit “Talento di serie A”.

 

Inoltre:

  • è possibile far arrivare le candidature direttamente sulla “base” di Airtable tramite il form di Airtable (o un altro form esterno collegato a Airtable); 
  • se i recruiter della vostra azienda sono più di uno, il lavoro dovrà essere fatto da ognuno di loro (sommerete poi i valori, e farete la media);
  • se la vostra fase di assunzione prevede più step, svolgerete questo esercizio al termine di ogni step. In questo modo potrete paragonare la vostra sensibilità iniziale con i risultati finali.

 

Detto ciò, questa strategia vi avrà aiutato a:

  • identificare in modo più preciso i talenti di serie A;
  • fare chiarezza su ciò che davvero state cercando dalle persone;
  • basare la vostra Talent attraction su ciò che poi vorrete analizzare.

 

Precisione attrazione chiarezza

 

 

Di conseguenza, avere talenti di Serie A in azienda vi avrà aiutato:

  • ad attrarre altri talenti (i talenti stanno con i talenti);
  • ad avere un’azienda più performante (i talenti portano nuovi modi di agire);
  • ad avere un’azienda più stimolante (i talenti portano nuovi stimoli).




Congratulazioni per aver terminato il 10° episodio di Moonly TRAINING.

Spero che le strategie che ti abbiamo offerto potranno esserti d'aiuto.

Ti sarei davvero grato se investissi 30 secondi del tuo tempo per lasciarci un tuo feedback anonimo qui (nessuna mail richiesta).

Inoltre, sentiti libero/a di condividere il link di questo episodio con tutte le persone che sai già potranno beneficiarne.

Avrai contribuito alla nostra missione.

Grazie, e a presto.

Ciao.

_

"Tutto questo per esaltare l'unicità delle persone, facendovi diventare un'azienda unica."

 

Moonly

 

 

 

_

 Accedi a Moonly TV. Gratis.

Le migliori strategie pratiche utilizzate dalle aziende più innovative al mondo per esaltare l'unicità delle persone attraendo, potenziando e motivando talenti unici.Moonly TV: attrarre, potenziare e motivare i propri collaboratori